Come HIV colpisce il processo di invecchiamento? Che cosa è "immune esaurimento?"

muay thai al tramontoPer ottenere una buona comprensione di questo testo, ti consigliamo di riprendere l'argomento all'inizio di questo link: Invecchiamento e HIV

Gli educatori spesso spiegano cosa succede nel corpo delle persone con HIV come battaglia: la guerra tra il virus e le cellule immunitarie. Sebbene sia troppo semplice, questa spiegazione è vera. L'HIV non è unico al riguardo, comunque. Il sistema immunitario è costantemente "in guerra" con un numero di organismi nocivi, ad esempio, virus e batteri che entrano i nostri corpi e con le nostre cellule che diventano difettoso e cominciano a riprodurre molto rapidamente - quello che noi chiamiamo il cancro .

Dove l'HIV differisce da molte malattie è che nella percentuale di 99 di pazienti HIV positivi il sistema immunitario delle persone non può controllare molto bene il virus. Questo costante stato di battaglia, in cui il virus si riproduce e il corpo combatte contro di esso, mantiene il sistema immunitario in allerta in modo cronico, una sindrome chiamata infiammazione.

L'infiammazione non è intrinsecamente cattivo e questo è qualcosa che abbiamo bisogno di combattere le infezioni come l'influenza aviaria, per riparare i danni ai tessuti del corpo e prevenire la crescita di alcuni tipi di tumori, ma l'infiammazione incontrollata può causare il caos assoluto sul corpo, causando infarto e ictus, causati da placche di grasso nelle nostre arterie, alimentando la crescita di alcuni tipi di cancro e la graduale perdita del nostro sistema immunitario.

Sappiamo che a partire dai primi anni dell'epidemia il sistema immunitario di persone affette da HIV erano cronicamente infiammati, ma prima dell'introduzione della combinazione della terapia antiretrovirale altamente attiva (HAART) nel tardo 1990, la maggior parte delle persone affette da HIV morì molto giovane e molto per conoscere le conseguenze a lungo termine dell'infiammazione in modo che possiamo conoscerle. Una volta che l'ART divenne disponibile e le persone iniziarono a vivere molto più a lungo, gli scienziati poterono finalmente studiare gli effetti a lungo termine dell'infiammazione nelle persone che vivono con l'HIV.

Nell'ultimo decennio, diversi studi hanno prodotto risultati importanti. Sappiamo che l'infiammazione è significativamente ridotta nelle persone che sono in grado di raggiungere e mantenere la carica virale inosservabile usando l'ART. Questo è uno dei motivi per cui la commissione responsabile della stesura delle linee guida sul trattamento dell'HIV del Dipartimento della salute e dei servizi umani (DHHS) raccomanda che le persone inizino l'HIV HAART il prima possibile. Purtroppo, abbiamo anche scoperto che una carica virale non significa che l'infiammazione è completamente bloccato, che può ancora essere rilevato, e può causare problemi nelle persone che altrimenti sarebbero rispondono bene a ART (terapia antiretrovirale).

Mentre i ricercatori sono preoccupati di come l'infiammazione colpisce direttamente i grandi organi come il cuore, il fegato e i reni, sono anche interessati a sapere come l'infiammazione cronica colpisce il sistema immunitario stesso. Quanto più a lungo il sistema immunitario di una persona continua a combattere l'HIV - anche se l'ART è in uso e più è probabile che quella persona abbia quell'immunosensazione legata all'età, a volte detta anche "esaurimento immunitario".

Questa condizione significa che le cellule immunitarie non riescono a reagire correttamente di fronte a una nuova sfida. Inoltre non si riproducono facilmente ed efficacemente. Infatti, quando gli scienziati hanno le cellule immunitarie delle persone con HIV, scoprono che queste cellule hanno spesso lo stesso grado di logoramento che, rispetto al sistema immunitario delle persone HIV-negative, le persone con HIV sono biologicamente molte decadi più vecchie più vecchio dell'età temporale di queste persone.

Annunci

Pubblicazioni correlate

Recensione 1

La droga della malattia di Crohn produce il carico virale a lungo termine non rilevabile e il ripristino delle cellule T senza HAART nelle scimmie Seropositive.Org - C'è vita con l'HIV 17 17America / Sao_Paulo October 17America / Sao_Paulo 2016 su 14: 31

[...] lascia che accada Questi danni immunitari possono essere uno dei principali meccanismi di progressivo esaurimento immunitario visto nel trattamento di [...]

I commenti sono sospesi

Soropositivo.Org, Wordpress.com e Automattic fanno tutto ciò che è alla nostra portata per quanto riguarda la tua privacy. Puoi saperne di più su questa politica in questo link Accetto l'informativa sulla privacy di Soropositivo.Org Leggi tutto in Informativa sulla privacy

%d blogger come questo: