Soropositivo.org HIV, AIDS, sesso orale, finestra immunitaria, nuova diagnosi?

La maggior parte dei bambini con HIV ha un recupero del loro sistema immunitario dopo l'inizio del trattamento

Immagine predefinita
Bambini e AIDS

Scritto da NIH

Le cellule T © Russell Kightley

I bambini con infezione da HIV perinatale che iniziano la terapia antiretrovirale (ART) sperimentano un recupero generalmente buono di cellule T CD4, ma la probabilità di raggiungere cellule 500 / mm3 o più è più alto per quelli con immunosoppressione più bassa prima dell'inizio del trattamento, secondo uno studio pubblicato in Edizione 27 di marzo di AIDS.

Paul Krogstad dalla Scuola di Medicina UCLA David Geffen e colleghi hanno valutato la persistenza di bassa conta CD4 nonostante la soppressione virale in HAART in più rispetto ai bambini 900 negli Stati Uniti, nei Caraibi e in America Latina che hanno iniziato il trattamento con l'età di 5 anni o più.

I ricercatori hanno scoperto che dopo 1 anno di soppressione virale sotto ART, 99% di bambini ha raggiunto un conteggio di cellule CD4 di almeno 200 cellule / mm3 - la soglia per molte malattie opportunistiche. Tuttavia, 14% dei bambini aveva ancora un conteggio di CD4 al di sotto delle cellule 500 / mm3 dopo l'anno 1 di soppressione virale e 8% è rimasto al di sotto di questo livello anche dopo 2 anni.

Il tempo impiegato per raggiungere le cellule 500 / mm3 o maggiore con il pretrattamento del conteggio di CD4 diminuito da circa mezzo anno per i bambini che hanno iniziato la terapia con cellule 350-499 / mm3 a 1,3 anni per coloro che hanno iniziato con meno di 200 cellule / mm3. Come i bambini 9 (1%) hanno avuto l'AIDS che definisce gli eventi, tra cui quattro di loro durante i primi mesi 6 con soppressione virale completa (carica virale sotto le copie di RNA 40 per millilitro di sangue).

"ART migliora conta delle cellule CD4 + nella maggior parte dei bambini, ma il tempo necessario per la conta delle cellule CD4 + raggiunge almeno 500 cellule era fortemente dipendente dalla riga di stato immunitario", ha concluso i ricercatori. "Alcuni bambini non raggiungono un numero di linfociti T CD4 + da cellule 500 / [cellule / mm3] nonostante sia stato mantenuto per anni 2 con completa soppressione virologica. Gli eventi che definiscono l'AIDS si sono verificati nel 1% della popolazione, compresi i bambini nei quali è stata raggiunta la soppressione virologica e il miglior numero di cellule T CDXNX +. "

Il testo qui sotto è un estratto da un comunicato stampa. Descrivere l'investigazione in maggior dettaglio

Per la maggior parte dei bambini con HIV e basso numero di cellule immunitarie, hanno mostrato una crescita dopo il trattamento

Lo studio finanziato dal NIH rileva i ritorni di livello delle cellule T normali nel tempo

23 marzo 2015 - la maggior parte dei bambini affetti da HIV che hanno bassi livelli di un conteggio di cellule del sistema immunitario, alla fine di recuperare, dimostrando buoni livelli di cellule T CD4 dopo l'inizio del trattamento, secondo uno studio condotto da ricercatori finanziati dal National Institutes of Health.

CDXNXX + fallimento delle cellule T, uno dei principali bersagli dell'HIV, il rimbalzo dopo che il virus è stato soppresso con il farmaco si verifica in circa il 15% dei pazienti adulti ed è associato a malattie gravi e fatali. I ricercatori hanno condotto lo studio in corso per scoprire in che misura i bambini che sono stati infettati dall'HIV in qualsiasi momento della nascita possono essere a rischio per questa condizione e se questi fallimenti sono stati eseguiti con un alto rischio di infezione grave.

"La buona notizia è che questa condizione si verifica raramente in bambini o giovani con HIV", ha detto l'autore dello studio Rohan Hazra, testa della madre e malattie infettive in età pediatrica presso la filiale NIH Eunice Kennedy Shriver National Institute of Child Health e lo sviluppo umano, dal finanziamento per lo studio. "Relativamente pochi i bambini le cui cellule CD4 + non ripreso non sembrano essere a maggior rischio di infezioni gravi rispetto ai bambini con più elevati CD4 + conta".

Ha aggiunto che i risultati non sembrano modificare le raccomandazioni di trattamento per i bambini con HIV, che includono farmaci antiretrovirali per sopprimere il virus e il monitoraggio periodico degli esami per rilevare i primi segni di qualsiasi infezione grave.

I risultati dello studio sono stati pubblicati online su AIDS, uno studio condotto da un team di ricercatori di diverse istituzioni in Brasile e negli Stati Uniti. Il primo autore dello studio è stato Paul Krogstad della David Geffen School of Medicine dell'Università della California a Los Angeles.

Per condurre la loro analisi, i ricercatori hanno esaminato i dati di tre reti di ricerca che si occupano di più di bambini 3.700 negli Stati Uniti, nel Centro e Sud America e nei Caraibi che sono stati infettati da HIV prima o durante la nascita.

I ricercatori hanno rintracciato il conteggio di bambini 4 di CD933 + per almeno 5 anni da quando hanno iniziato a curare il trattamento anti-HIV. I conteggi sani di CD4 + da altre cellule variano tra le cellule 500-1 800-1200 per campione di sangue. Meno di cellule 500 per campione è considerato basso e 200 o meno per campione è considerato troppo basso. Dopo un anno di trattamento anti-HIV, la percentuale di 86 dei bambini nello studio ha ottenuto un conteggio di CD4 + di 500 o più. Dopo due anni di trattamento anti-HIV, 92% ha superato questa soglia.

I ricercatori hanno anche esaminato la storia medica di questi bambini attraverso i loro registri per i segni di gravi malattie durante il corso del loro trattamento. Conosciuti come gli eventi di categoria C CDC, queste malattie sono un segno del sistema immunitario gravemente compromesso da 0 osservato nelle persone con AIDS. Un totale di nove bambini hanno vissuto questi eventi. Il verificarsi di questi eventi non differiva statisticamente tra il conteggio delle cellule CD4 + al di sotto dell'500 al momento dell'evento (quattro bambini) e quelli con i conteggi superiori a 500 (cinque bambini).

Gli autori dello studio hanno osservato che per gli adulti con bassi conteggi di CD4 + all'inizio del trattamento, il conteggio di CD4 + nei bambini aumenta fino a 500 o più con il passare del tempo dopo l'inizio del trattamento. Ma nonostante tali aumenti, alcuni bambini hanno avuto condizioni di categoria C o altre principali malattie durante i primi tre anni di trattamento dell'HIV. I ricercatori sono stati chiamati per ulteriori studi al fine di comprendere questo aumento del rischio di malattia.

Informazioni su Eunice Kennedy Shriver National Institute of Child Health and Human Development (NICHD): NICHD sponsorizza la ricerca sullo sviluppo, prima e dopo la nascita; salute materna, infantile e familiare; biologia riproduttiva e problemi demografici; e riabilitazione medica. Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web dell'Istituto all'indirizzo http://www.nichd.nih.gov.

Informazioni sul National Institute of Health (NIH): NIH, i paesi di ricerca medica dell'agenzia, comprende istituti e centri 27 ed è una componente del dipartimento di salute e servizi umani. NIH è la principale agenzia federale per condurre e supportare sia la ricerca di base che clinicamente e traslazionale sulla ricerca medica e sta studiando le cause, i trattamenti e le cure per le malattie comuni e le malattie rare. Per ulteriori informazioni su NIH e i suoi programmi, visita www.nih.gov.

Tradotto da originale di Claudio Souza La maggior parte dei bambini con HIV ha un recupero del loro sistema immunitario trattamento

Inviato da Mara Macedo

Riferimento

P Krogstad, K Patel, Karalius B, et al (per conto dello studio HIVAIDS Pediatric Cohort, IMPAACT 219C e NICHD International Website l'iniziativa di sviluppo dei ricercatori). Ricostituzione immunitaria incompleta nonostante la soppressione virologica nei bambini e negli adolescenti con infezione da HIV-1. AIDS 29 (6): 683-693. Marzo 27 di 2015.

Un'altra fonte

National Institutes of Health: per la maggior parte dei bambini con HIV e bassa conta di cellule immunitarie, le cellule rimbalzano dopo il trattamento. Comunicato stampa. Marzo 23 di 2015.

Annunci

Articoli correlati che potresti voler leggere

Commenta e socializza. La vita è migliore con gli amici!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Automattic, Wordpress e Soropositivo.Org e io facciamo tutto quanto in nostro potere per quanto riguarda la tua privacy. E stiamo sempre migliorando, migliorando, testando e implementando nuove tecnologie di protezione dei dati. I tuoi dati sono protetti e io, Claudio Souza, lavoro su questo blog 18 ore o giorno per, tra le altre cose, garantire la sicurezza delle tue informazioni, poiché conosco le implicazioni e le complicazioni delle pubblicazioni passate e scambiate. Accetto l'informativa sulla privacy di Soropositivo.Org Conosci la nostra politica sulla privacy

WhatsApp WhatsApp Us
Hai bisogno di chattare? Beto Volpe (cerca questo nome su Google) ha molto da offrire. Io, Claudio, non posso più incontrarti, beh, non posso solo digitare con gli indicatori e spesso la conversazione si trasforma a turno, che spesso le persone "solo di passaggio" potrebbero lasciare qui chiedendosi che tipo di pazzo sono io!