Dolore neuropatico per l'HIV: sono venuto a stare

Immagine predefinita

Il dolore neuropatico da HIV è un triste inferno

Dolore neuropatico per l'HIVIl sollievo o la mitigazione del dolore nei pazienti sieropositivi è molto simile al trattamento dei pazienti che soffrono di neoplasie. Il dolore è un sintomo costantemente correlato ai pazienti infetti dal virus dell'immunodeficienza umana, anche se nelle persone con emocromo. CD4 nel campo della sicurezza e senza la presenza di malattie opportunistiche o le neoplasie che caratterizzano AIDS come il sarcoma di Kaposi. I principi di determinazione e trattamento del dolore nei pazienti HIV non sono affatto diversi dai malati di cancro e dovrebbero essere prescritti e forniti dallo stato per l'HIV o con AIDS già definito.

Pain Deters HIV neuropatico, cerca, abusi e distrugge i migliori obiettivi

La prevalenza del dolore negli individui HIV varia a seconda del gli individui variano a seconda dello stadio della malattia metodologia di cura e trattamento. Le stime dell'incidenza del dolore negli individui sieropositivi mostrano un universo di circa 40 a 60%, con una prevalenza del dolore che peggiora mentre la malattia progredisce. Anche con i progressi di Anche con i progressi nei trattamenti 38% dei pazienti ambulatoriali di persone affette da HIV ha riportato dolore maggiore in uno studio prospettico sulla preponderanza del dolore. La metà di quelli con AIDS ha riferito "un po 'di dolore mentre solo un quarto lo ha fatto all'inizio dell'infezione da HIV riportando un qualche tipo di dolore. I pazienti hanno avuto un'incidenza media di due o più dolore simultaneo disabilitante più volte. Recenti rapporti ambulatoriali su uomini affetti da HIV hanno mostrato che quasi il trenta percento di coloro che erano pazienti asintomatici,Recenti relazioni ambulatoriali sui maschi HIV hanno dimostrato che quasi il 30% di quelli che erano pazienti asintomatici, poco più del cinquantacinque percento di quelli senza malattie che definiscono l'AIDS e l'ottanta percento di quelli con AIDS ha riferito uno o più sintomi dolorosi per un periodo di tempo superiore a mezzoottanta giorni.

Uno studio del dolore in pazienti HIV + in sistema ospedaliero ha rivelato che più della metà di tutti i pazienti richiesto procedura medica per almeno attenuare il dolore; con il dolore e dimostrando come qualcosa intorno il trenta per cento dei reclami (indice inferiore solo la prevalenza di febbre). Notiamo che poco più della metà, 3% dei malati di AIDS in fase avanzata, trattati nelle case sostegno, di sofferenza nel dolore.

La neuropatia e il dolore neuropatico per l'HIV mi fanno, Cláudio Souza, dal Soropositivo.Org svegliarsi, spesso urlando

Le sindromi dolorose più comunemente riportati negli studi fino ad oggi includono la neuropatiadolore doloroso il dolore sensoriale periferica a causa di prolungati sarcoma di Kaposi, mal di testa, dolori e faringea addominale, artralgie e mialgie, oltre a dolorose condizioni dermatologiche. Le neuropatie periferiche correlate all'HIV sono spesso condizioni dolorose che colpiscono fino al 30% delle persone con AIDS e sono caratterizzate dalla sensazione di bruciore, formicolio o anestesia sull'estremità colpita. Diversi farmaci antivirali, come la didanosina o didanosina o salcitabina gli agenti chemioterapici utilizzati nel trattamento del sarcoma di Kaposi (vincristina), così come la fenitoina e l'isoniazide, possono anche causare neuropatie periferiche dolorose.

Un display di Dolore neuropatico per l'HIV

sindrome di Reiter, artrite reattiva e polimiosite sono condizioni dolorose riportati in infezione precoce da HIV. Tuttavia, ci sono molti altri oppor reumatologica dolorosa soropositios includono varie forme di artrite (sindrome da dolori articolari, artrite settica, artrite psoriasica), vasculite, sindrome di Sjogren, polimiosite, miopatia utilizzando AZT (zidovudina) e dermatomiosite.

Condizioni associate a dolore cronico o intermittente comprendono infezioni intestinali con microbatteri avium-intracellulare e Cryptosporidium che causano spasmi e dolore addominale intermittente, epatosplenomegalia, con conseguente distensione addominale e dolore, mughetto orale e dell'esofago, causando dolore mentre il paziente sta mangiando e la deglutizione e grave spasticità associata a encefalopatia, che causa spasmi muscolari dolorosi.

Le condizioni correlate all'HIV che causano dolore acuto nei bambini includono meningite e sinusite, che provocano forti mal di testa; otite media; herpes zoster; cellulite e ascessi; dermatite da candidosi grave e carie dentale.

Il dolore in pazienti HIV +

Dolore neuropatico per HIV e HIV

Il paziente sieropositivoPaziente sieropositivo vive sotto stress stressanti a tutti i livelli nel corso della sua malattia, che ahimè, si evolve in modi estremamente diversi per ogni paziente, inclusa la dipendenza, l'incapacità e la paura del dolore e per plasmare un quadro molto stressante, l'ansia con la possibilità di una morte molto dolorosa. Questi frame di ansie sono universali; stress psicologico, eppure anche questo stress varia da persona a persona e dipende dal supporto sociale, e lo shock psicologico, eppure anche questo stress varia da persona a persona e dipende dal supporto sociale, dall'aiuto familiare in alcuni casi il perdono difficile da trovare del coniuge e un'imprevedibile auto-affermazione individuale, tipo di personalità e fattori medici come l'estensione o lo stadio della malattia. In uno studio ambulatoriale sul dolore in pazienti con HIV in trattamento, il fattore di depressione era significativamente correlato con la presenza di dolore.

Oltre ad essere significativamente più stanchi e depressi, quelli con dolore (40%) avevano il doppio delle tendenze suicide rispetto a quelli senza dolore (20%). Il dolore nei pazienti HIV + era funzionalmente danneggiato, più depresso, più soggetto a disoccupazione o disabilità, e riportava meno sostegno sociale.

Bambini che vivono conDolore neuropatico per l'HIV e con dolore e HIV ad esso collegati in ciò che chiamano eufemisticamente comunità

bambini sieropositivi, in origine generali in famiglie a basso reddito, di grandi dimensioni bambini-e-AIDS 300x199vulnerabilità sociale a causa della povertà in quelle che oggi vengono chiamate "comunità" e vi è un'alta prevalenza del consumo di droghe in tutti i settori, compresi quelli iniettabili. Molte famiglie hanno più di un membro infetto e le perdite multiple di AIDS in una famiglia sono comuni. Ciò influisce sul modo in cui le famiglie affrontano la malattia e, successivamente, sul dolore che provoca. La colpa dei genitori, che spesso porta alla negazione della malattia, può anche comportare la negazione del dolore del bambino e la resistenza a un'adeguata gestione del dolore; D'altra parte, gli utenti deviano i farmaci per mitigare il dolore infantile e prenderli per "uso ricreativo" e non c'è modo per i sistemi sanitari di monitorare questi eventi e la sofferenza del bambino rimane inalterata. conto delle loro vulnerabilità associate a scarse capacità comunicative associate alla pressione dell'autorità parentale (...).

Dolore neuropatico per l'HIVE quelli che paiono danno droghe ai loro pazienti

Paura di dipendenza e preoccupazioni per l'abuso di droghe ricreativeall'abuso di droghe ricreative influenzare sia l'acquiescenza del paziente che la somministrazione clinica degli analgesici oppioidi e, di conseguenza, porta a sottoporre a terapia i pazienti affetti da HIV-positivi o malati di AIDS. Sfortunatamente, è molto problematico trattare il dolore dei pazienti nel crescente segmento di consumatori di sieropositivi Utenti HIV-positivi di droghe ricreative

papavero 1540284.jpg

L'abuso di droga è anche problematico nella popolazione pediatrica di HIV. Molti bambini con infezione da HIV provengono da famiglie in cui l'abuso di droga per via endovenosa è o è stato un problema. Oppure hanno genitori tossicodipendenti attivi o sono in trattamento di recupero per abuso di droghe, o vivono in famiglie numerose e hanno avuto esperienza con l'abuso di droga da parte dei parenti.

Il trattamento generale dei bambini sieropositivi è lo stesso di bambini che soffrono di cancro. La gestione del dolore nei bambini in questa condizione può essere complicato per la frequenza delle encefalopatie e ritardi di sviluppo legati a questi fenomeni sociali sono difficili da risolvere, anche a lungo o lunghissimo termine.

Dolore neuropatico per HIV e legislazione

Ciò richiederebbe un grande cambiamento nella legislazione, l'educazione, i costumi, l'equa distribuzione del reddito (una perversione abominevole) dove grandi fortune dovevano pagare tasse elevate e, in un altro modo, un feroce di controllo, con punizioni draconiane contro la corruzione a livello il corrotto e corruttore, portando magari in un centinaio di anni qualche cambiamento, vedo, con estrema pessimismo.

Tornando alla portata del testo, che per una serie di esperienze che ho divagato, di solito è difficile determinare se un bambino con encefalopatia, che non si può parlare, sta vivendo nel dolore. L'attenta osservazione e valutazione delle risposte di questo bambino tenta di farmaci del loro dolore possibile, utilizzando ogni cautela per evitare interazioni farmacologiche o impatti sulla salute del fegato di questo bambino può, e sembra essere il modo migliore per sopprimere il dolore di questo bambino.

La visione del problema del dolore neuropatico per l'HIV
Dolore neuropatico per l'HIVDolore neuropatico per l'HIVDolore neuropatico per l'HIV

Il cancro viene diagnosticato in più di 1 milioni di americani ogni anno. Il cancro provoca 1 ogni 10 morti in tutto il mondo ed è sempre più diffusa negli Stati Uniti, dove, secondo l'American Cancer Society, a causa 5% di tutti i decessi, circa 1.400 morti al giorno.

Il dolore associato con il cancro è spesso poco trattati (sub-medicati) negli adulti e nei bambini. I malati di cancro hanno spesso problemi con dolore molteplici e difficili da gestire. Il dolore causato da cancro può essere dovuto alla progressione del tumore e disturbi correlati (ad esempio:. Danni neurologici), le operazioni, e altre procedure invasive per la diagnosi o la terapia, con la chemioterapia o avvelenamento da radiazioni, infezioni, o dolori muscolari quando limitano pazienti attività fisica.

Dolore neuropatico per l'HIVDolore neuropatico per l'HIV

L'incidenza del dolore nei pazienti oncologici dipende dal tipo e dallo stadio di l'incidenza del dolore nei pazienti oncologici dipende dal tipo e dallo stadio della malattia Quando diagnosticato in uno stadio intermedio, 30 e 45% dei pazienti hanno dolore da moderato a severo. In media, circa il 75% dei pazienti con cancro avanzato ha dolore. Dei pazienti oncologici che hanno dolore, 40 a 50% lo segnalano da moderato a grave e altri 25 a 30% lo descrivono come molto grave.

In circa il 90% dei pazienti, il dolore da cancro può essere controllato con mezzi relativamente semplici, eppure una dichiarazione di consenso del National Cancer Institute sul dolore da cancro indica che “i sintomi di sottopressione del dolore e altri sintomi del cancro sono un grave problema e l'abbandono della salute pubblica. "L'Istituto ha concluso che" ... ogni malato di cancro dovrebbe avere l'aspettativa di controllo del dolore come un aspetto integrale del loro trattamento nel corso della malattia. "

Grazie al controllo del dolore oncologico è un problema di portata internazionale, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dato priorità ciascuna nazione dà grande priorità alla definizione di una politica di alleviare il dolore da cancro. Negli Stati Uniti, molte organizzazioni hanno lavorato con questo obiettivo.

Dolore, perdita di controllo e qualità della vita

Il dolore da cancro può scomparire con la cura del paziente o continuare indefinitamente come una complicazione delle terapie curative. Sebbene si pensi che il dolore da cancro sia spesso una crisi che emerge nelle fasi avanzate della malattia, può verificarsi per una serie di ragioni e causare sofferenza, perdita di controllo e qualità della vita. vida durante il trattamento del paziente, anche per il paziente le cui condizioni sono stabili e la cui aspettativa di vita è lunga.

da tasca-436567
Il tempo per chi vive "nel dolore" trascina e fa passare un giorno come il passare di un secolo ...

La sofferenza deriva da un ampio trattamento e dalle sue conseguenze per l'autostima e la vita del paziente, nonché da una limitazione limitata delle opzioni per affrontare i sintomi o i problemi del cancro, un senso di perdita personale e una limitazione della speranza. "La sofferenza può includere dolore fisico, ma non si limita affatto ad esso ... Più spesso, la sofferenza può essere definita come uno stato di grave esaurimento associato ad eventi che limitano l'integrità di una persona ... La sofferenza dei malati di cancro terminali può spesso essere sollevato dimostrando che il tuo dolore può davvero essere controllato. "

Il dolore può esacerbare la sofferenza di un individuo quando perde la speranza, diventa ansioso e depresso. Shock e incredulità, seguiti da sintomi di ansia e depressione (irritabilità e perdita di appetito e sonno, incapacità di concentrarsi o impegnarsi in attività ordinarie) sono comuni quando le persone scoprono di avere un cancro o di scoprire che il trattamento è fallito o che la malattia è tornata. manifestare. Questi sintomi di solito si attenuano nel giro di poche settimane con il sostegno della famiglia e dei tutori, sebbene durante i periodi di crisi possano essere necessari farmaci sedativi per farli dormire e ridurre l'ansia. "L'alleviamento della sofferenza e la cura delle malattie possono essere visti come obblighi concomitanti del professionista medico che si dedica davvero alla cura dei malati."

Nota: l'impegno per alleviare il dolore è una componente essenziale dell'approccio clinico e l'obbligo etico di beneficiare senza danno; i professionisti della salute dovrebbero rimanere molto bene informati sulla gestione del dolore, anche quando i programmi attuali non lo fanno i professionisti della salute dovrebbero rimanere molto bene informati sulla gestione del dolore, anche quando i programmi attuali non lo prevedono

Le persone coinvolte nella gestione del dolore neuropatico per l'HIV devono avere alcune cose in mente

controllo personale si riferisce alla capacità dei singoli pazienti di adattarsi alle circostanze immediate e quelle derivanti attraverso azioni personali, tra cui:

  1. prevedere gli eventi,
  2. hanno scelte di opzioni di trattamento,
  3. mantenere una capacità di repertorio per il trattamento,
  4. l'accesso e l'uso informazioni pertinenti e
  5. l'accesso e il sostegno sociale uso o altro.

controllo personale è scosso quando il tumore è diagnosticato e monitorato per il dolore continuo, procedure invasive o causare sequele quali amputazioni, inebrianti trattamenti, l'ospedalizzazione e la chirurgia. Quando il dolore si riduce opzioni di controllo del paziente, diminuisce il loro benessere psicologico e ti fanno sentire senza speranza e vulnerabile. Pertanto, i medici dovrebbero sostenere la partecipazione attiva dei pazienti a metodi efficaci e pratici di controllo del dolore.

qualità della vitaLa qualità di vita dei pazienti con dolore da cancro è significativamente peggiore rispetto a quella dei pazienti senza dolore da cancro.

Il dolore in pazienti con cancro o l'AIDS raggiunge quattro settori del senso della qualità della vita:

  1. la fisica,
  2. psicologico,
  3. spirituale e
  4. sociale.

Familiari e persone care di pazienti con dolore azione, spesso in maniera quasi identica alla sofferenza del paziente per tutta la durata di questa sofferenza, con la perdita del controllo (dolore) e la qualità della vita così come lo stress psicologico e sociale che può provocare danni psicologici / psichiatrici che possono essere irresolvíveis in una vita. La famiglia che fornirà bisogno di sonno cura e rispettare i limiti della loro cura e hanno esigenze socio-economiche e le paure legate ai costi di trattamento.

Anche in assenza di elementi di stress psicologico, emotivo e fisico, la famiglia può sentirsi impreparati ad affrontare le diverse esigenze del paziente. Hanno spesso bisogno di alleviare il dolore, prendere decisioni circa la quantità e il tipo di farmaco e per determinare la dose di farmaco dovrebbe essere dato. Con sofisticate strategie di controllo del dolore richiede loro di affrontare con regimi di farmaci complessi che coinvolgono i farmaci parenterali o infusioni epidurali a casa.

Alcune famiglie sono riluttanti a fornire adeguate dosi di analgesici per il timore che il paziente diventa dipendente o deficienze respiratorie dipendenti o presente. I medici dovrebbero rassicurare i pazienti e le famiglie che la maggior dolore può essere alleviato in modo sicuro ed efficace. I membri della famiglia possono sentirsi impreparati ad affrontare le esigenze del paziente dolore o negare il paziente si sente dolore, evitando di affrontare la possibilità che la malattia sta progredendo. Queste situazioni richiedono discussioni in corso tra pazienti, famiglie e medici specializzati nella gestione del dolore.

Il dolore e le modalità di controllo del dolore

metadona.jpg

L'anatomia, fisiologia e farmacologia di analgesia sono stati ampiamente studiati. Un importante passo avanti è stata la scoperta di neurotrasmettitori che collegano il cervello al midollo spinale e modulano l'attività dei neurotrasmettitori spinale. Questi conduttori, così come altri midollo spinale rispondono ad altri analgesici oppioidi e come pure a stimoli sperimentali e psicologiche, tra cui lo stress per produrre analgesia. È stato ipotizzato che l'attivazione di questo sistema di controllo mediante l'azione di oppioidi indigene come B-endorfine e enkefalinas può causare il fenomeno di analgesia placebo e apparente effetto analgesico di agopuntura in alcune circostanze cliniche.

doloreIl dolore può essere definito come "un'esperienza sensoriale ed emotiva associata a un danno tissutale reale o potenziale o descritta in termini di tale danno". Sebbene i meccanismi del dolore e i loro trasmettitori siano meglio compresi, si dovrebbe sottolineare che la percezione dell'individuo di dolore e la valutazione del suo significato sono un fenomeno complesso che coinvolge processi psicologici ed emotivi, nonché l'attivazione di trasmettitori nocicettivi. L'intensità del dolore non è proporzionale al tipo o all'estensione del tessuto danneggiato, ma può avere un'influenza sul sistema nervoso. La percezione del dolore dipende dalle complesse interazioni tra impulsi nocicettivi e non nocicettivi nei neurotrasmettitori ascendenti rispetto all'attivazione dei sistemi discendenti inibitori del dolore.

È necessario un approccio multidisciplinare che cerchi di comprendere e alleviare il dolore senza prurito moralistico

CLAUDIO: Nella mia modesta visione, tutto ciò che devi fare è pensare al tuo corpo, bruciare senza fiamme attorno a esso e valutare se accetti o meno la marijuana o il rispetto in un'atmosfera di 30 metano per alleviare il dolore! A causa di altri, è un rinfresco!

Dolore neuropatico per l'HIV
A Finestra immunologica ti fa soffrire così tanto che mi fa molto arrabbiare.

Questo set è alla base di un approccio globale e multidisciplinare alla cura e al trattamento del dolore e si adatta all'osservazione clinica che non esiste un approccio semplice per un efficace controllo del dolore. Piuttosto, il controllo del dolore individualizzato dovrebbe adattarsi allo stadio della malattia, alle condizioni mediche concorrenti, alle caratteristiche del dolore e alle caratteristiche psicologiche e culturali del paziente. Richiede anche una valutazione continua del dolore e dell'efficacia del trattamento. La migliore scelta di modalità di solito cambia quando cambiano le condizioni del paziente e le caratteristiche del suo dolore. È importante che l'efficacia della modalità analgesica utilizzata separatamente o in combinazione sia attentamente il metodo analgesico utilizzato separatamente o in combinazione viene attentamente valutato.

Ogniqualvolta presenza di dolore, medici dovrebbero fornire sollievo efficace valutazione di routine e trattandolo con l'uso di una o più delle forme di realizzazione qui descritte. (Ma la cosa più corretta è il rinvio al dolore clinica del medico, che ha maggiori sussidi per un trattamento appropriato.)

L'OMS riporta i progressi nei dosaggi e nei tipi di analgesici per una gestione efficace del dolore. Quando questo tipo di trattamento non invasivo è inefficace, le modalità alternative includono altre forme di somministrazione di farmaci, blocchi nervosi e neurochirurgia ablativa. I pazienti che ricevono trattamenti in vari gradi di invasività possono anche trarre beneficio da altre modalità; Il numero di pazienti che hanno ricevuto queste modalità sia separatamente che in combinazione non è stato ben documentato. Sono necessarie ricerche per determinare l'efficacia di molte di queste modalità utilizzate separatamente o in combinazione per diversi gruppi di pazienti in vari segmenti.

Le barriere di controllo efficace del dolore

Il controllo del dolore è spesso ostacolato inutilmente. i professionistimarijuana salute sono raramente addestrati per controllare il dolore, e non può realizzare l'importanza di controllare o anche riconoscere quando un paziente si sente dolore, e può avere paura di prescrivere farmaci oppioidi. Come alcuni medici, i pazienti e le famiglie possono evitare l'uso di oppioidi a causa della loro paura della dipendenza e tolleranza, i pazienti non possono lamentarsi di dolori minori. Tuttavia, si raccomanda che i medici comprendono le spiegazioni per i pazienti e le famiglie circa il dolore e il suo controllo durante il piano di trattamento. Un altro ostacolo è che il controllo del dolore non è tradizionalmente una priorità nel sistema sanitario. il trattamento del dolore non è coperto da assistenza sociale, né facilmente accessibile e le istituzioni sono più preoccupati con la possibile dipendenza da oppiacei da sostanze controllate del paziente o di altro tipo che con l'ottimizzazione nella riduzione del dolore. I medici devono garantire che i pazienti riluttanti a riferire dolore e la paura che la dipendenza e gli effetti collaterali incontrollabili, ci sono modi per alleviare il dolore in modo sicuro ed efficace.

Chatta con i medici per ottenere informazioni sul controllo del dolore, o leggere questa guida e approfondire la ricerca in materia, dovrebbe aiutare i pazienti e le loro famiglie a superare le loro preoccupazioni e le paure che ostacolano l'efficace controllo del dolore.

Il link sopra parla di speranza. Di longevità Perché dovrei voler vivere fino a quando 90 ha sofferto per anni?

Fonte: HIVPositive.com

NOTA DELL'EDITOR SOROPOSITIVO ORG: Dio sa ...
claudio souza
Questo mi è raffigurato il tradimento, in un momento di estremo dolore neuropatico

Un po 'di più per la tua lettura

2 Sembra che qui stia iniziando un dibattito! unirsi

Henry 24 gennaio 2018 23:42:05

Sento un sacco di dolore nella parte bassa della schiena, nei fianchi e nei piedi.

E qui abbiamo questa risposta
Soropositivo.Org di Cláudio Souza 25 gennaio 2018 07:39:26

Guarda questo. I dolori ai fianchi possono rappresentare qualcosa di serio e dovresti prendere il tuo infettologo e riferirlo a lui. Il dolore al piede è qualcosa che dovresti cercare in un ospedale o in un ambulatorio che ha una "clinica del dolore". A São Paulo so una presso l'Ospedale San Camillo, uno nella carità portoghese e anche, anche se lento, ma libera, la clinica del dolore presso l'Ospedale delle cliniche. Ma nel caso dell'HC dovresti necessariamente dipendere da un riferimento specifico fatto dal tuo medico

E qui abbiamo questa risposta

Hi! La tua opinione è sempre importante. hai qualcosa da dire? È qui! Domande? Possiamo iniziare qui!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Automattic, Wordpress e Soropositivo.Org e io facciamo tutto quanto in nostro potere per quanto riguarda la tua privacy. E stiamo sempre migliorando, migliorando, testando e implementando nuove tecnologie di protezione dei dati. I tuoi dati sono protetti e io, Claudio Souza, lavoro su questo blog 18 ore o giorno per, tra le altre cose, garantire la sicurezza delle tue informazioni, poiché conosco le implicazioni e le complicazioni delle pubblicazioni passate e scambiate. Accetto l'informativa sulla privacy di Soropositivo.Org Conosci la nostra politica sulla privacy

%d Bloggers come questo: