Mea culpa. Ma fautore. La mia colpa più grande!

La colpa era ciò che sentivo quando ero condannato a morire di vergogna e rimorso, per aver pensato che fosse bello morire di piacere!

Mea culpa. Ma fautore. La mia colpa più grande! Un rimorso di rimorso, una vergogna senza fine !!!

Mi sono arreso dopo le occhiate incrociate, i tocchi scambiati e i baci donati. Mi sono arreso al punto di sentire l'esplosione e l'estasi. Mi sono arreso fino a quando la gioia del piacere si è sbiadita al rilassamento dei muscoli e al resto dello spirito. Esperienza emozionante e deliziosa no? Sì lo è!
Ma non ho mai pensato che questo piacere potesse essere la frase, la punizione per una semplice incuria. In realtà, la scoperta fatta da una semplice visita medica. Questo esame è indolore e non è causato dal dolore fisico o dalla malattia manifestata, ma dalla curiosità nel conoscere il mio stato clinico di salute. Il Giudice di fronte a me seduto tutto in bianco (dottore) ha letto e guardato nei miei occhi dando il verdetto:

- "Sei da questo risultato del test ... sieropositivo, reagente !!! AIDÉ.TICO "

COLPEVOLE!

SEI MESI DI VITA

Il mondo si è fermato, il suono è scomparso, il pavimento si è aperto e l'impatto su di me è stato dolorosamente doloroso, cancellando tutto il piacere che avevo suscitato "qui, al momento della diagnosi e contemporaneamente intorpidendo il dolore, e un altro forma replicata come anestetico, l'annullamento del piacere, la fonte!

Surreale questa sensazione!

Una sensazione indescrivibile, una ridondanza senza spiegazione.

La cellula! Un coma fisico e metafisico! Il rimorso della certezza, l'inganno della presunzione!

il dolore solitario.

Solitario il passo di un tempo senza riferire, senza sfogarsi, senza confidare a queste orribili notizie ricevute. I film passano in rassegna i momenti generali della mia vita in pochi secondi, perché il giudice è tornato a condannare il mio ergastolo.

Il solitario Ho anche sentenciei a ottenere lontano dalla gente, gli amici, la famiglia, gli specchi.

Sì specchi, perché avevo provato un disgusto mio, in cui sentivo che la mia anima era eternamente contaminata. Passarono giorni e mesi, finché non affrontai il peggior nemico. Io! Il nemico intimo che ti fa provare i sentimenti più dolorosi e prevenuti. Ho messo nella mia mente e nel mio cuore che sarei stato un prigioniero felice, dove mi sarei permesso di ritornare a me stesso, da dove l'avevo espulso.

Sapendo che la colpa di tutto quello che è successo, è stato solo io, il molto cattivo mi fece infuriare.

Sapendo che mi sono permesso di denigrare, contaminate un tempio chiamato il corpo che Dio mi ha dato perfetta ... e io profanato in un certo modo.

Perché mi sono colpa di tutto?

Nota del redattore: Quando ho ricevuto la mia diagnosi ha attraversato un periodo estremamente paranoica in cui ho sentito che qualcuno potesse sapere che io sono sieropositiva solo abile paramim.Senti paura, vergogna, senso di colpa, auto-umiliazione e pensiero sì, e in suicidio. Un mio amico, quye mi ha fatto il favore di notificare il mio ex, potrebbe, ma non era, infetti, ha detto che un secondo dopo si era pentito smettere di parlare, perché lei entrò in un focolaio di paranoide pieno ed era difficile ottenere la sua ritorna alla luce della realtà. L'AIDS, la malattia, ha il dono di far impazzire la gente quando sente di essere stata toccata da essa. Non ho mai visto un rapporto di una persona che ha ricevuto comserenidade, in casi estremi, un amico mi ha detto che suo fratello aveva l'AIDS e che lei, prima di confermare la diagnosi, ha avuto "la speranza che fosse la leucemia" ed è uno psicologo! !!

Perché non incolpare il partner? Una risposta ovvia e semplice, ma difficile da vedere nei primi momenti. Non sono mai stato violentato, non sono mai stato costretto a fare sesso, non sono mai stato costretto o ordinato che il mio sesso fosse senza preservativo, non hanno mai puntato un revolver alla mia testa dicendo che sarebbe stato inutile.

Mi sono permesso, ho autorizzato, ho lasciato ... che volevo!

Imparare ad accettare il loro fallimento e non vogliono imputare al partner, è la chiave che apre il suo arresto, la cella in cui mi ero me bloccato.

Il solitario!

La vita è semplice da vivere, è salutare continuare ed è caritatevole per coloro che rispettano e si prendono cura di post-liberazione, post-liberazione e auto-accettazione. Datti valore, valorizza la tua vita, la vita là fuori e la vita di tutti intorno, diventa la liberazione perpetua dove puoi perdonare te stesso. Vivere in modo semplice e intenso è ciò di cui avevo bisogno per essere felice con me stesso e pronto ad affrontare la realtà.

La realtà è: posso essere felice, in salute e avere una relazione totalmente normale con un partner. Se è sieropositivo o no. Siamo normali, siamo capaci e siamo esseri umani come tutti gli altri. Niente di più, niente di meno che un altro!

Hai ricevuto il tuo reagente diagnostico e hai paura? Pensi che la tua vita sia finita? Stai avendo pensieri "del tipo senza nozione "?

Hai bisogno di avere le tue speranze!

Comprendi che la mia capacità di recupero è stata costruita un giorno alla volta, una malattia dopo l'altra, una SUSAN DOPO L'ALTRO!

La resilienza non è qualcosa con cui sei nato! ROW IT! Uno dopo l'altro. Ad ogni caduta segue inevitabilmente un nuovo rimbalzo!

In sintesi:

Alzati

Scuoti la polvere!

E girati!

Il tuo medico, il tuo medico può fare molto per te!

La tua famiglia, se ne hai, perché non ce n'è uno rimasto per me, possono o non possono fare qualcosa per te.

Dio potrebbe fare tutto per te!

Ma sta a te decidere di andare avanti o sedere sul marciapiede!

Pensi che parli troppo? Si prega di leggere la mia storia medica obsoleta! 🙂 Potrebbe volerci un po 'di tempo!

E per quanto riguarda la salute, è un diritto di tutti e un dovere dello Stato

Annunci

Pubblicazioni correlate

Commenta e socializza. La vita è migliore con gli amici!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Soropositivo.Org, Wordpress.com e Automattic fanno tutto ciò che è alla nostra portata per quanto riguarda la tua privacy. Puoi saperne di più su questa politica in questo link Accetto l'informativa sulla privacy di Soropositivo.Org Leggi tutto in Informativa sulla privacy

%d blogger come questo: