Le donne nere e afroamericane con HIV hanno un rischio maggiore di ictus

Immagine predefinita
AIDS e tabacchi

, Blog soropositivo. OrgIl rischio di ictus tra le persone che vivono con l'HIV è maggiore tra le persone con carica virale non filtrata e tra le donne e gli afroamericani, secondo i risultati presentati nella Conferenza sui Retrovirus e le infezioni opportunistiche (CROI 2016) il mese scorso a Boston.

L'ictus - interruzione dell'afflusso di sangue al cervello e conseguente danno alle aree del cervello - può verificarsi a seguito di ostruzione delle arterie (ischemica) o rottura delle arterie (emorragica).

L'infezione da HIV è a Fattore di rischio indipendente per ictuse ci sono alcune prove che l'incidenza dell'ictus è aumentata tra le persone che vivono con l'HIV negli Stati Uniti

, Blog soropositivo. OrgI risultati, presentati da Felicia Chow dell'Università della California a San Francisco, provengono da un'analisi del protocollo ACTG Longitudinal collegato in coorte di studi randomizzati (ALLRT) e studi associati. La coorte è composta da persone reclutate nel gruppo di studi clinici randomizzati per pazienti affetti da AIDS tra il 1998 e il 2011 e che sono state seguite in seguito.

Lo studio prospettico di tipo coorte osservazionale su pazienti antiretrovirali vergini arruolati che hanno iniziato la terapia per l'HIV tra il 1998 , Blog soropositivo. Orge 2011. I risultati principali sono stati il ​​momento del primo ictus o dell'attacco ischemico transitorio (TIA), a volte chiamato "mini-ictus". I ricercatori hanno condotto una serie di analisi per vedere quali fattori tradizionali e fattori correlati all'HIV hanno aumentato il rischio di ictus.

L'analisi ha incluso 6933 partecipanti agli studi sul protocollo ACTG senza storia di ictus e linea post-follow-up. Un quinto erano donne, il 37% era nero e il 21% era ispanico. All'inizio dell'ART, i pazienti avevano un'età media di 37 anni e la conta media di CD4 era di 243 cellule / mm3e la carica virale media era di 57,624 copie / ml.

Un totale di 54 colpi e TIA sono stati registrati durante 32,023 persone-anni di follow-up. L'incidenza complessiva di ictus è stata di 1,69 eventi per 1000 persone / anni, ed è stata più elevata nelle persone di età pari o superiore a 60 anni (7,39 rispetto a 3,36 per 1000 persone / anni nelle persone di età compresa tra 50 e 59, 1,49 per 1000 persone / anni in 40-49 anni e 0,23 per 1000 persone / anni in 40 anni).

L'incidenza di ictus è stata più elevata tra le donne rispetto agli uomini (0,29 vs 0,14 per 1000 persone / anno). Il rischio di ictus aggiustato per età o mini-ictus era più elevato, ma non significativamente, nelle donne rispetto agli uomini (rischio relativo [RR] 1,72; IC 95% 0.96-3.08).

L'incidenza di ictus o TIA differiva in base alla razza ed era 2,51 per 1000 persona-anno tra i neri rispetto allo 0,77 per 1000 persona-anno tra gli ispanici e 1,56 per 1000 persona-anno tra i bianchi ( età aggiustata RR 2,94; IC 95%, 1.22-7.14 e 1.67; IC 95%, 0.95-2.94, rispettivamente). Dopo l'aggiustamento per età, il rischio di ictus o TIA era significativamente più basso tra gli ispanici e altri, ma non tra i bianchi, rispetto ai neri (RR 0,34; CI 0,14-0,82).

, Blog soropositivo. Org

In un'analisi multivariata aggiustata per età, i tradizionali fattori di rischio associati in modo significativo all'ictus o alla TIA, inclusi livelli più elevati di colesterolo LDL, ipertensione e disfunzione renale. Il rischio di ictus dovuto all'ipertensione era simile a quello osservato nella popolazione generale, ha affermato Chow.

I fattori di rischio per l'ictus correlato all'HIV erano variabili nel tempo di conteggio del CD4 inferiore a 200 cellule / mm3 (rispetto a oltre 500 celle / mm3) e una carica virale rilevabile (superiore a 200 copie / ml) (nota del traduttore: sembrano, con tutto quello che ho tradotto, che funzionano, negli Stati Uniti, con rilevabilità in conteggi inferiori a duecento copie di RMA Viral mentre , in Brasile, ci occupiamo di questo a livelli molto più bassi (40 copie per ml).

I ricercatori hanno anche effettuato un'analisi multivariata per controllare potenziali fattori di confondimento. I fattori di rischio associati ad un aumentato rischio di ictus o TIA erano l'età (RR 2.10 per aumento di 10 anni), con variazione temporale del colesterolo LDL (RR 2,54), ipertensione arteriosa (RR 2,79) e carica virale rilevabile (RR 3.10). Chow ha anche osservato che gli effetti sul rischio di ictus non sono stati filtrati dalla carica virale erano gli stessi dell'invecchiamento per quindici anni.

I ricercatori hanno chiesto ulteriori ricerche sull'associazione tra ictus o breve decorso dell'ictus, il sesso femminile e la "razza" nera. Hanno sottolineato che diversi fattori di rischio modificabili tradizionali, tra cui colesterolo e pressione sanguigna, aumentano i rischi di ictus. La terapia precoce per l'infezione da HIV può anche aiutare a ridurre il rischio di ictus.

, Blog soropositivo. Org

Tradotto da Cláudio Santos de Souza all'alba di sabato 02 luglio 0 tra le 2016:2 e le 30:3 del mattino dell'originale in Le donne e gli afro-americani con HIV hanno un rischio maggiore di ictus preparato in collaborazione con AIDSMAP.COM Il 04 luglio 07 avrai L'infezione da HIV è un fattore di rischio indipendente per l'ictus.

Scritto da Keith Alcorn e Michael Carter per HIV ed epatite in collaborazione con Aidsmap

Riferimento F Chow, Wilson, K Wu, et al. F et al. Incidenza dell'ictus più alta nelle donne e nei partecipanti neri infetti da HIV nella coorte di ALLRT. Conferenza sui retrovirus e le infezioni opportunistiche. Boston, febbraio 22-25, 2016. 43 astratto
Se sei un utente di Natura Acquista con noi

Questo è un lavoro fatto con amore, dedizione, cura e un primo senso di responsabilità! Genera costi e spese!

Sostieni questo link https://www.natura.com.br/?consultoria=claudiosouzaebeleza

E proprio sotto un modulo dove puoi inviarmi un messaggio!

Dona $ 10,00 Dona $ 50,00 Dona $ 100,00

, Blog soropositivo. Org
Se puoi e vuoi, ti preghiamo di aiutare
, Blog soropositivo. Org

E non era entro un "fuso orario di conforto"! Questa è una storia che solo io devo raccontare!

Sono stato il primo individuo, un CPF, non un CNPJ a, tra virgolette, "Slap my face"!

Nonostante tutto quello che ho vissuto, tutto ciò è accaduto in un periodo ancora turbato dal pregiudizio e, sì, c'erano dei prezzi da pagare.

La valuta è sempre stata quella dell'esclusione sociale e ho persino esitato a continuare o no!

Il grande "IT" di tutto ciò è che senza questo lavoro, non mi sarebbe rimasto altro che il tempo libero e certamente non lo sosterrei. Ho bisogno di essere produttivo.

Siamo Borg!

Se non annoiato dalle ore vuote, almeno dal suicidio a causa dell'assoluta mancanza di scopo che la mia vita avrebbe avuto e della terribile impressione di parassitosi che mi avrebbe colpito. Quindi, non potevo smettere.

Ho avuto l'opportunità di realizzare molte cose e, d'altra parte, ho perso diverse opportunità per fare di più, con una portata più profonda e migliore.

Non tutto è come desiderato. Lascia che piova (Guilherme Arantes)!

Ad ogni modo, se hai la possibilità di sostenere, finanziare, anche se solo minimamente questo progetto, ecco i fatti:

, Blog soropositivo. Org
Questo è l'unico blog "Still ON LINE" ad aver ricevuto questo premio e questa consacrazione. Il blog che ha raggiunto lo stesso status era Solidariedaids, di Paulo Giacommini. Sfortunatamente non riesco a trovare il collegamento e la comunicazione questo ed è molto difficile
, Blog soropositivo. Org
Blog unico on line Trattando questo tema per aver ricevuto questo premio dalla giuria accademica

, Blog soropositivo. Org

Letture consigliate su questo blog

Hi! Ragazzi, grazie per essere arrivato così lontano! La tua attenzione e interesse è il nostro più grande interesse, lavoriamo qui, io e Mara, per informarti, facciamo chiarezza in alcuni punti nebulosi di "tutto questo".

Tuttavia, ci mancano risorse finanziarie.

Se ti piace il lavoro, se sei in grado di aiutare e vuoi aiutare, spesso il costo di una sciocca quotidianità per noi farà sicuramente la differenza perché, lo sappiamo, il colibrì, che trasporta acqua sulla punta di il tuo becco farà la differenza nello sforzo di spegnere l'incendio boschivo!

Pensaci!

Di seguito sono riportate alcune risorse per facilitare il supporto!

Suggerimenti di lettura

Hai qualcosa da dire? Dillo!!! Questo blog è meglio con te !!!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Automattic, Wordpress e Soropositivo.Org e io facciamo tutto ciò che è in nostro potere per quanto riguarda la tua privacy. E stiamo sempre migliorando, migliorando, testando e implementando nuove tecnologie di protezione dei dati. I tuoi dati sono protetti e io, Cláudio Souza, lavoro su questo blog 18 ore al giorno per garantire, tra le altre cose, la sicurezza delle tue informazioni, poiché conosco le implicazioni e le complicazioni delle pubblicazioni passate e scambiate qui Accetto l'informativa sulla privacy di Soropositivo.Org Conosci la nostra politica sulla privacy

WhatsApp WhatsApp Us