Oggi il mio HIV ha completato l'età finale. Ci sono anni 21, mi è stato diagnosticato l'HIV +

Questa giovane donna ha diagnosticato l'HIV + 18 21 anni è un promemoria per tutti:

La diagnosi reagente non è una condanna a morte. Consiglio a chiunque la mano, anche se un ' "anima" per dare il preservativo e invito le persone che vivono con l'HIV non basare le proprie "pratiche sessuali" ad un "io = io". Buono a sapersi che sia così; ma è necessario ricordare che anche con una carica virale non rilevabile, ci possono essere abbastanza grande carica virale nel liquido seminale, che può contaminare la persona con cui si hanno rapporti sessuali, palestra, cazzo o fare l'amore! Non importa quale verbo si sposo, combinandolo con un preservativo perché non per un nemico si trasmette l'HIV. E, credo, nessuno va a letto con una persona che odia!

In un futuro non troppo lontano, farò alcune considerazioni personali sulla PrEP.

Diciamo che mi interessa a cosa Chada "Bioetica"!

Ci 18 21 anni, mi è stato diagnosticato l'HIV +

18th festa di compleanno invitare / modello stile retrò - VectorMi sono svegliato dopo le sei del mattino. Il mio ragazzo sta russando accanto a me. Mi alzai in silenzio. Ho lasciato il letto caldo ho preso il mio caffè accarezzando il gatto, in cucina, in silenzio. Mi sono ricordato di prendere le mie pillole. Sono visibili al tavolo in cucina in bella vista. Non ho bisogno di nasconderli, tutte le persone con cui vivo sanno che sono sieropositivo.

Sono uscito per la mia lezione di yoga, come faccio ogni giorno. La mia sessione è stata lenta, come al solito, e ci sono volute quasi due ore, che ho passato cercando di mantenere l'attenzione nel mio respiro. Ma il pensiero: "Wow, sono ancora vivo!" "

E questo persisteva nella mia mente. Chi avrebbe pensato che sarebbe stato qui, ancora ...!

C'è vita con HI! V Oggi il mio HIV arriva alla maggiore età.

E non solo vivace ma anche forte e sano? Più forte e più sano di quando ho ricevuto la mia diagnosi!

Trascorsi la maggior parte della giornata al lavoro, e sebbene fosse lunedì e il freddo quasi gelido non potevo fare a meno di sorridere, un sorriso nascosto.

L'anniversario della mia diagnosi sieropositiva è diventato il mio giorno di celebrazione del fatto che ero vivo. L'HIV mi ha dato l'idea salute e vita sono cose da cercare e valorizzare, mi hanno insegnato a prendermi cura del mio corpo olisticamente.

Ho l'idea perfetta di come sono fortunato! Molti di noi, persone che vivono con l'HIV, vivono ancora nella paura, sotto il peso del segreto, isolamento e disperazione.

Una delle cose su cui penso molto in questi giorni è come i farmaci anti-HIV sembrano essere diventati la risposta a tutto. L'unica soluzione! La fine dell'AIDS! Ma non è così Infezione da HIV, Inosservabile non è una cura

Se c'è una cosa che ho imparato negli ultimi diciotto anni di vita con l'HIV, è che siamo persone che prendono le pillole.

Rimedi di ogni tipo, ma con esigenze più varie; a volte dobbiamo prendere in fretta, un altro di loro dobbiamo prendere con lo 'stomaco pieno' e così via ...

Questa era, più o meno, la mia dose mensile di medicinali. L'ho mostrato a qualcuno che me lo ha chiesto e ho mostrato un'altra luce. Ma, a pensarci bene, è più o meno lo stesso, perché gli ho mostrato la dose giornaliera. Questo è il mensile. E tutto non è lì !!!

Per molti di coloro che sostengono la Positively UK , spesso non c'è abbastanza cibo, o una casa stabile, dove vivere e, a volte, vivono in relazioni in cui non si sentono al sicuro, paura di tutto

Molti Hai dei dubbi e vivi nel terrore? con l'idea di aver contratto HIV, senza sapere nulla a riguardo

Spesso, capiscono molto poco del viruso sui farmaci che assumono.

Como prendere il trattamento religiosamente e diligentemente, poiché è necessario che noi PLWH quando tutto è incerto, ambiguo o dubbio?

Nel frattempo, il mantra che viene dall'alto è sempre la stessa:

Em di estamos una crisi, non ci sono soldi per i servizi di supporto. I bilanci sono ridotti e l'accesso ai farmaci è limitato da preoccupazioni finanziarie o di bilancio ". Sì, proprio qui nel Regno Unito, una delle economie più forti del mondo succede spesso.

Povertà, disuguaglianza e violenza continuano a condurre questa epidemia. Lo desidero se avessimo una pillola per questo

L'originale https://hivpolicyspeakup.wordpress.com/2015/02/02/18-years-living-with-hiv

Sono di fretta e molte cose mi interessano, ma niente di più (Leoni - Paula Toller?)

Nota Sito Web Soropositivo del redattore:

Sebbene in Brasile gli antiretrovirali siano distribuiti gratuitamente e questo testo rifletta una condizione specifica nel Regno Unito, non è difficile stabilire un parallelo tra questa testimonianza e la realtà che abbiamo vissuto, persone che vivono in Brasile.

In luoghi più distanti dai grandi centri, a volte nemmeno così isolati, come ad esempio Ceará. E a volte c'è il frazionamento delle dosi e il paziente, che spesso viene da molto lontano e può ottenere solo medicine per quindici giorni, a causa di "errori logistici".

Pregiudizio sieropositivo istituzionale ci sono gli anni 18

Per non parlare dell'evidente pregiudizio di alcuni "servi".

Inoltre, i comuni minano il diritto al "pass gratuito" per le persone sieropositive, con il pretesto di niente o niente. Anche io, che vivo a San Paolo, ho già rinunciato a questo "biglietto" perché è necessaria una vera epopea, svegliarsi e zanazing da qui a li e lì per ottenere il "beneficio".

Fortunatamente per me è cambiato per me. Oggi ho un "pass gratuito". La Grande X della domanda è cosa succede a me e me per avere questo passaggio gratuito ....

Volevo anche una pillola per questi mali sociali... Purtroppo non c'è ... e si può fare ben poco, se non per continuare la lotta per i nostri diritti!

Hai ricevuto il tuo reagente diagnostico e hai paura? Pensi che la tua vita sia finita? Stai avendo pensieri "del tipo senza nozione "?

Hai bisogno di avere le tue speranze!

Comprendi che la mia capacità di recupero è stata costruita un giorno alla volta, una malattia dopo l'altra, una SUSAN DOPO L'ALTRO!

La resilienza non è qualcosa con cui sei nato! ROW IT! Uno dopo l'altro. Ad ogni caduta segue inevitabilmente un nuovo rimbalzo!

In sintesi:

Alzati

Scuoti la polvere!

E girati!

Il tuo medico, il tuo medico può fare molto per te!

La tua famiglia, se ne hai, perché non ce n'è uno rimasto per me, possono o non possono fare qualcosa per te.

Dio potrebbe fare tutto per te!

Ma sta a te decidere di andare avanti o sedere sul marciapiede!

Pensi che parli troppo? Si prega di leggere la mia storia medica obsoleta! 🙂 Potrebbe volerci un po 'di tempo!

E per quanto riguarda la salute, è un diritto di tutti e un dovere dello Stato

Annunci

Pubblicazioni correlate

3 recensioni

The Immune Window, a Papo con Geraldinho de Macaé · Seropositivo.Org 10 10America / Sao_Paulo December 10America / Sao_Paulo 2018 su 00: 03

[...] è convinto che "il suo crimine contro la natura", la sua "mancanza di rispetto per Dio", la sua infedeltà al talamo domestico "finalmente entrarono in remissione e furono [...]

Rispondere
Primo editoriale di soropositivo.org · Soropositivo.Org 5 05America / Sao_Paulo December 05America / Sao_Paulo 2018 su 19: 54

[...] L'AIDS è un problema per tutti, senza alcuna distinzione di genere o "stile di vita". Ma non è più la condanna a morte o la "vendetta di [...]

Rispondere
L'enzima APOBEC può rendere l'HIV coinquilino con l'organismo umano · Sieropositivo.Org 25 25America / Sao_Paulo November 25America / Sao_Paulo 2018 su 00: 37

[...] 14 di novembre di 2018 in testimonianza di sieropositivi // Oggi il mio HIV completa finalità alla fine ... [...]

Rispondere

Commenta e socializza. La vita è migliore con gli amici!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Soropositivo.Org, Wordpress.com e Automattic fanno tutto ciò che è alla nostra portata per quanto riguarda la tua privacy. Puoi saperne di più su questa politica in questo link Accetto l'informativa sulla privacy di Soropositivo.Org Leggi tutto in Informativa sulla privacy

%d blogger come questo: