Immagine predefinita
antiretrovirale

Trattamento dell'HIV: una vita più lunga e più sana

Buona assistenza medica, compreso l'accesso ai farmaci contro HIVL'AIDS può significare una vita lunga e sana per le persone che vivono con l'HIV. L'attuale trattamento non cura l'HIV, ma mantiene il virus sotto controllo, consentendo al sistema immunitario di rimanere forte.

Il numero di malattie e decessi nelle persone con HIV è diminuito drasticamente dopo che la comparsa della terapia combinata (il cocktail) ha iniziato a essere utilizzata nel decennio metà-1990.

Da allora, non ci sono stati miglioramenti significativi nel trattamento dell'HIV, fatta eccezione per l'emergere di nuovi farmaci. La ricerca ha dimostrato che il trattamento per l'HIV significa che qualcuno con HIV ha un'aspettativa di vita più o meno "normale".

Per parlare in modo lamentoso, il trattamento per l'HIV funziona!

due pillole
Due pillole! E non ha nulla a che fare con la trilogia di Matrix

Per ottenere i maggiori benefici dal trattamento dell'HIV con la terapia antiretrovirale (ART) è necessario prendere sul serio le terapie, secondo le indicazioni del medico, ogni giorno.

Per la maggior parte delle persone si cura l'HIV, il che significa che una o due compresse una volta al giorno. Molte persone dimenticheranno una dose ad un certo punto, ma la maggior parte degli agenti anti-HIV continuerà a funzionare se si dimentica una dose occasionale e si prende qualche ora dopo.

È più probabile che tu possa ottenere il massimo beneficio dal trattamento dell'HIV se inizi a prendere questo trattamento prima che l'HIV abbia causato un sacco di danni al tuo sistema immunitario. In Brasile, gli standard per il trattamento e la cura dell'HIV sono definiti e controllati dal National STD / AIDS and Viral Hepatitis Program, un'agenzia del Ministero della Salute.

Le linee guida sul trattamento dell'HIV raccomandano attualmente seguendo la diagnosi delle seguenti linee guida, tratte dal sito web del National STD / AIDS e del virus dell'epatite virale:

Dopo aver ricevuto la diagnosi di infezione da HIV, il paziente deve prendere un appuntamento con uno specialista in AIDS presso il Servizio di assistenza specialistica (SAE).

Nessa primeira consulta, o paciente precisa informar a história clínica inicial, tempo de diagnóstico, se já apresentou alguma doença grave e quais são as condições e os hábitos de vida. É bem provável que, na primeira consulta, o médico peça exames, como: hemograma completo (sangue), urina, fezes, glicose (açúcar), colesterol e triglicérides (gorduras), raios-X de tórax, hepatite B e C, TB e os testes de contagem dos linfócitos T CD4+ (indica o sistema de defesa) e o de carga viral (quantidade de vírus circulante no sangue).

A seconda dell'esito degli esami clinici e di laboratorio, può essere necessario che l'HIV-positivo inizi la terapia antiretrovirale, che è un trattamento farmacologico. Il medico seguirà il paziente, che deve tornare regolarmente in ufficio entro il tempo determinato dai professionisti. Presso la SAE sono anche disponibili consultazioni con psicologi, assistenti sociali, nutrizionisti, infermieri e farmacisti.

La consultazione con l'operatore sanitario è il momento giusto per chiarire eventuali dubbi. Il paziente deve sapere come prendere i farmaci, a che ora si adattano alla routine o come regolare le loro abitudini quotidiane per assumere regolarmente il farmaco. Il medico dovrebbe parlare dei sintomi che possono essere causati dai farmaci e di ciò che dovrebbe essere fatto se uno qualsiasi di questi effetti indesiderati si verifica - la maggior parte dei sintomi scompare entro pochi giorni. Questo primo contatto con il medico è il primo passo verso un trattamento efficace.

Il team coinvolto nella cura delle persone sieropositive ha tutte le condizioni per rispondere a qualsiasi questione relativa al trattamento e alla prevenzione della malattia. Quindi chiedi sempre qualcosa su cui hai dei dubbi!

L'avvio di un trattamento basato su queste linee guida si è dimostrato efficace nel ridurre il rischio di malattie correlate all'HIV e di altre gravi malattie come malattie cardiache, renali ed epatiche.

In alcune situazioni, può essere consigliabile che qualcuno inizi il trattamento prima. Queste situazioni includono:

  • Se hai una malattia correlata all'HIV
  • Se ha l'epatite
  • Se hai bisogno di un trattamento per il cancro
  • Se hai superato 50 per anni, o
  • Per ridurre il rischio di trasmissione dell'HIV.
Questo è dove siamo io e il mio partner (moglie, come alcuni preferiscono); in principio, che la vita: ci porta ogni giorno, ora chiamato 07: e domani alle 19: 00

Una volta iniziato il trattamento, è importante assumere tutte le dosi di farmaci antiretrovirali correttamente.

Ciò significa che è molto improbabile che il farmaco smetta di funzionare perché l'HIV è diventato resistente a loro solo dopo aver ritardato, in poche ore, una dose di antiretrovirale. Puoi trovare ulteriori informazioni sul trattamento dell'HIV nel libro al riguardo PN / STD / AIDS / HV.

Come ogni altro medicinale, i farmaci usati per il trattamento dell'HIV possono avere effetti indesiderati che a volte sono sgradevoli o possono persino farti del male.

Questi sono chiamati effetti collaterali. A volte vengono anche chiamati effetti collaterali, eventi avversi o reazioni avverse.

È importante notare che i benefici del trattamento dell'HIV superano di gran lunga il rischio di effetti collaterali.

I farmaci anti-HIV usati oggi causano molti meno effetti collaterali rispetto a quelli usati in passato. Lo spettro di scelta per i farmaci antiretrovirali è molto maggiore ora, e cambiare la combinazione di farmaci è qualcosa che di solito può essere fatto se il farmaco antiretrovirale causa effetti collaterali. Non devi "sorridere e sopportare", come all'inizio di questo modo di trattare l'infezione da HIV con i suoi effetti collaterali.

Oggi, siamo in 2015, è molto più semplice per trattare l'infezione da HIV


Claudia feliceSi noti la sieropositivi Sito Web Editor: mi ricordo per aver scelto di morire senza vomito sei volte al giorno, uno ogni dose di AZT, di prendere "questo rimedio from hell", come sollevato il mio spirito, ogni volta l'infermiera è venuto con la _maldito AZT_!

I tempi sono cambiati e, una volta che è stato molto difficile da trattare se stessi contro l'infezione da HIV, che al momento mi sono trovato sieropositivo era un concetto letteralmente inesistente perché portare HIV significava nemmeno l'AIDS oggi è molto più semplice.

D'altro canto, a parte questo "semplicità" una scusa per pensare ":

"Wow! Sìì! Siamo in grado di avere rapporti sessuali senza preservativo! ".

Na, ni, in nessun!

C'è vita con l'HIV. Mas é muito melhor viver sem ela!

Annunci

Pubblicazioni correlate

Commenta e socializza. La vita è migliore con gli amici!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Soropositivo.Org, Wordpress.com e Automattic fanno tutto ciò che è alla nostra portata per quanto riguarda la tua privacy. Puoi saperne di più su questa politica in questo link Accetto l'informativa sulla privacy di Soropositivo.Org Leggi tutto in Informativa sulla privacy

Informativa sui cookie e sulla privacy
WhatsApp WhatsApp Us
Hai bisogno di parlare? Ci sono tre persone qui che forniscono servizi di volontariato nei loro mezzi.