19 C
São Paulo
23 gennaio 2020

Scoperto il cache dell'HIV nella cellula, ha informato il R7

Immagine predefinita
Antiretrovirali CD4 In evidenza Doenças Infecciosas HIV HIV o di base

In Italia, secondo R7, gli scienziati hanno scoperto il luogo in cui l'HIV è nascosto all'interno delle cellule della difesa del sistema immunitario umano.

Mauro Giacca. Capo del gruppo di scienziati che hanno scoperto il nascondiglio dell'HIV nella cellula in cui è nascosto l'HIV
Capo del gruppo di scienziati che ha fatto questa scoperta

Secondo R7, lo scorso giovedì 02 aprile, un'immagine della struttura del nucleo di una cellula immunitaria nota alle persone con cui convive HIV come CD4 o, in termini medici meno popolari, come linfociti B, scoprendo, in questo modo, il "nascondiglio" del virus dell'immunodeficienza umana, HIV, in portoghese o HIV, come è più comunemente noto, e, da questa foto , dove viene scoperto dove, il virus, è letteralmente invisibile al sistema immunitario , all'interno delle celle di difesa del corpo, come una specie di cavallo di Troia.

La ricerca è stata effettuata dal ICGEB (Centro internazionale per l'ingegneria genetica e la biotecnologia) a Trieste, con la guida dell'insegnante.

Il fatto è stato pubblicato il XNUMX aprile e ha avuto un forte impatto all'interno della comunità scientifica, il che ha portato speranza per medicine nuove e più potenti, portando ancora più qualità della vita. vida e la speranza di una cura per le persone che vivono con l'HIV o AIDS

Uno dei maggiori problemi è stato come il virus inserisce il suo RNA nella struttura nucleico del linfocita T (nota sieropositivi Sito Web Editor: anche se R7 riferimento nella sua materia di inserimento del DNA dell'HIV è in realtà un retrovirus e, quindi, la sua struttura primaria è in formato RNA), diventando così parte del suo codice genetico che ha portato alla ricorrenza dell'infezione da HIV anche dopo la completa eliminazione dell'intero flusso sanguigno, poco dopo la interruzione del trattamento. Leggi qui un argomento relativo a questa situazione che darà l'esatta nozione dell'importanza della scoperta di questi scienziati italiani.

La ragione per cui il virus sceglie solo alcuni degli oltre ventimila geni umani con cui si integrano e quindi sfuggire al sistema immunitario, così come si nascondeva (nasconde ancora) l'azione di farmaci e propria sistema immunitario, che produce anticorpi contro l'HIV ma non riesce a trovarlo all'interno delle cellule, mescolato con i geni, dove è rimasto, tuttavia, come un mistero doloroso fino a questa scoperta.

ANSA, con informazioni dal R7

Articoli correlati che potresti voler leggere

Una persona ha già detto qualcosa !!! E tu, sarai lasciato fuori!?

Hi! La tua opinione è sempre importante. hai qualcosa da dire? È qui! Domande? Possiamo iniziare qui!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Automattic, Wordpress e Soropositivo.Org e io facciamo tutto quanto in nostro potere per quanto riguarda la tua privacy. E stiamo sempre migliorando, migliorando, testando e implementando nuove tecnologie di protezione dei dati. I tuoi dati sono protetti e io, Claudio Souza, lavoro su questo blog 18 ore o giorno per, tra le altre cose, garantire la sicurezza delle tue informazioni, poiché conosco le implicazioni e le complicazioni delle pubblicazioni passate e scambiate. Accetto l'informativa sulla privacy di Soropositivo.Org Conosci la nostra politica sulla privacy

La tua opinione è molto importante!

Vuoi esprimere la tua opinione sul Blog Soropositivo.Org?

Se lo desideri, ti preghiamo di fornire la tua email, così ti invieremo una risposta.

Se lo desideri, ti preghiamo di fornire la tua email, così ti invieremo una risposta.

Grazie Accogliamo con favore il tuo feedback e torneremo presto