I risultati dello studio Prud PROUD sono pubblicati

Home » Contra un homofobia » I risultati dello studio Prud PROUD sono pubblicati
Contra un homofobia

PREP deve essere controllata regolarmente offerto ora come parte dei servizi di salute sessuale, dice editoriale

Coppie gay in civile il matrimonio, l'amore e la relazione
Coppie gay in civile il matrimonio, l'amore e la relazione

I risultati dello studio sulla profilassi dell'HIV pre-esposizione (PrEP) utilizzando la dose giornaliera di tenofovir più emtricitabina (Truvada) dallo studio PROUD sono stati ora pubblicati sulla rivista scientifica The Lancet. PROUD, insieme ad un altro studio randomizzato europeo di PrEP, Ipergay, ha dimostrato livelli notevolmente più alti di efficacia della PrEP nella prevenzione delle infezioni da HIV rispetto a qualsiasi studio precedente. I risultati di entrambi gli studi sono stati presentati a febbraio di quest'anno alla conferenza sui retrovirus e le infezioni opportunistiche (CROI 2015).

C'è poca differenza tra i risultati di The Lancet e che sarà presentato al CROI ma giornale publishing è importante fornire PrEP in Europa in quanto entrambe le agenzie europee di farmaci, il farmaco Agenzia Europea (EMA), che regolano la concessione di licenze la droga, e il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), che emette raccomandazioni di sanità pubblica, entrambi richiedono la pubblicazione di studi di giornale da inserire nella loro evidenza.

C'erano sottili differenze. Una variazione statisticamente significativa nel comportamento negli uomini PrEP è stato rilevato dai ricercatori (un aumento della percentuale di uomini che avevano un numero elevato di partner senza preservativo come partner ricettivo), ma d'altra parte, è più chiaro di prima nessun cambiamento l'incidenza delle infezioni sessualmente trasmissibili (IST), quando gli uomini cominciarono a prep.

L'efficacia di Prep nei ORGOGLIOSI rimane 86% (senso, cioè, che ha impedito PrEP sulle infezioni 17 in ogni nicchia 20 probabili infezioni da HIV che si sarebbero verificati in caso contrario), e il numero di uomini necessari per essere trattati con PrEP per prevenire l'infezione da HIV rimane in 13. Tuttavia, il limite inferiore dell'intervallo 90% di confidenza per l'efficacia del PrEP spostato fino a 58 a 65: ciò significa che c'è meno di una possibilità di conttágio in una cornice di venti possibilità di contagio ogni volta che lo studio è stato ripetuto, PrEP sarebbe diventato più efficace di 65%.

Truvada-xDemografia rimane quasi la stessa di quelli riportati nel mese di aprile, quando 2014 reclutamento era completa: gli uomini 544 sono stati arruolati in clinica salute sessuale 13 in Inghilterra: 275 sono stati assegnati in modo casuale ad assumere quotidianamente Truvada come PREP immediatamente e 269 aspettare un anno prima di iniziare esso.

Tre infezioni da HIV sono state osservate negli uomini assegnati per iniziare a preparare immediatamente, ma di questi quasi certamente contratto l'HIV prima che iniziasse Prep (è stato testato sieropositivo nella sua seconda visita di un mese dopo l'inizio), mentre altri due avevano interrotto l'assunzione di PrEP mesi prima di contrarre il virus dell'AIDS.

C'erano tre uomini (non sei come detto in parte aidsmap.com febbraio) che hanno testato HIV-positivi alla loro prima visita clinica, il giorno in cui dovevano ricevere preparazione per la prima volta e devono essere contratta, al massimo, 2-3 settimane prima

Due degli uomini che iniziate PrEP mentre avevano già l'HIV, tra cui la diagnosi per la sua seconda visita, avevano sviluppato resistenza a emtricitabina: nessuno ha sviluppato resistenza a tenofovir.

In 20 contrasto (non come originariamente pensato 19) gli uomini nel braccio differita contratto l'HIV durante l'anno che erano in attesa per l'inizio di PrEP e questo significa che l'incidenza dell'HIV annua osservata leggermente modificato al 9% nel braccio differita e 1.2% nel braccio immediato. L'incidenza di 9% osservata nel braccio posticipato è molto alta; più o meno sette volte maggiore di 1,34% osservato negli uomini omosessuali che frequentano le cliniche inglesi di salute sessuale in 2012.

Ciò sottolinea che gli uomini che si sono manifestate o sono stati deferiti alla PROUD erano un gruppo altamente selezionato di uomini gay a rischio più elevato.

Un altro fatto è che a sostegno di questa 64 dei partecipanti allo studio avevano un STI diagnosticati l'anno prima di entrare nello studio - un dato aggregato che non è stata riportata in conferenza BHIVA primavera 2014 quando Demografia basate giudizio sono state presentate (solo i numeri individuale stati segnalati STD).

Questo significa che non era chiaramente alcun aumento delle malattie sessualmente trasmissibili nei partecipanti di prendere PrEP: 57 immediatamente e il braccio 50 nel braccio differita sono stati rispettivamente un STD diagnosticata durante lo studio, ma perché gli uomini nel braccio immediate aveva più prove, dopo la regolazione questa è solo una differenza di 7pessoas, che non è statisticamente significativa. In particolare, dopo la regolazione non vi era alcuna differenza a tutti nel terzo degli uomini che hanno preso un rettali Malattie veneree batteriche, l'indicatore più sensibile di essere il partner ricettivo bareback sesso anale, che è più rischioso di volte 17 essere il partner attivo quando trattare l'infezione da HIV.

C'era una differenza statisticamente significativa nel comportamento. Durante lo studio, una maggiore proporzione di partecipanti nel braccio immediate PrEP riferito sesso anale ricettivo senza preservativo con dieci o più partner nei tre mesi precedenti che i partecipanti nel braccio differita (21 contro 12, probabilità 0,03). Tuttavia, quando questo è stato un aumento rispetto la linea di base non si traducono in più malattie a trasmissione sessuale e il numero di partner con i quali i partecipanti hanno avuto il sesso anale non è cambiata.

I ricercatori concludono: ". I nostri risultati supportano fortemente l'aggiunta di preparazione per lo standard di prevenzione per gli uomini che hanno rapporti sessuali con uomini a rischio di infezione da HIV" M un editoriale di accompagnamento, PrEP ricercatore Ken Fenway Salute Mayer a Boston, Stati Uniti d'America e Chris Beyrer, presidente della International AIDS Society, ha commentato: "I risultati di ORGOGLIOSI suggeriscono che l'attuazione pragmatica di preparazione dovrebbe essere parte di qualsiasi strategia primaria rilevante prevenzione dell'HIV ... Preparazione dovrebbe far parte della gamma di servizi offerti da qualsiasi programma clinico si riferisce alla salute sessuale. Giusto il tempo per la speculazione di prevenzione: i servizi di prevenzione dell'HIV dovrebbe essere estesa in tutto il mondo, fornendo PrEP routine per coloro che potrebbero trarre beneficio. "

Gus CairnsGus Cairns

Pubblicato: 14 settembre 2015

Claudio

Tradotto e rivisto dall'originale in ORGOGLIOSI risultati dello studio pubblicati PrEP di Claudio Souza nella notte 17 di settembre di 2015

E Referenze

McCormack S et al. Pre-esposizione per prevenire l'acquisizione di infezione da HIV 1 (FIERI): i risultati di efficacia della fase pilota di un pragmatico in aperto randomizzato. The Lancet, la prima pubblicazione online. DOI: http://dx.doi.org/10.1016/S0140-6736(15)00056-2. 2015.

Mayer KH e Beyrer C. Chemioprofilassi antiretrovirale: FIERO e pragmatismo. The Lancet, la prima pubblicazione online. DOI: http://dx.doi.org/10.1016/S0140-6736(15)00153-1. 2015.

Pubblicazioni correlate

Soropositivo.Org, Wordpress.com e Automattic fanno tutto ciò che è alla nostra portata per quanto riguarda la tua privacy. Puoi saperne di più su questa politica in questo link Accetto l'informativa sulla privacy di Soropositivo.Org Leggi tutto in Informativa sulla privacy