messaggi PREP

Due casi di fallimento di preparazione con tenofovir monoterapia

tenofovirUn rapporto originariamente presentata al BHIVA dei dettagli 2015apresentou in conferenza 2015 anno, dove due casi a livelli terapeutici in preparazione con tenofovir in monoterapia non è riuscito a impedire che in modo inequivocabile l'infezione da HIV in due uomini omosessuali. In un caso, nonostante il tenofovir apparentemente mostrano la soppressione della carica virale HIV dell'uomo nella loro plasma sanguigno, non è riuscito a prevenire l'HIV di infettare le cellule del sistema immunitario. La monoterapia con Tenofovir è stata testata come PrEP in due ampi studi, Partner PrEP E Bangkok Tenofovir Studio, con risultati da moderati a buoni ed è stato assunto sulla base di studi sugli animali che il tenofovir può essere sufficiente per prevenire l'HIV, Anche se i risultati sono stati contrastanti.

Nel caso di un inequivocabile Truvada (tenofovir + emtricitabina) è stato segnalato ma i casi sollevano una serie di domande interessanti: se i livelli di tenofovir necessari per prevenire l'infezione devono essere maggiori di quelli usati per il trattamento; se la co-infezione con l'epatite B possa avere maggiori probabilità di essere infettata dall'HIV; se gli uomini sarebbero stati contagiati se avessero assunto tenofovir + emtricitabina Truvada (); e se no, quali rappresentano esattamente i contributi per la prevenzione di due farmaci. Nota del redattore (!!!) (...) 🙂

Gli uomini che assumono tenofovir non erano specificamente come profilassi pre-esposizione (PrEP), ma invece stavano prendendo come trattamento per l'epatite cronica B. Uno aveva persistente infezione da epatite B per sei anni ed era stato trattato per quattro anni con tenofovir; gli altri avevano l'epatite B sette anni fa e avevano assunto tenofovir per tre anni.

Nel caso del primo paziente (quello del paziente), la data dell'infezione da HIV può essere identificata quasi esattamente quando ha testato positività per l'anticorpo HIV solo dodici giorni dopo che un test anticorpale HIV confermativo con Western blot ha riscontrato sierologia negativa HIV. Sebbene questo sia un tempo insolitamente breve per sviluppare anticorpi anti-HIV, non è sconosciuto. È stato stimato che la data più probabile per la sua effettiva esposizione all'HIV, basata sulla sua relazione di sesso anale con rapporti sessuali recettivi con un partner maschile occasionale senza preservativo, era un giorno dopo il suo risultato negativo del test HIV. Sei giorni dopo, ha riferito lievi sintomi simil-influenzali indicativi di malattia da sieroconversione dell'HIV ed è stato nuovamente testato.

Il secondo paziente (B) non ha avuto un recente test HIV negativo ma è stato ricoverato in ospedale con una grave sindrome simil-influenzale con affaticamento e dolore muscolare, indicativo di sieroconversione dell'HIV. Sulla base del suo primo test HIV positivo in cui era anticorpi HIV-negativi ma positivo a p24, e anche nel suo conto di sesso anale ricettivo non ricondotto, è stato stimato che il suo probabile tempo di infezione era circa due settimane prima del test.

controllo umanoEntrambi gli uomini sembravano avere un'eccellente aderenza al tenofovir sulla base del numero di compresse. Più precisamente, i livelli di tenofovir sono stati assunti il ​​giorno in cui sono risultati positivi all'HIV. Un paziente aveva preso tenofovir 24 ore prima della sua prova di livello di droga ed era quindi nel modello preventiva di Truvada o il livello più basso di sangue ci si aspetterebbe. Il livello di tenofovir era circa 75 nanogrammi per millilitro di sangue (ng / ml), il che significa che aveva un livello inferiore rispetto livelli di circa 80% dei pazienti, ma ancora all'interno del range terapeutico per il trattamento sia l'epatite B che l'HIV. (IC95 tenofovir che è la quantità di farmaco nel sangue sufficiente a ridurre la replicazione di HIV in 95% È da 6,8 a 35 ng / ml.)

Il paziente B aveva assunto tenofovir sette ore prima del risultato del test HIV e aveva un livello ematico di 230 ng / ml o maggiore di 75% rispetto al numero medio di pazienti sette ore dopo una dose. Entrambi i risultati indicano che il loro assorbimento di tenofovir era normale.

Entrambi i pazienti avevano cellule CD4 risiedono cellule 550-600 / mm3 - particolarmente meno tipici conteggi CD4 osservate nei pazienti HIV-negativi - e mentre il paziente aveva una CD4 relativamente normale: rapporto CD8 di 1.16, paziente B aveva "rovesciata "Il rapporto tipicamente osservato nelle persone con HIV - 0,49. [Persone HIV-negativi sono generalmente più cellule che cellule CD4 CD8: nelle persone con HIV solito questo rapporto si inverte immediatamente dopo l'infezione acuta e rimane quindi trattata. Tuttavia, questi dati dimostrano che anche se ci tenofovir, entrambi i pazienti avevano subito danni significativi nella fase acuta immunitario l'infezione da HIV - come al solito.

La principale differenza tra i due pazienti era che in un paziente il tenofovir, pur non prevenendo l'infezione da HIV, non sembrava sopprimere la carica virale dell'HIV nel sangue. Nonostante il test HIV-positivo e l'HIV integrato nella sua cellula in nessun punto, ha prodotto una carica virale con più di 50 copie / ml. Questo "ottundimento" della carica virale dell'HIV è stato visto prima nei casi di fallimento della PrEP, in particolare negli studi sugli animali che hanno dimostrato la loro efficacia . Ciò significa che il tuo HIV non può essere testato per vedere se aveva acquisito o già avuto resistenza a tenofovir. Questo paziente è stato cambiato in Eviplera (rilpivirina / tenofovir / emtricitabina) non appena è risultato positivo all'HIV.

Paziente B aveva una carica virale di poco più di 100.000 copie / ml - non particolarmente elevato di infezione acuta o recente. Pur avendo HIV riprodursi attivamente in presenza di alti livelli di tenofovir, non aveva mutazioni di resistenza ai farmaci, illustrando, come altri studi hanno fatto, che la resistenza a tenofovir raramente si sviluppa dove le persone con L'HIV usa la PrEP. Tuttavia per prevenire la resistenza, il paziente B è stato posto su un'intensificazione dei tre regime antiretrovirale della classe di Truvada (tenofovir / emtricitabina), potenziato darunavir e raltegravir, che ha portato alla soppressione della carica virale.

Entrambi i pazienti hanno avuto una significativa concentrazione di infezione da HIV e HIV intracellulare materiale genetico integrata delle loro cellule immunitarie - 587 milioni di copie per cellula CD4 l'età del paziente A e B. paziente copie 1432 Questo indica che il virus è molto integrato in un'infezione da HIV in corso, produttiva in entrambi i pazienti e RNA trascritto in modo efficace, prova che le cellule producevano attivamente nuove particelle virali di HIV è stato trovato in entrambi i pazienti, anche se a un decimo del livello in pazienti con come il paziente B.

Questi casi possono essere i primi casi in cui può essere indubbiamente dimostrato che una dose giornaliera di tenofovir non è riuscita a prevenire l'infezione da HIV. In uno dei più grandi randomizzatiavidità PrEP partner preparazione, ci sono stati sei casi di infezione da HIV (Donnell) nelle persone che, nel corso della visita sono stati diagnosticati con l'HIV, tenofovir aveva livelli coerenti con il dosaggio giornaliero (due di questi sono state rilevate anche con la droga emtricitabina). Tuttavia, in tutti i casi tranne uno, i partecipanti hanno potuto hanno catturato l'HIV in qualsiasi momento negli ultimi tre mesi dalla tua ultima visita, quindi potrebbero non sono state prese in Tempo di preparazione reale che sono stati infettati. In un caso il partecipante ha avuto un livello di tenofovir coerenti con la dose giornaliera per un mese prima di essere diagnosticati con l'HIV e la visita è stata diagnosticata: questo è l'unico caso precedente in cui il fallimento di PrEP per la protezione contro l'infezione nonostante quello che avrebbe dovuto avere l'aspetto di livelli di protezione; più è probabile che sia richiesta l'interpretazione dei dati.

I ricercatori commentano che i loro casi dimostrano che "tenofovir monoterapia PrEP negli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini ha limitato l'efficacia e l'acquisizione dei dati che l'HIV può avvenire in presenza di livelli di farmaco di tenofovir entro il range terapeutico necessario per il trattamento dell'HIV." tutto quello che hai da dire non è mai stato stabilito realmente se il livello di tenofovir (o di qualsiasi altro farmaco singolo) sarebbe sufficiente per il trattamento di HIV è sufficiente a evitare. Ritengono inoltre che l'infezione da epatite B possa aumentare la suscettibilità all'HIV, anche laddove appare ampiamente soppressa e virologicamente negativa. Anche gettato in dubbio l'uso di monoterapia con tenofovir come PrEP in ogni paziente, e dovrebbe stimolare ulteriori ricerche ancora più schemi di protezione e PrEP può aggiungere il nervosismo di raccomandare alcuni regimi PrEP intermittenti.

Tuttavia, come osservano i ricercatori, la stragrande maggioranza dei casi di cosiddetto Prep "fallimento" è a causa di persone non realmente che prendono di preparazione: il fatto che sono stati riportati questi due casi sottolinea che l'infezione da HIV in situazioni in cui sembra la gente su PrEP costantemente è estremamente rara.

Tradotto dal originale scritto da Gus Cairns: 14 gennaio 2016 da Claudio Souza in inglese originale Due casi di insufficienza PrEP su questioni di ricerca significativi tenofovir solista pongono in 13 / 03 / 2016

Nota del redattore: ho notato in questo testo un grande trend, e non so se è un risultato della mia condizione neurologica nota come "desconfiatus Cerebrus" o qualche pressione esercitata sull'autore, ma Gilead potrebbe aver notato che non ha ancora raggiunto la fine del arcobaleni e questo, quindi, non strapperà quintili di dollari con il tuo prodotto ... scusami, rimedio. Quello che so è che l'ordine naturale delle cose semivivas vita o è il desiderio irrefrenabile di continuare ad esistere e quindi è naturale che ci sia la formazione di un ceppo completamente resistente al Truvada e l'uso di monoterapia con Truvada, dopo questi eventi, sarebbe un gesto, quando il piccolo, irresponsabile, e la sua espressione più alta, sarebbe un genocidio ... naturalmente questo è solo un modesto rischio di un blogger che vive 22 anni, che ha visto i laboratori ed i suoi scienziati cercano di modificare la Dichiarazione di Helsinki, cambiando un paragrafo in cui il soggetto che è stato usato (...) nei test avrebbe ricevuto il miglior trattamento esistente per il miglior trattamento disponibile. In parole povere, se questo cambiamento era stato raggiunto, le persone, gli esseri umani utilizzati come provette in Africa, una volta infettato ricevere il miglior trattamento disponibile e ho Certe assoluto che Terim IT azioni e altri titoli e DDI e AZT stavudina.

Questa è l'etica che essi stessi attribuiscono, non batter ciglio per un secondo per ricreare la pandemia incontrollata dell'AIDS da una manciata di più di dollari (o euro sarebbe?).

Questa è una storia che pochi possono raccontare!

Questo è l'unico blog "Still ON LINE" ad aver ricevuto questo premio e questa consacrazione. Il blog che ha raggiunto lo stesso status era Solidariedaids, di Paulo Giacommini. Sfortunatamente non riesco a trovare il collegamento e la comunicazione questo ed è molto difficile
Soropositivo.Org
Blog unico on line che tratta questo tema per aver ricevuto questo premio dalla giuria accademica


Letture consigliate su questo blog

Suggerimenti di lettura

Una persona ha già detto qualcosa !!! E tu, sarai lasciato fuori!?

Hi! La tua opinione è sempre importante. hai qualcosa da dire? È qui! Domande? Possiamo iniziare qui!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Automattic, Wordpress e Soropositivo.Org e io facciamo tutto quanto in nostro potere per quanto riguarda la tua privacy. E stiamo sempre migliorando, migliorando, testando e implementando nuove tecnologie di protezione dei dati. I tuoi dati sono protetti e io, Claudio Souza, lavoro su questo blog 18 ore o giorno per, tra le altre cose, garantire la sicurezza delle tue informazioni, poiché conosco le implicazioni e le complicazioni delle pubblicazioni passate e scambiate. Accetto l'informativa sulla privacy di Soropositivo.Org Conosci la nostra politica sulla privacy

WhatsApp WhatsApp Us
%d Bloggers come questo: