Immagine predefinita
Io, Claudio. Alcuni articoli personali e osservazioni!

Il dolore cronico è un grosso problema tra le persone con HIV o AIDS

La carica virale non rilevabile non minimizza il dolore cronico causato da neuropatia periferica HIV È un problema complesso che mi sembra irrisolvibile, ed è stato il fattore di squilibrio in questa lotta che non so più se è una lotta per la vita o una lotta per la sanità mentale. Ieri sera il dolore è arrivato durante il sonno e ha generato un incubo orribile! Triste, oscuro e cupo, mi sono svegliato, molto vicino alle lacrime e alla frase volgare nella mia mente:

È solo "girovagare per la mano in quella mezza dozzina di compresse extra e c'è un'epatite tossica da un lato, un arresto cardiorespiratorio dall'altro, e nemmeno Dio può salvarti da te stesso ...

Ma penso a Mara, al dolore indicibile di lei e al pensiero e all'idea. Questa lotta, la lotta contro mm, va ancora lontano! ma ammetto che ho bisogno di te, le persone che mi leggono, più di quanto tu abbia bisogno di me!

Non commettere errori, con la piccola luce che cerco di fare per il tuo cammino, vedo tutta l'oscurità che ancora dimora in me!

Il dolore cronico è un problema enorme e poco riconosciuto dagli operatori sanitari nel trattamento di persone con HIV o AIDS

Il dolore cronico può essere un disturbo? Sì!

Qui, mentre scrivo, ho appena imparato un altro lancio creativo di torture neuropatiche, dallo sterco del dolore cronico.

Alcune persone dimenticano i fatti la gente dimentica di piccoli fatti

ecco:

Sono stato avvertito dal mio corpo che forse, ed è solo un forse, potrei perdere, a poco a poco, la mobilità. Molti lottano per la carica virale non rilevabile nella ricerca di un nuovo test HIV "non reagente". Carico virale non rilevabile contraddicendo anche i pulhas, i filibustieri, i fanatici e gli imbroglioni di turno, facendo pagare i pedaggi per attraversare l'ingresso al paradiso, non è cura !!!!!

Il carico virale non rilevabile non rappresenta la cura e, quindi:

Lucchetto mille, per evitare la consegna dell'atto di casa. la carica virale non rilevabile non è una cura
La carica virale non rilevabile non è una cura

Smetti di essere stupido e sciocco, mantieni l'atto della casa in un deposito sicuro e protetto in altre sette casseforti, ognuna con sette serrature, ogni lucchetto con sette chiavi

Non lo hai mai imparato?

Ma siccome è solo un forse, un dannato forse e, anche se fosse una certezza, non potevo, non ora e nemmeno lamentarmi dei difetti di un semplice muscolo della gamba destra, il muscolo esterno della coscia rimane dormiente e il tocco del tessuto dei pantaloncini sulla pelle porta alla pelle.

Quando graffio ....Quando graffio ....

PUTS CRICKET SÌ SÌ DÓI

La vita è un Dolby Surround, con sei canali, perché uno di questi è il subwoofer. Non senti i subgravi, li senti.

Il dolore cronico della neuropatia periferica dell'HIV ruberà sicuramente ...
Il dolore cronico della neuropatia periferica dell'HIV ti ruberà senza dubbio la pace. In questo modo, indietro, perché non ne vale la pena! USA LA T-SHIRT MALDITA

Perché, che è valido, per me, si tratta di autocommiserazione: <iframe src = "https://open.spotify.com/embed/track/6yHvyWS54rs4Kmwfocx0W4" width = "300" height = frameborder "380" = "0" allowtransparency = "true" allow = "encrypted-media"> </ iframe>

Il dolore cronico distrugge la mia qualità di vita e ho pensato anche al suicidio

La coesistenza con il dolore cronico non solo diminuisce la qualità della vita, ma è anche correlata a esiti di salute inferiori legati all'HIV.

Durante i primi quindici anni dell'epidemia di HIV, la sopravvivenza pura era l'obiettivo principale tra i ricercatori, i medici e le persone che convivono con il virus uniformemente.

Come fermare non solo la mortalità. Era anche una questione di fermare la morte, la folle carovana di morti che anche io, ignorante e insensibile a tutto e tutti gli avvertimenti, guardavo, come * manuel, DJ, e sua moglie, oltre che piccola, meno di due anni, morta, all'improvviso, in uno spasmo di giorni 147!

La morte è stata, sempre, la grande inevitabilità. Ma questa non è una grande differenza! O è?

E la sua vita non è andata molto lontano.

Ricordo ancora, ero un idiota, di avergli chiesto come erano "le feste".

Lui rispose tacitamente,

Abbiamo festeggiato con riso e ali di pollo ....

E mi sono ricordato dei giorni in cui, se avessi riso e pollo allo stesso tempo, li avrei divisi con più persone 5, forse di più.

Anche lì e poi, non potrei sopportare la vittimizzazione. Proprio come sapevo dell'esistenza dell'AIDS e non me ne importava, così ha fatto e, che sia o meno come me, ha gettato la palla alla ruota della roulette e il numero non ha colpito!

Ma la perversità delle persone di notte e di notte

L'indifferenza di molti è molto simile all'indifferenza di uno. C'è chi mi ha detto: se c'è qualcuno che voglio aiutare ...

Il dolore di ricevere un pugnale nella schiena è molto più grave della neuropatia periferica
Se hai bisogno di qualcosa ...

Per non parlare del carosello di infiderença umana bocca di lusso (spazzatura? Non lo so ...) Ho visto persone che cadono a pezzi in un liquido all'ingresso della banc'ria agenzia portentosi affiancato il COPAN, con assoluta indifferenza, che comprendeva e comprende il mio indifferenza personale e istituzionale, perché l'unica volta che ho provato, fallito e fallito (sorpreso?) ho rinunciato!

Sopravvivere ad ogni costo, ecco cosa cercavamo, sopravvivendo

E questo era l'obiettivo dello staff medico di ciascun centro ospedaliero:

Tenere vive le persone con HIV e AIDS!

Lo sforzo ciclico di mantenere vivo l'ignorato, perché non c'era tempo, il tempo del dolore

Questo fu il primo e travolgente, quasi ciclico passo nello sforzo di prendersi cura degli individui sieropositivi. L'AIDECTICS, con il dovuto rispetto.

E poi, con l'avvento della terapia antiretrovirale di combinazione altamente efficace (ART) in 1996, l'HIV è diventata un'infezione gestibile e l'aspettativa di vita tra coloro che hanno contratto il virus ha iniziato la loro marcia lunga, graduale e graduale verso normalità (...).

Una volta sopravvissuti, ecco i veri problemi di convivenza con l'HIV o l'AIDS

E così, nel corso degli ultimi due decenni, ricercatori e clinici nel campo dell'HIV ampliato e spostato la loro attenzione per comprendere ciò che è noto come comorbidità (seconda fase): altre condizioni di salute e gravi coesistenti comuni tra le persone affette da HIV, tra cui le malattie cardiovascolari Diminuzione della malattia e tumori che definiscono l'AIDS.

Fin dall'inizio, le persone con HIV hanno avuto problemi con il dolore cronico - ampiamente considerato una preoccupazione per la qualità della vita, o il terzo passo per aiutare le persone con HIV a vivere una vita lunga, sana e felice. Si stima che 54 a 83% della popolazione infetta da HIV è sovraccaricato di questo carico critico. È interessante notare che questi alti tassi di dolore apparentemente sono rimasti stabili tra i periodi pre-e post-1996 dell'epidemia.

La ricerca di trattamenti migliori

Nonostante la prevalenza del dolore cronico tra le persone con HIV, la comunità di ricerca ha ancora una lunga strada da percorrere quando si tratta di indagare su cause e trattamenti efficaci, in particolare terapie non farmacologiche, per il dolore cronico tra le persone con HIV.

Secondo un recente studio pubblicato sul Journal of Acquired Immune Deficiency Syndromes, convivere con il dolore cronico tra quelle persone affette da HIV che non prendono la terapia con oppioidi a lungo termine è stato associato ad una probabilità quasi 50% in più mal aderire ARV e una doppia possibilità di sperimentare fallimento virologico, in cui il virus da un individuo recupera, nonostante il fatto che ha ricevuto il trattamento per l'HIV.

"Ecco, il terzo passo, il passo della qualità della vita, colpisce davvero la salute," dice l'autore principale dello studio, Jessica S. Merlino, MD, PhD, professore associato di medicina interna e malattie infettive presso l'Università. Dipartimento di Medicina, Pittsburgh. Ci sono una ricerca che suggerisce che il dolore cronico altera in modo significativo la funzione fisica ed emotiva delle persone che vivono con l'HIV ed è associato a risultati peggiori dell'HIV ".

Dolore cronico e terapia comportamentale

Dopo uno studio pilota di successo, Merlin ha recentemente ricevuto una donazione di $ 3 milioni dal Istituti nazionali di salute (NIH) per valutare un programma di terapia comportamentale come una forma di trattamento per il dolore cronico tra individui sieropositivi. Dopo aver cercato informazioni dai membri di questa popolazione, Merlin ha visto il programma come una componente di supporto tra pari nel modello di Alcolisti Anonimi, in parte per aiutare a mitigare il isolamento sociale le persone con dolore cronico spesso sperimentano.
Jessica MerlinJordan Beckham / UPMC

The Scope of Chronic Pain Problem

A proposito di 42 a 66 per cento della popolazione affetta da HIV sperimenta ciò che è noto come la neuropatia sensoriale periferica, e circa la metà a tre quarti di queste persone l'esperienza del dolore neuropatico - dolore causato da danni ai nervi - un risultato. La condizione può essere causata da ARV anziani - Zerit (stavudina o d4T), Videx (didanosina o ddI) e Hivid (zalcitabina o DDC) - che non sono più comunemente utilizzati, così come il virus stesso.

Esistono prove che il diffuso dolore cronico nelle persone con HIV può mettere qualche rischio di sviluppare un'altra condizione cronica: dipendenza da oppioidi, nota anche come disturbo da uso di oppioidi. A recenti studiare di 4.600 adulti in trattamento per il virus in quattro cliniche urbane statunitensi tra 2006 e 2010 lo hanno trovato La percentuale di 39 aveva ricevuto almeno una prescrizione per i farmaci oppioidi; questi soggetti hanno ricevuto una mediana di due di queste prescrizioni all'anno. I ricercatori concluso molte di queste persone con HIV erano probabilmente ad alto rischio di sviluppare la tossicodipendenza.

La finestra immunologica ti fa soffrire così tanto che mi fa molto arrabbiare

Guardalo! Ho il dolore. E NON PASSANO. Prendo quel maledetto metadone insieme ad Amitril e se ne va! Va bene, io "tappo" e dormo per circa due ore. O no, sono qui, come ora, tra i due mondi. E ho letto merda come questa che ho letto nel primo paragrafo! Se prendo AAS non risolve nulla. Ti piacerebbe rimanere sulla mia sedia? Pensa a un dolore che sembra iniziare nella tua anima, circola attraverso il tuo neurone e poi torna all'anima e ricomincia il Looping! Staresti con AAS e Cibalena?

Tradimento di un amico Né fa male tanto! Io attesto e io do fede! Neuropatia periferica uguale a soda caustica

Whitney Scott, PhD, è una postdoctoral fellow in psicologia della salute al King's College di Londra e autrice principale di una nuova meta-analisi sull'HIV pubblicata sulla rivista Pain, pubblicata sulla rivista Pain per lo studio del dolore. Lei e i suoi colleghi hanno esaminato gli studi 37, la maggior parte dei quali dagli Stati Uniti, che includevano gli individui 13.000 nel tentativo di comprendere meglio i fattori psicosociali associati al dolore persistente tra gli individui Individui sieropositivi

"Sappiamo che il dolore è molto più di una semplice sensazione fisica nel corpo", afferma Scott.

Questo confermo. il impressione che la morte avrebbe alleviato (è solo un'impressione sciocca) è un invito. Il ticchettio dell'orologio glielo dice, ora manca davvero il risultato! Che succede? Sei in metadone o gabapentin? Perché non prendi entrambi e, vedi, raddoppia la dose di entrambi, non "uccide nessuno"! E hanno ancora il seguito:

"I fattori psicosociali come i pensieri, l'umore e i modelli di comportamento di una persona fanno parte dell'esperienza del dolore e possono influenzare l'impatto che il dolore ha sulla vita di una persona".

Sembra una merda per vivere? perché Non pensare che sembra solo!

E le persone hanno bisogno di capirlo l'amore è una sensazione bellissima, ma i preservativi sono necessari!

Annunci

Pubblicazioni correlate

Commenta e socializza. La vita è migliore con gli amici!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Soropositivo.Org, Wordpress.com e Automattic fanno tutto ciò che è alla nostra portata per quanto riguarda la tua privacy. Puoi saperne di più su questa politica in questo link Accetto l'informativa sulla privacy di Soropositivo.Org Leggi tutto in Informativa sulla privacy

Informativa sui cookie e sulla privacy
WhatsApp WhatsApp Us
Hai bisogno di parlare? Ci sono tre persone qui che forniscono servizi di volontariato nei loro mezzi.