Elevata prevalenza di condizioni geriatriche tra i pazienti HIV + con 50 più anziani a San Francisco

Immagine predefinita
Articoli invecchiamento HIV Problemi cognitivi
, Blog soropositivo. Org
John Malcolm (Foto per gentile concessione UCSF)

Il sondaggio ha coinvolto persone di età pari o superiore a 50 anni che ricevono cure ambulatoriali a San Francisco. Complessivamente, il 40% ha riportato difficoltà con le attività quotidiane, la maggior parte ha riferito di solitudine, molti hanno avuto un lieve deficit cognitivo e il 30% ha avuto una qualità di vita scarsa o deplorevole.

[Prodotto in collaborazione con Aidsoforte]

"Questo è uno dei primi studi per valutare una vasta gamma di valutazioni geriatriche tra persone con infezione da HIV, in una clinica ambulatoriale specializzata nel trattamento di persone con HIV / AIDS e fornisce una panoramica completa delle esigenze di salute affrontate dall'invecchiamento della popolazione HIV. positivo ", hanno scritto gli autori. "Abbiamo visto un carico elevato di deficit sugli adulti con infezione da HIV per il periodo più lungo in diversi settori, tra cui compromissione funzionale, cadute, depressione e isolamento sociale".

I ricercatori ritengono che i loro risultati abbiano implicazioni per la cura del paziente, commentando: “I nostri risultati evidenziano l'importanza della disponibilità sistematica e funzionale, dell'assistenza sociale e dell'assistenza sanitaria mentale per le persone che vivono in queste condizioni a sostegno dell'invecchiamento sano della popolazione infetta. HIV. "

I miglioramenti nel trattamento e nella cura significano che molte persone con HIV possono ora vivere bene fino alla vecchiaia. Più della metà dei pazienti adulti sieropositivi negli Stati Uniti ha ormai 50 anni o più. Ricerche precedenti hanno dimostrato che questi individui hanno spesso diversi problemi di salute e sviluppano condizioni associate alla vecchiaia prima della coorte di età tradizionale - 65 anni.

The Veterans Aging Cohort Study (VACS) Veterani Aging Cohort Study) Index, uno strumento prognostico basato su marcatori associati all'HIV e ad altre condizioni di salute, può essere utilizzato per identificare più persone sieropositive con un alto rischio di malattia e morte. Il punteggio dell'indice VACS è stato anche associato al rischio di fratture da fragilità, deficit cognitivo e minore capacità di esercizio. Tuttavia, si sa meno della sua associazione con condizioni geriatriche, come lo stato funzionale delle persone analizzate.

Pertanto i ricercatori hanno progettato uno studio osservazionale trasversale che valuta le abitudini fisiche, cognitive, sociali e comportamentali rispetto alla salute di un ampio campione di anziani HIV-positivi sottoposti a trattamento ambulatoriale in 2 cliniche a San Francisco. Una combinazione di cure gerontologiche e altre valutazioni sono state utilizzate per valutare i problemi psicosociali osservati nei pazienti anziani con HIV. I ricercatori hanno ipotizzato che l'età e il punteggio dell'indice VACS sarebbero stati associati a condizioni geriatriche identificate nelle valutazioni.

Le assunzioni si sono svolte tra dicembre 2012 e dicembre 2014 e i pazienti di lingua inglese di età superiore ai 50 anni che avevano diritto a partecipare allo studio.

Le valutazioni includevano domande sulla salute fisica, sociale, mentale e cognitiva.

I ricercatori hanno utilizzato una combinazione di valutazioni generalmente utilizzate nei pazienti geriatrici e problemi tradizionalmente specifici affrontati da persone sieropositive anziane.

I ricercatori hanno valutato 4 principali aree di salute:

  • Salute fisica e funzionalità, cadute e velocità di camminata (attività della vita quotidiana e attività strumentali della vita quotidiana);
  • Supporto sociale, compreso il supporto fisico percepito e la solitudine;
  • Salute mentale, inclusi depressione, ansia e disturbo post traumatico da stress (PTSD);
  • Comportamento e salute generale, inclusa l'adesione alla terapia per l'HIV e la qualità della vita in generale.

Sono stati valutati un totale di 359 pazienti. La maggioranza (85%) identificata come uomo, due terzi erano negli uomini che hanno rapporti sessuali con uomini (MSM) categoria di rischio e circa il 60% era bianco. Circa tre quarti avevano frequentato il college. La metà riceveva prestazioni di invalidità e la maggior parte aveva un reddito annuo inferiore a $ 20.000. La maggior parte (85%) ha vissuto con una diagnosi di infezione da HIV per un periodo di dieci anni o più. Per quanto riguarda i marcatori correlati all'infezione da HIV, l'82% presentava una carica virale non rilevabile e più della metà aveva una conta delle cellule CD4 superiore a 500 cellule / mm3.

L'età media era di 56 anni e due terzi dei pazienti avevano cinquant'anni. I pazienti di età pari o superiore a sessanta anni avevano maggiori probabilità di essere bianchi (il che implica, per analisi e "geometria", come interpretato dal traduttore ottuso, in un tasso di sopravvivenza più basso dei neri con HIV negli Stati Uniti, qualcosa che, non So perché, non pensavo fosse strano ...), istruzione superiore e un reddito annuo più elevato rispetto ai partecipanti più giovani.

I pazienti presentavano un elevato carico di patologie associate all'età avanzata, con il 41% che riferiva un calo nell'anno precedente, quasi il 60% riferiva di solitudine, metà riferiva di bassi livelli di supporto sociale e oltre un terzo soddisfaceva i criteri per lieve deficit cognitivo .

I pazienti di età pari o superiore a 50 anni erano più coerenti nella segnalazione di problemi di equilibrio rispetto ai pazienti di 47 anni (33% vs 12%). La prevalenza di problemi legati alla salute fisica e alle funzioni organiche era simile nei due gruppi di età (XNUMX%), ma le persone sulla sessantina avevano una velocità di deambulazione inferiore.

Tuttavia, i pazienti più anziani hanno riportato meno ansia e avevano livelli più elevati di aderenza al loro trattamento per l'HIV. Sebbene i pazienti più anziani fossero più soddisfatti della loro "qualità della vita correlata alla salute come" "buona", la frequenza di coloro che hanno riferito che sarebbe stata "molto buona" o "eccellente" rispetto alle persone nella fascia di età cinquant'anni.

Un punteggio più elevato sull'indice VACS - indicativo di un più alto rischio di mortalità - è stato associato a livelli più alti di dipendenza e attività strumentali della vita quotidiana, cioè a punteggi di caduta più alti e minore velocità dell'andatura.

"I nostri dati si aggiungono al crescente numero di prove che gli adulti più anziani con infezione da HIV si trovano ad affrontare crescenti eventi medici, psichiatrici e socialmente complessi e contribuiscono a fornire informazioni su come questa complessità varia tra le diverse fasce di età negli anziani. vecchio ", hanno concluso gli autori. "I nostri risultati evidenziano l'importanza di adottare un approccio globale per identificare i problemi di salute per i pazienti anziani sieropositivi e la necessità fondamentale di sviluppare interventi multidisciplinari per implementare una qualità della vita e superiore alla gamma multiforme di esigenze specifiche della maggior parte dei pazienti" gli anziani "infettati dall'HIV".

5/10/16

Rilasciato domenica, 08 maggio 2016 00: 00 attivo HIV e Hepatitis.com di Michael Carter

Tradotto Cláudio Souza l'originale Alta prevalenza di condizioni geriatrici Tra HIV + persone di età superiore ai 50 a San Francisco. Recensione di Mara Macedo em

Riferimento

M John, M Greene, NA Hessol, et al. Valutazioni geriatriche e associazione con l'indice VACS tra gli anziani anziani infetti da HIV a San Francisco. Diario delle sindromi da immunodeficienza acquisita. Marzo 29, 2016 (online prima della stampa).

Se sei un utente di Natura Acquista con noi

Questo è un lavoro fatto con amore, dedizione, cura e un primo senso di responsabilità! Genera costi e spese!

Sostieni questo link https://www.natura.com.br/?consultoria=claudiosouzaebeleza

E proprio sotto un modulo dove puoi inviarmi un messaggio!

Dona $ 10,00 Dona $ 50,00 Dona $ 100,00

, Blog soropositivo. Org
Se puoi e vuoi, ti preghiamo di aiutare
, Blog soropositivo. Org

E non era entro un "fuso orario di conforto"! Questa è una storia che solo io devo raccontare!

Sono stato il primo individuo, un CPF, non un CNPJ a, tra virgolette, "Slap my face"!

Nonostante tutto quello che ho vissuto, tutto ciò è accaduto in un periodo ancora turbato dal pregiudizio e, sì, c'erano dei prezzi da pagare.

La valuta è sempre stata quella dell'esclusione sociale e ho persino esitato a continuare o no!

Il grande "IT" di tutto ciò è che senza questo lavoro, non mi sarebbe rimasto altro che il tempo libero e certamente non lo sosterrei. Ho bisogno di essere produttivo.

Siamo Borg!

Se non annoiato dalle ore vuote, almeno dal suicidio a causa dell'assoluta mancanza di scopo che la mia vita avrebbe avuto e della terribile impressione di parassitosi che mi avrebbe colpito. Quindi, non potevo smettere.

Ho avuto l'opportunità di realizzare molte cose e, d'altra parte, ho perso diverse opportunità per fare di più, con una portata più profonda e migliore.

Non tutto è come desiderato. Lascia che piova (Guilherme Arantes)!

Ad ogni modo, se hai la possibilità di sostenere, finanziare, anche se solo minimamente questo progetto, ecco i fatti:

, Blog soropositivo. Org
Questo è l'unico blog "Still ON LINE" ad aver ricevuto questo premio e questa consacrazione. Il blog che ha raggiunto lo stesso status era Solidariedaids, di Paulo Giacommini. Sfortunatamente non riesco a trovare il collegamento e la comunicazione questo ed è molto difficile
, Blog soropositivo. Org
Blog unico on line Trattando questo tema per aver ricevuto questo premio dalla giuria accademica

, Blog soropositivo. Org

Letture consigliate su questo blog

Hi! Ragazzi, grazie per essere arrivato così lontano! La tua attenzione e interesse è il nostro più grande interesse, lavoriamo qui, io e Mara, per informarti, facciamo chiarezza in alcuni punti nebulosi di "tutto questo".

Tuttavia, ci mancano risorse finanziarie.

Se ti piace il lavoro, se sei in grado di aiutare e vuoi aiutare, spesso il costo di una sciocca quotidianità per noi farà sicuramente la differenza perché, lo sappiamo, il colibrì, che trasporta acqua sulla punta di il tuo becco farà la differenza nello sforzo di spegnere l'incendio boschivo!

Pensaci!

Di seguito sono riportate alcune risorse per facilitare il supporto!

Suggerimenti di lettura

Hai qualcosa da dire? Dillo!!! Questo blog è meglio con te !!!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Automattic, Wordpress e Soropositivo.Org e io facciamo tutto ciò che è in nostro potere per quanto riguarda la tua privacy. E stiamo sempre migliorando, migliorando, testando e implementando nuove tecnologie di protezione dei dati. I tuoi dati sono protetti e io, Cláudio Souza, lavoro su questo blog 18 ore al giorno per garantire, tra le altre cose, la sicurezza delle tue informazioni, poiché conosco le implicazioni e le complicazioni delle pubblicazioni passate e scambiate qui Accetto l'informativa sulla privacy di Soropositivo.Org Conosci la nostra politica sulla privacy

WhatsApp WhatsApp Us