Rimbalzo virale e dipendenza chimica, un altro inferno autogenerante! Come può il cd4 contare di due persone in questo modo?

Rimbalzo virale e dipendenza chimica

La cella cd4 è quella che ha i recettori CD4. Rappresentano una piccola frazione di leucociti. Se i tuoi globuli bianchi sono bassi, questo è tutto ciò che i laici possono sapere: "I tuoi globuli bianchi sono bassi e mestruati

La cella cd4 è quella che ha i recettori CD4. Rappresentano una piccola frazione di leucociti. Se i tuoi leucociti sono bassi, è tutto ciò che i laici possono sapere: “I tuoi leucociti sono bassi e mestruati! Ho l'AIDS e i miei leucociti sono alti. Non è fantastico?

Ma Viral Rebound potrebbe in realtà essere la più piccola e una delle ultime preoccupazioni dell'utilizzatore di droghe. Pertanto, il tossicodipendente che si sta iniettando tende a nutrire l'infezione stessa.

E anche se inconsciamente aiuta, il diffusione dell'HIV, il virus che può generare il file AIDS Quello che voglio chiarire, con questo testo è che ...

... Quando si aiuta a evitare il rimbalzo virale nel trattamento della dipendenza chimica

Ma le donne che convivono con l'HIV hanno meno probabilità rispetto agli uomini di ottenere un'aderenza ottimale alla terapia antiretrovirale (ART).

Tuttavia, hanno grandi difficoltà a mantenere una carica virale non rilevabile, ha osservato Adams in background.

Pertanto, i fattori associati al recupero virale in studi precedenti includono depressione e altri problemi di salute mentale.

Pertanto, inizialmente abbiamo:

  1. violenza intima del partner e
  2. lo stigma legato al lavoro sessuale.

Pertanto, questa analisi ha incluso le donne sieropositive di 185 che assumevano farmaci che hanno partecipato allo studio di coorte prospettico ACCESS. Tra 2005 e 2017. Tutti hanno iniziato il trattamento antiretrovirale e ottenuto la soppressione virale (HIV RNA inferiore a copie 50 / ml).

In questo modo:

  1. quasi la metà (46%) era indigena.
  2. 25% identificato come "Minoranza sessuale" e
  3. 5% era transgender.

I partecipanti sono stati intervistati e hanno ricevuto carica virale e test cellulari CD4 circa ogni sei mesi, con follow-up fino a 11 anni.

Non "solo in Brasile"! La terapia antiretrovirale è fornita gratuitamente a tutte le persone con HIV a Vancouver / Canada.

Ma devo informarti che la terapia antiretrovirale è fornita gratuitamente a tutte le persone con HIV a Vancouver. E per citare un amico del passato, il Brasile non è l '"unico sponsor".

Bene, hai già un'idea del perché "ex amico". Perché colui che parlava liberamente di tutto desiderava la mia morte! Così ho deciso di morire per lui!

Poco più di un terzo (34%) delle donne ha avuto un rimbalzo virale, definito come HIV RNA sopra 1000 copie / ml. Almeno una volta durante gli anni di follow-up di 11.

Di questi, due terzi hanno avuto un episodio di rimbalzo virale, un quarto ha avuto due di questi eventi e 8% ha avuto tre o più episodi.

I ricercatori hanno scoperto che le donne che hanno ricevuto un trattamento coerente e assistito da farmaci hanno impiegato più tempo a sperimentare un rimbalzo virale.

Conoscere la tua condizione immunitaria è molto importante!

Pertanto, avevano maggiori probabilità di mantenere una soppressione virale coerente.

Rispetto a quelli che non hanno mai ricevuto MAT.

In entrambi i gruppi, la percentuale che ha subito un recupero virale è aumentata costantemente nei primi tre anni.

E subito dopo, hanno raggiunto un plateau nel conteggio CD4.

Pertanto, tra quelli seguiti per otto anni o più, circa il 65% delle donne che utilizzavano un trattamento assistito da farmaci ha mantenuto la soppressione virale.

In confronto. ovviamente, circa il 55% di coloro che non ricevono MAT.

Delineare il profilo sociale IDU è importante nella lotta contro l'AIDS

Inizialmente, era necessario adattarsi a un'ampia varietà di fattori:

  1. compresa la razza / etnia,
  2. orientamento sessuale,
  3. livello di istruzione,
  4. l'occupazione,
  5. senza fissa dimora,
  6. prigionia,
  7. lavoro sessuale,
  8. iniezione di droga,
  9. sovradosaggio,
  10. uso pesante di alcol,
  11. abuso sessuale,
  12. violenza strutturale.
  13. Presenza HIV
  14. Baseline carica virale,
  15. così come Conteggio CD4.

guardare conoscere meglio l'AIDS

L'unico fattore considerato protettivo contro il recupero virale è stato il trattamento della tossicodipendenza assistita negli ultimi sei mesi. Ma le donne che hanno ricevuto MAT avevano circa la metà delle probabilità di ottenere un rimbalzo virale rispetto alle donne che non lo avevano (tasso di rischio 0,47).

Pertanto, la regolazione dell'aderenza antiretrovirale ha attenuato l'effetto del trattamento assistito dal farmaco, suggerendo che il MAT potrebbe aver ridotto il rischio di rimbalzo virale aumentando l'adesione.

"Questo studio fornisce ulteriori prove del fatto che il MAT può migliorare i risultati del trattamento dell'HIV tra le donne", hanno concluso i ricercatori.

"Gli sforzi per migliorare l'accesso e la conservazione nei programmi MAT possono migliorare i tassi di soppressione virale per le donne con infezione da HIV che usano droghe illecite".

Il pionierismo brasiliano ci rende i migliori esempi di buoni risultati

Hanno raccomandato che il trattamento della dipendenza assistita da farmaci sia co-localizzato nei servizi di trattamento per l'HIV, che i servizi MAT abbiano una barriera di ingresso bassa e che i servizi includano la consulenza e il supporto di aderenza all'ART.

voi, la donna che usa il crack dovrebbe leggere questo articolo.

La carica virale non rilevabile NON È CURA! E il Conteggio CD4 è un indicatore della tua condizione immunitaria

Tradotto da originale di Claudio Souza Il trattamento della tossicodipendenza può ridurre il rischio di rimbalzo virale

Liz Highleyman

05 settembre 2019

Mantengo questo blog, quasi senza aiuto, dall'anno 2000! siamo alla fine di 2019

Nessuno è così povero da non poter aiutare almeno una volta. A te la scelta. E Dio testimonia le tue opzioni

Per aiutare con $ 10,00 Per aiutare con $ 20,00 Per aiutare con $ 50,00 Per aiutare con $ 100.00




























Ciò che viene dopo l'immagine non è per te pensare:
"Wow! Come ha sofferto!
Spetta a te metterti in testa che puoi passare ancora di più!
Quando scrivo che c'è vita con l'HIV è questo e molto altro che parlo !!!

Nonostante l'infezione da HIV, e anche raramente, posso sorridere!

Gravidanza e HIV. Una scelta difficile

Avere un bambino che vive con l'HIV è un passo serio da compiere. ristampato ed espanso

Poche ore dopo aver pubblicato questo testo, un amico mi ha avvertito di qualcosa che lui chiamava "dissonanza fonetica (in effetti la cacofonia)".

La lettura del titolo dà l'impressione che si escluderebbe il lavoro di dare vita a un bambino che vive con l'HIV!

Lungi da me una simile lezione! Anche perché solo a pensarci mi ricorda quella bambina.

E quel pianto dolente, come chiedersi perché. La vita in quei giorni era molto cambiata per me.

Dopo lo stupore e lo shock immediato, sono arrivato a valorizzare di più la vita!

Come se fosse in Technicolor e Dolby Surround!

Ma questo è il caso di un altro testo, che intendo scrivere nei prossimi giorni.

È possibile avere un bambino e portarlo alla luce con un partner che convive con l'HIV e non generare contagio

Per stabilire cosa intendevo veramente, volevo dimostrare che se tu o qualcuno che conosci vivete con l'HIV, è possibile vivere con l'HIV e crescere un bambino senza HIV! Penso che questo sia di per sé una grande benedizione, una fantastica svolta nella scienza, e sì, nonostante i rimpiantie minando i miei problemi, continuo a credere che tutto è come Dio desidera!

Sulla base di questo pensiero, dopo aver visto "la cabina" ho capito alcune altre cose e, sì, fortunatamente, sono stato in grado di andare a trovare mio padre prima che lasciasse questo mondo, e dargli la pace di cui aveva bisogno, almeno con relazione con me!

E questo è tutto. È in grado di vivere con l'HIV e far nascere un bambino senza l'HIV benedetto!

Vedi, dare alla luce un bambino è sempre una grande responsabilità. Ma quando sei come me e Mara, che vivono con l'HIV, questo è un progetto di vita, un passo molto ambizioso Abbiamo scelto di non dare!

Si noti, tuttavia, Santos ha trascorso quattro anni senza che un singolo bambino convivesse con l'HIV che veniva alla luce, e per di più, data la completa mancanza di risorse, Cuba è stato il primo paese (un'isoletta) a considerare la trasmissione verticale sradicata dalla trasmissione verticale.

In altre parole, senza la nascita di bambini con HIV.

Avere un bambino che vive con l'HIV ha bisogno di amore e cure!

E così, è necessario tenere a mente questi tre aspetti fondamentali di questo "sforzo", per così dire!

  1. Le persone che vivono con l'HIV possono partorire senza trasmettere l'HIV ai loro bambini.
  2. In questo modo, le opzioni di concepimento dipenderanno dalla tua salute, nonché dallo stato sierologico e sanitario del tuo partner..
  3. La tua carica virale può influenzare il tuo concepimento e le opzioni di consegna.
Avere un bambino che vive con l'HIV

Generare una vita è un'esperienza unica! Nessun'altra donna saprà come ti senti o senti! E non avrai mai saputo veramente cosa hanno provato gli altri. Io, come uomo, li invidio molto

È vero che le persone che vivono con l'HIV possono dare alla luce bambini sieropositivi per sempre e tuttavia, in passato, nei primi anni novanta, fino ai "duemila anni" questo era abbastanza diverso, più affidato La mano di Dio, anche se la scienza potrebbe già aiutare.

In questi giorni, la maggior parte dei consigli per le persone che vivono con l'HIV è la stessa di chiunque pensi di avere un bambino.

Tuttavia, sono necessari alcuni passaggi aggiuntivi per ridurre la probabilità di trasmissione dell'HIV.

Questo post cerca, in base alle informazioni fornite dal Aidsmap, un sito Web del Regno Unito mostra ciò che dovresti considerare quando hai un bambino nel Regno Unito, tuttavia le linee guida sono simili a quelle che vivono qui nel Regno Unito. Brasil!

Perché dal concepimento all'alimentazione del bambino, è importante tenere informato il personale sanitario per assicurarsi di poter ricevere i consigli migliori e più specifici che ti daranno i migliori risultati per il tuo bambino!

La carica virale non rilevabile è condizione "sine qua non ”(indispensabile) avere un bambino che vive con l'HIV

Gravidanza mentre sieropositivo

L'assistenza esterna è importante, vale la pena dirlo. Ma prendersi cura di te e della tua salute è anche prendersi cura del bambino!

Quando una persona è in trattamento per l'HIV, con a carica virale non rilevabile, il rischio di trasmissione dell'HIV al bambino è solo dell'0,1% (o uno su mille).

Tra 2012 e 2014 nel Regno Unito, solo l'0,3% (tre su mille) delle persone con HIV (comprese le persone con una maggiore carica virale) ha trasmesso l'HIV al proprio bambino. A Santos, siamo stati così per oltre quattro anni!

Le ultime notizie e ricerche di design (un altro sito)

Bisogno di consigli

Nel pensare al concepimento, il consiglio dipenderà dalle circostanze di ciascun individuo. Il consiglio si baserà sulla tua salute generale; se la tua carica virale; cosa succede se il tuo partner ha l'HIV.

Se non stai già assumendo farmaci anti-HIV, ti verrà consigliato di farlo. Ho sovrascritto questa parte del testo perché Lo studio START ha cambiato completamente le linee guida di trattamento!

L'HIV può essere trasmesso durante la gravidanza e il parto; Avere una carica virale non rilevabile può aiutare a prevenire questo!

Se hai intenzione di rimanere incinta e lo sei già assunzione di farmaci anti-HIVparlando con il tuo team sanitario. Ti daranno una comprensione più chiara dell'attuale farmaco.

E se è ancora l'opzione migliore durante la gravidanza. Nel Regno Unito, se il tuo attuale farmaco anti-HIV è efficace, ti verrà probabilmente consigliato di continuare a prenderlo. Anche in Brasile!

Come verrebbe il concepimento in una coppia serodivergente?Come possiamo concepire se uno di noi è sieropositivo e convive con l'HIV?

Quando una persona che vive con l'HIV ha una carica virale non rilevabile, non vi è alcun rischio di trasmissione dell'HIV durante il sesso. Finché il tuo partner con l'HIV ha una carica virale non rilevabile e nessuno di voi ha infezioni a trasmissione sessuale (IST), il sesso senza preservativo può essere buono. forse.

Le esposizioni ripetute possono portare al contagio!

Se tu o il tuo partner avete una carica virale rilevabile, è importante discutere le opzioni di progettazione che riducono o rimuovono il rischio di trasmissione durante il sesso per voi / il vostro partner e il bambino.

Prima di decidere di non usare il preservativo, chiedi consiglio al tuo team sanitario per l'HIV in modo che possano confermare cosa funzionerebbe meglio per te.

PrEP, PEP, TasP I = ​​I?

Avere un bambino che vive con l'HIV è una grande responsabilità.

Quando finalmente io e Mara decidemmo di vivere insieme, non eravamo sicuri di andare troppo lontano. Le cose erano migliorate, l'aspettativa di vita era un po 'più lunga. Ma .... Ma, amici, non volevamo rischiare di mettere un potenziale orfano su questo ridicolo planetoide! Abbiamo fatto errori! Ma ....

Paura e ragionamento erano ben fondati per quei giorni!

Ciò può includere il partner sieropositivo che sta assumendo PREP. UN PREP riduce La trasmissione dell'HIV è sicura durante la gravidanza e l'allattamento.

A tutti coloro che pianificano una gravidanza - con o senza HIV - si consiglia di assumere un supplemento giornaliero di acido folico durante il tentativo di rimanere incinta e nelle prime settimane di gravidanza di 12.

L'acido folico (vitamina B9) aiuta le cellule del corpo a svilupparsi. È difficile ottenere abbastanza solo attraverso la dieta.

Trattamento dell'HIV per avere un bambino che vive con l'HIV

Si consiglia a tutte le donne in gravidanza che vivono con l'HIV di iniziare a prendere i farmaci entro la settimana di gravidanza di 24 se non lo sono già. Questo perché una carica virale non rilevabile impedisce la trasmissione durante il concepimento, la gravidanza e il parto.

Pianificare la nascita

Se ne hai uno carica virale non rilevabile Entro la settimana 36 della gravidanza, le opzioni di consegna sono le stesse di chiunque non abbia l'HIV. Se non ci sono altre considerazioni, avere una nascita vaginale è un'opzione per te. Ti verrà consigliato di partorire in una struttura in grado di fornire i giusti test e trattamenti per il tuo bambino.

Se la tua carica virale è elevata (più di copie 1.000), il medico probabilmente consiglierà un taglio cesareo pianificato. Un taglio cesareo (noto anche come taglio cesareo) è un'operazione per il parto di un bambino che comporta il taglio dello stomaco e dell'utero di una persona. Ciò impedisce il contatto con sangue e altri liquidi con cui un bambino può entrare in contatto durante il parto vaginale. Un taglio cesareo riduce il rischio di trasmissione dell'HIV.

Indipendentemente dalla tua carica virale, una persona con HIV può avere un taglio cesareo per altri motivi medici.

Farmaci per il tuo bambino

Il tuo bambino dovrà assumere farmaci anti-HIV per un po 'di tempo dopo la nascita. Questo sarà in forma liquida. Questo non significa che il tuo bambino abbia l'HIV.

Il tempo necessario al bambino per assumere il farmaco dipenderà dalla sua carica virale. Se non è rilevabile durante la gravidanza, il bambino prenderà le medicine per due settimane. Se sei rilevabile, questo può essere esteso a quattro settimane.

Nei primi anni del tuo bambino, il test dell'HIV verrà eseguito più volte: subito dopo la nascita; tra sei settimane; alle settimane 12; ea 18 mesi (test finale dell'anticorpo anti-HIV).

Controlla CD4 periodicamente non fa male a una persona con l'HIV

Se questi test sono negativi e non hai mai allattato al seno, sarai sicuro che il tuo bambino non ha l'HIV.

Nutri il tuo bambino vivendo con l'HIV

Renata Cholbi

Renata Cholbi è letteralmente piovuta sul sostegno alle madri sieropositive. Tutto è iniziato per lei a Natale. Vide che suo figlio aveva molto più del necessario e iniziò il suo lavoro. Peccato che non avremmo mai potuto trovare l'opportunità di parlare di persona, e oltre alla forza non traducibile di Mara per sostenermi, Renata ha fatto molto per me, dandomi coraggio!

Nel Regno Unito (come in altri paesi ad alto reddito), è consigliabile non allattare al seno il bambino. Il modo migliore per garantire che l'HIV non venga trasmesso è attraverso formula alimentareperché non vi è alcun rischio di trasmissione dell'HIV.

Sebbene l'HIV sia un fattore importante da considerare, non è l'unico.

Puoi prendere in considerazione l'allattamento per altri motivi.

Se stai prendendo in considerazione l'allattamento al seno, dovresti avere una carica virale non rilevabile e mantenere un contatto regolare con il tuo team sanitario.

L'allattamento al seno durante la convivenza con l'HIV è molto più complicato!

Prima dell'allattamento, è importante discuterne con loro, i loro medici. Devi interrompere il l'allattamento al seno se un po ' si verificano nelle seguenti situazioni:

  • il tuo HIV diventa rilevabile; (questo rischio è così grave che sconsiglio l'allattamento al seno)
  • tu o il tuo bambino avete problemi di pancia;
  • seno e / o capezzoli mostrano segni di infezione (capezzoli screpolati, doloranti o sanguinanti).

Ciò contribuirà a ridurre la trasmissione dell'HIV durante l'allattamento, ma il modo più efficace per farlo rimuovere tutti i graffi Non sta allattando.

Avere un bambino, generare e sostenere il tuo corpo e quello di qualcun altro che si sta espandendo dentro di te è unico! Solo tu saprai cosa hai vissuto! E che invidia provo per te !!!!!

Dal concepimento alla gravidanza, al parto e all'allattamento, il tuo viaggio sarà unico per te.

È necessario ottenere il miglior supporto e assistenza medica per te e il tuo bambino. Rimanere in contatto con il team sanitario ti aiuterà a raggiungere questo obiettivo.

Tradotto da Cláudio Souza in 05 di novembre di 2019 dell'originale in Avere un bambino quando si vive con l'HIV scritto da Bakita Kasadha

2022 è previsto per la revisione di novembre È previsto per la revisione di 2022 a novembre.

A proposito della città di Santos, non è stata informata delle nascite senza sieropositività all'HIV in 2013.

Leggi questo per favore:

Quattro anni fa la città di Santos, sulla costa di San Paolo, non riporta alcun caso di infezione da madre a figlio (chiamata trasmissione verticale) tra le donne in gravidanza che frequentano l'assistenza prenatale specializzata nella rete sanitaria della città. La città conduce un programma di supporto clinico e psicosociale che inizia con una diagnosi precoce. Quindi segue il follow-up durante la gravidanza, si verifica alla nascita e segue dopo la nascita dei bambini.

Le donne in gravidanza che cercano la rete pubblica per eseguire il monitoraggio della gravidanza passano attraverso l'unità di base o la salute della famiglia.

E i test per l'HIV sono un requisito legale.

È il tuo diritto!

Richiedi questo dal tuo medico!

Rimanere incinta e crescere un bambino senza HIV è possibile!

È importante!

E questo dovrebbe essere già fatto in occasione della prima consultazione per esaminare le malattie a trasmissione sessuale. Quando viene rilevato l'HIV, viene sottoposta a cure prenatali presso la sezione di assistenza all'infanzia integrata (SENIC), dove è frequentata da un team multidisciplinare. L'attenzione è rivolta anche al partner, che è incoraggiato a sottoporsi a esami e trattamenti se necessario e a seguire le cure prenatali. Ed è un buon momento per sostenere un esame per vedere il tuo carica virale.

Tienilo a mente è possibile invecchiare quando si ha l'HIV.

C'è vita con l'HIV

Secondo le informazioni della città, alcuni passaggi sono decisivi per ridurre la possibilità di trasmissione del virus al bambino. La donna incinta deve assumere antiretrovirale (medicinale per il trattamento e cercare di eliminare il virus); farmaci specifici devono essere somministrati al momento della consegna; Il bambino dovrebbe assumere sciroppo antiretrorival per i primi giorni di vita di 42 e la madre non può allattare. Farmaci e latte in polvere sono forniti gratuitamente dalla città. Dieci donne sono attualmente seguite. L'ultimo caso di trasmissione verticale registrato tra donne in gravidanza accompagnate dall'unità è stato quattro anni fa, quando uno dei pazienti non ha seguito le raccomandazioni mediche.

Con sì, con no, la conoscenza non occupa spazio, leggi di sesso orale e HIV 🙂

Mantengo questo blog, quasi senza aiuto, dall'anno 2000! siamo alla fine di 2019

Nessuno è così povero da non poter aiutare almeno una volta. A te la scelta. E Dio testimonia le tue opzioni

Per aiutare con $ 10,00 Per aiutare con $ 20,00 Per aiutare con $ 50,00 Per aiutare con $ 100.00




























Ciò che viene dopo l'immagine non è per te pensare:
"Wow! Come ha sofferto!
Spetta a te metterti in testa che puoi passare ancora di più!
Quando scrivo che c'è vita con l'HIV è questo e molto altro che parlo !!!

Nonostante l'infezione da HIV, e anche raramente, posso sorridere!

Donne di colore con l'HIV

La stima delle donne di colore con HIV negli Stati Uniti è spaventosa

Le donne nere sieropositive rappresentano un tasso di 2000% in più rispetto alle donne bianche sieropositive!

Le donne di colore nordamericane sieropositive hanno sorpreso gli esperti

Questo perché i numeri della relazione tra donne Gli afroamericani e l'HIV negli Stati Uniti assomigliano all'Africa sub-sahariana.

Cuidado mulheres. Este é vosso melhor amigo!
Lembrem se. Um em cada cinco homens heterossexuais contraiu HIV de outro homem! Clique no Claudinho sem buchecha….!!! (abre em outra aba)

E assim, viu-se uma taxa de Infezione da HIV de 0,24% em um grupo de quase 2.100 mulheres, sendo que La maggior parte sono donne dalla pelle nera.

Pertanto, il tasso è cinque volte superiore rispetto alle stime precedenti emesse dal governo federale.

L'alto tasso di infezione è stato riscontrato in sei aree geografiche note per essere indicative dell'epidemia di HIV e la povertà è più comune.

Le donne dalla pelle scura con l'HIV rappresentano l'66% dei casi !!!!!

L'indice è simile all'Africa sub-sahariana

Le sei aree studiate erano ad Atlanta, Washington, DC, Baltimora, Newark, New Jersey, Harlem (New York) e Wake County, NC.

I dati provengono dall'importante ISIS studiare (The Women's HIV Seroincidence Study), condotto dopo studi precedenti.

La ricerca ha dimostrato che le donne di colore rappresentano un tasso di 66% di nuove infezioni da HIV nel paese, ma rappresentano solo (...) 14% della popolazione.

Le donne di colore con HIV rappresentano lo 2000% in più rispetto alle donne bianche

As Le donne di colore hanno 20 volte il tasso di infezione da HIV tra le donne bianche e quattro volte il tasso di latine.

HIV e AIDS sono due dei Le principali cause di morte tra le donne di colore negli Stati Uniti.

Alcune donne non sanno di essere infette.

No estudo, 1,5% das mulheres descobriram que tinham HIV somente quando se inscreveram no estudo.

"Sapevamo che i neri americani sono colpiti in modo sproporzionato dall'HIV. "

Eppure, l'entità di questa disparità nelle aree più colpite dall'epidemia di HIV ha aggravato il problema ”!

Pertanto ha sottolineato l'autore principale dello studio, Dr. Sally Hodder, Università di Medicina e Odontoiatria, School of Medicine, New Jersey-New Jersey.

Mantengo questo blog, quasi senza aiuto, dall'anno 2000! siamo alla fine di 2019

Nessuno è così povero da non poter aiutare almeno una volta. A te la scelta. E Dio testimonia le tue opzioni

Per aiutare con $ 10,00 Per aiutare con $ 20,00 Per aiutare con $ 50,00 Per aiutare con $ 100.00
Ciò che viene dopo l'immagine non è per te pensare:
"Wow! Come ha sofferto!
Spetta a te metterti in testa che puoi passare ancora di più!
Quando scrivo che c'è vita con l'HIV è questo e molto altro che parlo !!!

Nonostante l'infezione da HIV, e anche raramente, posso sorridere!

Popolazione sieropositiva invecchia e soffre di patologie multiple

Mantengo questo blog, quasi senza aiuto, dall'anno 2000! siamo alla fine di 2019

Nessuno è così povero da non poter aiutare almeno una volta. A te la scelta. E Dio testimonia le tue opzioni

Per aiutare con $ 10,00 Per aiutare con $ 20,00 Per aiutare con $ 50,00 Per aiutare con $ 100.00




























Ciò che viene dopo l'immagine non è per te pensare:
"Wow! Come ha sofferto!
Spetta a te metterti in testa che puoi passare ancora di più!
Quando scrivo che c'è vita con l'HIV è questo e molto altro che parlo !!!

Nonostante l'infezione da HIV, e anche raramente, posso sorridere!

La sifilide, la malattia di Cupido di 100 anni fa, sta tornando

Il ritorno della sifilide in un giorno chiamato "Malattia di Cupido"

Il ritorno della sifilide è, secondo la mia posizione intellettuale, una "cosa" più del previsto!

L'ultima cosa che una persona può pensare a me è che sono un conservatore. Credo incrociato tre volte! Libertario all'estremo lo sono stato, purché non coinvolgesse i bambini o gli animali persone del genere mi generano disgusto 😡 purché fosse consensuale. Non è no. PUNTO! Tuttavia, perdonami il più sensibile, non sono mai stato un fan di "espressioni di grande affetto" sulla strada pubblica!

È vero che sono rimasto con Vera, lì, al "Beautiful Branch".
Non era ben illuminato, e di tanto in tanto appariva il prete, scacciando via tutte le coppie che "lavoravano" lì. Ho già parlato di Vera e il suo testo è in fase di revisione!

AIDS come freno aerodinamico

L'AIDS ha funzionato come freno aerodinamico, così che, avendo Fatima mi ha salvato dalle strade in 1981 / 1982, 1985 non era assolutamente come quello che ho visto!
Quindi, e so che molte persone non sono d'accordo, non sono d'accordo e non saranno d'accordo, l'AIDS è cambiato e io cambio "pacas", il comportamento sessuale delle persone.
Con la "cronizzazione dell'AIDS" e l'infezione da HIV, la grande paura è passata e, in effetti, le cose non sono più come erano e sebbene MAI È una parola molto estrema, credo che non sarà mai come prima, un giorno ... Tutto passa ....
Quindi, come una sorta di "generale liberato, torniamo al carnevale" che potrebbe, così come potrebbe e potrebbe, provocare ...

... Ritorno della sifilide ...

... Come dimostrato dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), che ha recentemente pubblicato il suo relazione epidemiologica annuale e um relazione tecnica, Notando che Le notifiche sulla sifilide sono aumentate del 70% in Europa da 2010. (Questo qui Io-yo è, un po 'di Brasile Ia-ya ...
Abbiamo parlato con Andrew Amato-Gauci, capo dell'HIV, del programma a trasmissione sessuale di infezioni virali ed epatite dell'ECDC, su questa preoccupante tendenza e su quali azioni debbano essere intraprese.

Quali sono le principali tendenze evidenziate nel recente rapporto ECDC?

Il ritorno della sifilide è in linea di massima la tendenza è un aumento costante e significativo del tasso di diagnosi di sifilide riportate in Europa da 2010. La seconda tendenza è nella proporzione dei tassi di diagnosi maschile e femminile. In 2000, sono state riportate diagnosi di sifilide nella proporzione di Uomini 1,4 per donna 1.
Sulla base dei numeri più recenti, questo rapporto va dagli uomini xnumx alla donna xnumx, quindi è un aumento davvero sostanziale.


Uno sguardo più da vicino

Se guardiamo più da vicino in Europa, utilizzando anche le informazioni disponibili su come viene trasmessa la sifilide, scopriamo che l'epidemia sta crescendo principalmente tra gli uomini che hanno rapporti sessuali con uomini.
Abbiamo anche esaminato paesi al di fuori dell'Europa, tra cui Stati Uniti, Canada, Australia e Giappone, e abbiamo riscontrato tendenze molto simili nell'aumento dei rapporti sulla sifilide in tutti questi paesi.
Negli Stati Uniti, che ha dati molto buoni sulla sifilide, c'è anche un aumento tra le donne, nonché un aumento della sifilide congenita.
Non abbiamo visto questa tendenza solo nell'Unione europea e tra gli uomini, ma in effetti negli ultimi due anni abbiamo iniziato a vedere più casi tra le donne; quindi forse siamo in ritardo e dobbiamo tenere d'occhio tali sviluppi.

Cosa ti ha spinto a esaminare la sifilide in dettaglio in questo rapporto?

All'ECDC, lavoriamo per identificare, valutare e quindi studiare potenziali minacce da malattie trasmissibili. Valutiamo prove da studi e progetti scientifici, analizziamo i dati tecnici e raccogliamo i nostri dati dagli Stati membri europei.
Forniamo quindi consulenza scientifica o relazioni tecniche che possono informare le decisioni di politica di salute pubblica negli Stati membri.

Rete di specialisti sulle infezioni sessualmente trasmissibili (in passato "malattia venerea").

Abbiamo una rete di specialisti nominati che lavorano sulle infezioni a trasmissione sessuale (MST) di tutti gli Stati membri e il comitato di coordinamento della rete si riunisce almeno una volta all'anno. A 2018, il comitato ha sollevato preoccupazioni sull'aumento della sifilide che i medici stavano osservando e ci ha chiesto di analizzare l'epidemiologia della sifilide, valutare il livello di rischio e indicare le opzioni per rispondere a tale aumento.

Qual è l'impatto della sifilide sulle persone colpite?

Questa domanda mi sembra qualcosa generata da un cavallo!
La sifilide è un'infezione batterica, ma è piuttosto complicata nel senso che può provocare un'infezione cronica con conseguenze sulla salute a lungo termine. Di solito ne parliamo sifilide primaria, secondario e terziario.
La maggior parte delle persone con sifilide primaria sviluppa una piccola ulcera chiamata cancro da dieci giorni a tre settimane dopo l'esposizione. Questa ulcera è di solito visibile in un uomo perché si trova nel pene, ma in una donna può essere all'interno della vagina e scomparire completamente.
Ci sono passato! Una ragazza con gli occhi scuri mi guardò, sorrise, mi "domò" e mi abbatté! Giorni dopo apparve l'ulcera qui menzionata. È brutto, ha "bordi duri" e sembra mantenersi un liquido senza proprietà evidenti!
Quando il medico mi ha detto che era la sifilide, sono diventato P della vita e metaforicamente ho detto che "l'avrebbe uccisa ”! Il dottore mi ha spiegato cosa stava succedendo e ho dovuto andare da lei con le notizie tristi e sgradite che hanno portato alla rottura di questa breve relazione!

Nella lingua o nella gola ”!

Tuttavia, l'ulcera può apparire ovunque abbia avuto contatto con i batteri, che viene trasmessa nei fluidi sessuali e può trovarsi nel retto, nella lingua o nella gola.

Se ritieni di non realizzare l'ulcera o di non trattarla, l'infezione diventa quella che chiamiamo sifilide secondaria..

I batteri iniziano a diffondersi in tutto il corpo e i soliti segni di infezione secondaria sono eruzioni cutanee, che di solito iniziano sui palmi e sulla pianta dei piedi.
Potresti anche avere la perdita dei capelli e sintomi simil-influenzali.
Se ancora non ti rendi conto che questa è la sifilide, l'infezione può trasformarsi nella sifilide terziaria più pericolosa.

Dieci anni!

La sifilide terziaria può richiedere dieci anni per svilupparsi. A questo punto, i batteri stanno iniziando a erodere il sistema nervoso.
Può causare gravi danno al cervello e al cuore e se non trattato, può portare alla morte!
In qualsiasi fase, è molto semplice trattare la sifilide con la penicillina. Tuttavia, se lo tratti in ritardo, il danno che ha già causato non è reversibile, quindi è importante trattarlo in anticipo.
Un'altra cosa importante da capire sulla sifilide è che se una donna ha la sifilide quando rimane incinta o si infetta durante la gravidanza, può anche trasmettere l'infezione a suo figlio.
Chiamiamo questa sifilide congenita che può portare a complicazioni molto gravi durante la gravidanza, varie deformità fetali o addirittura provocare la nascita di un morto o che il bambino muore subito dopo la nascita.

Cosa sta causando l'aumento dei tassi di sifilide che hai osservato?

L'aumento non è solo in Europa, è un fenomeno del mondo occidentale e ci sono probabilmente molti fattori diversi dietro di esso.
Ovviamente, esiste una chiara relazione tra comportamento sessuale rischioso e sifilide. Quando l'epidemia di HIV è iniziata negli anni di 80, le persone hanno iniziato a usare molti più preservativi. Come effetto collaterale di ciò, i tassi di sifilide e altre malattie a trasmissione sessuale sono diminuiti in tutto il mondo occidentale.
Sembra che ora che l'HIV sia visto come un'altra infezione cronica ma curabile, le persone sono meno interessate ai preservativi e al sesso più sicuro, e questo è probabilmente uno dei principali fattori dietro l'aumento dei casi di sifilide.
Ci sono alcuni altri fattori specifici. Ad esempio, per gli uomini che fanno sesso con uomini, che sono il gruppo più colpito, in molti studi è chiaro che c'è stato un aumento del sesso anale senza preservativo.
C'è stato anche un aumento generale del numero di partner sessuali e uno dei motivi potrebbe essere la maggiore popolarità dei social network o delle app di appuntamenti che ti rendono più facile trovare partner sessuali.
La profilassi pre-esposizione all'HIV (PrEP) è arrivata solo di recente come possibilità per prevenire l'infezione da HIV. Con questa opzione, le persone sembrano preoccuparsi meno dell'infezione da HIV durante il sesso.
Ma non usare il preservativo, specialmente con partner nuovi o occasionali, significa anche aprirti alla possibilità di altre infezioni a trasmissione sessuale, come la sifilide.
Le popolazioni eterosessuali in altre parti del mondo, come gli Stati Uniti, stanno assistendo a un aumento della sifilide nelle donne e stiamo iniziando a vederlo in Europa.

Questo è un po 'più complicato.

Naturalmente, è anche correlato ad avere più partner sessuali e sesso senza preservativo. Inoltre, sappiamo che l'uso di alcol o droghe compromette un comportamento sessuale più sicuro e esiste anche un'associazione con il lavoro sessuale. Le vulnerabilità sociali come la povertà e l'incarcerazione sono anche associate alla sifilide.
L'accesso all'assistenza sanitaria è molto importante. Se ti manca l'infezione primaria, l'unico modo per sapere che hai la sifilide è andare da un medico e chiedere un test. Se non fai un test, semplicemente non saprai di possederlo e lo passeresti inconsapevolmente ai tuoi partner sessuali.
I test sono un elemento molto importante di ciò che stiamo enfatizzando. Le persone a rischio o che potrebbero essere a rischio di infezione dovrebbero sottoporsi regolarmente a controlli e analisi del sangue: è un esame del sangue molto semplice.

Come dovremmo rispondere alle notizie che la sifilide sta aumentando?

Innanzitutto, tutti dovrebbero leggi il rapporto! Nel rapporto, suggeriamo azioni basate sull'evidenza.
In generale, dobbiamo riconoscere la tendenza generale ad aumentare le IST e adottare misure per affrontarla.
La sifilide sta aumentando rapidamente e anche i dati mostrano aumenti simili di gonorrea, clamidia e altre infezioni. Stiamo assistendo a un'epidemia in evoluzione e in qualche modo oscurata da altri eventi sanitari, quindi dobbiamo spargere la voce.
Vorremmo vedere maggiori sforzi nel promuovere comportamenti sessuali più sicuri, promuovere un uso coerente del preservativo e incoraggiare le persone che non usano costantemente il preservativo a esibirsi per test frequenti. Ad esempio, le persone che assumono PrEP di solito ricevono un test STD ogni tre mesi, ed è fantastico, perché è possibile diagnosticare un'infezione molto presto, trattarla e ridurre le possibilità di trasmissione.
Suggeriamo molte altre risposte, come servizi di gestione dei partner efficaci. In cliniche specializzate che si occupano di sifilide, normalmente ci sarebbe un operatore sanitario designato (di solito un infermiere) che chiederebbe alla persona a cui è stata diagnosticata la sifilide se sanno chi potrebbe aver passato la sifilide o se è già passata. a riguardo.
Questa infermiera aiuta quindi la persona a inviare un messaggio anonimo o confidenziale a questi partner sessuali per chiedere loro di sostenere il test, tentando nuovamente di interrompere la trasmissione.
Crediamo anche nell'importanza dell'educazione per i clinici e per la popolazione sessualmente attiva in generale.
Molti clinici ritengono che la sifilide sia deceduta nel decennio 1980, quindi non sono così consapevoli come dovrebbero essere che la sifilide è in aumento e dovrebbe essere testata più spesso anche nelle persone senza sintomi.
L'educazione sessuale nelle scuole non dovrebbe riguardare solo l'HIV. I giovani dovrebbero essere consapevoli della sifilide e di altre malattie sessualmente trasmissibili che sono così facilmente curabili ma così facilmente perse.
Ci sono interventi che vorremmo che gli Stati membri adottassero, come ad esempio una strategia nazionale STI, come pochi paesi attualmente hanno. Vorremmo anche vedere piani d'azione nazionali per controllare la sifilide.
Un altro esempio: ci sono prove che i "punti di controllo" stanno funzionando bene.
Sono essenzialmente cliniche a bassa soglia, che non sembrano cliniche formali, e sono state introdotte in diverse città europee, tra cui Barcellona, ​​Atene e Londra.
Le persone possono semplicemente presentarsi e fare un test.
Questi servizi sono molto efficaci, specialmente per alcuni gruppi di uomini che fanno sesso con uomini che sono maggiormente a rischio.
Tradotto da Claudio Afonso (nome adottato formalmente in onore di mio padre) in 17 novembre 2019 dal soffitto scritto e pubblicato da Greta Hughson em 29 agosto 2019
Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web dell'ECDC..
Questa funzione è apparsa nel numero di agosto di 2019 di Eurobulletin..

Mantengo questo blog, quasi senza aiuto, dall'anno 2000! siamo alla fine di 2019

Nessuno è così povero da non poter aiutare almeno una volta. A te la scelta. E Dio testimonia le tue opzioni

Per aiutare con $ 10,00 Per aiutare con $ 20,00 Per aiutare con $ 50,00 Per aiutare con $ 100.00




























Ciò che viene dopo l'immagine non è per te pensare:
"Wow! Come ha sofferto!
Spetta a te metterti in testa che puoi passare ancora di più!
Quando scrivo che c'è vita con l'HIV è questo e molto altro che parlo !!!

Nonostante l'infezione da HIV, e anche raramente, posso sorridere!