Predittori di neuropatia periferica e HIV nell'era moderna

Immagine predefinita

La neuropatia periferica e l'HIV o la neuropatia periferica da HIV possono generare un quadro difficileneuropatia periferica e HIV

infezione HIV può causare molti problemi, inclusi alcuni che colpiscono i nervi. Il sistema nervoso centrale che permea la maggior parte del corpo esterno al cervello è chiamato sistema nervoso periferico. All'inizio del 1983, i medici di Manhattan hanno osservato lesioni strane ai nervi dei piedi e delle gambe delle persone con HIV. Questo tipo di lesione si chiama neuropatia periferica. I neurologi hanno scoperto che la neuropatia periferica di solito appare per la prima volta nelle dita dei piedi e dei piedi e può provocare intorpidimento, dolore e sensazioni intermittenti. In uno studio, i medici hanno documentato la grave natura del dolore associato alla neuropatia periferica e hanno scoperto che i pazienti colpiti usavano parole forti, come le seguenti per descrivere ciò che sentono: "colpi", "bruciore", "nell'acqua fredda" , "Non sento le mani o le dita e" estremamente dolorante ".

Possibili cause di neuropatia periferica a causa dell'HIV

Le cause della neuropatia periferica tra le persone sieropositive possono variare. Ad esempio, all'inizio della decade 1980 in cui non era disponibile alcun trattamento efficace, la neuropatia periferica era probabilmente una conseguenza della malattia da HIV non trattata. Nel decennio 1990 è stato spesso utilizzato un gruppo di farmaci anti-HIV comunemente chiamati farmaci "d":

  • D4T (stavudina, Zerit)
  • IDD (didanosina, Videx)
  • DDC (zalcitabine, Hivid)

Sebbene l'uso di ddC sia rapidamente caduto in disuso a causa della sua elevata tossicità e debole effetto antivirale, ddI e d4T hanno continuato ad essere utilizzati all'inizio del 21 ° secolo come parte di combinazioni più potenti di terapia anti-HIV (comunemente detto ART o HAART). Questi "farmaci" possono essere tossici per le cellule nervose e anche nei primi anni '1990 i medici hanno scoperto che potrebbero anche causare neuropatia periferica.

DDI - Videx - Accesso alla Videx toro
Due di questi erano al mattino e due di questi notte

Tuttavia, al giorno d'oggi, l'uso di "droghe d" è fortemente scoraggiato dalle linee guida e dai protocolli di trattamento nei paesi ad alto reddito, quindi è improbabile che il suo uso possa causare nuovi casi di neuropatia periferica. Tuttavia, la neuropatia periferica continua a sorgere ...

Neuropatia periferica dell'HIV oggi

Concettuale anatomia dolore umano

I ricercatori dei maggiori centri clinici negli Stati Uniti si sono uniti per studiare le potenziali cause di neuropatia periferica tra le persone sieropositive in tempi moderni. Hanno reclutato persone 500 che erano libere da neuropatia periferica e che sono state monitorate per una media di due anni, eseguendo valutazioni approfondite. Tenendo conto di diversi problemi, l'analisi statistica ha rilevato che c'erano numerosi fattori associati all'aumento del rischio di neuropatia periferica. il CATIE, newsletter (Nota del traduttore: origine di questo testo in inglese ), propone di esplorare alcuni di questi risultati e ciò che indicano.

Dettagli dello studio della neuropatia da HIV periferica

Illustrazione digitale del virus HIV attacca una cellula del sistema nervoso
Ed è più o meno come l'HIV agisce per danneggiare le cellule neurologiche

I ricercatori hanno reclutato 1.583 persone con l'HIV (sieropositivo) tra gli anni 2003 e 2010 di un ampio studio sul virus HIV e problemi neurologici.

Un sottoinsieme di questo gruppo - n. Le persone 493 - che non hanno avuto neuropatia periferica quando sono entrati nello studio hanno composto il gruppo di partecipanti per l'analisi in corso.

Medici e infermieri sono stati formati da neurologi per intervistare, analizzare e valutare i partecipanti per eventuali segni e sintomi di neuropatia periferica.

I partecipanti sono stati anche sottoposti a screening per la malattia. Sono stati raccolti campioni di sangue e ulteriori informazioni sono state ottenute da cartelle cliniche.

Il profilo medio dei partecipanti 493 quando sono entrati nello studio è stata la seguente:
  • 81% degli uomini, 19% delle donne
  • Età media - 42 anni
  • Il 68% (335 persone) stava assumendo ART, di cui 201 (61%) avevano un carica virale inosservabile
  • Circa un terzo dei partecipanti era stato esposto precedentemente o DDI d4T
  • 14% dei partecipanti stava assumendo d4T o DDI quando sono entrati nello studio
  • I medici diagnosticano 73% dei partecipanti con una qualche forma di "usare disturbo o abuso di sostanze psicotrope legali o illegali;" sostanze comunemente usati erano alcool (55%), la cocaina (40%), crystal meth (18%) e gli oppioidi (eroina, per esempio) (17%).

Risultati dello studio sulla neuropatia periferica e hiv

Tempo
Non importa quanto sia veloce, o quanto possa sembrare lento il tempo. La sua misurazione, sebbene relativistica, può sempre essere calcolata sulla caduta di un granello di sabbia dopo un altro annuncio infiniyum; ed è così che mi è passato, un granello di sabbia sempre più lento dell'altro ...

Dopo una media di due anni di follow-up, i partecipanti a 131 (27%), dei quali erano liberi dalla neuropatia periferica all'inizio dello studio, hanno successivamente sviluppato Neuropatia periferica.

Possibili fattori di rischio per la neuropatia periferica dell'HIV

Tenendo conto di diversi fattori, i ricercatori hanno trovato collegamenti statistici tra una serie di fattori, e il successivo sviluppo di neuropatia periferica. Ecco alcuni di questi fattori:

  • Età (50 anni o più) - Questa scoperta è importante perché le persone sieropositive hanno avanzato la sopravvivenza media, con l'aumento naturale dell'età media di le persone che vivono con l'HIV o l'AIDS, Può essere diagnosticata con neuropatia periferica.
  • Carico virale di HIV rilevabile - trattamento non curato o mal gestito per l'infezione da HIV si traduce in un maggior grado di infiammazione dei nervi periferici del corpo. Le cellule infettate da HIV producono anche proteine ​​virali che danneggiano le cellule nervose. Pertanto, non sorprende che i ricercatori abbiano scoperto che i partecipanti con una carica virale dell'HIV rilevabile avevano maggiori probabilità di sviluppare neuropatia periferica rispetto a persone le cui cariche virali non erano rilevabili.
Il trattamento e la sua relazione con la neuropatia periferica e l'HIV

Prescrizione del medico e la medicina

I ricercatori hanno concluso che la "malattia dell'HIV" e il trattamento hanno influenzato significativamente lo stato generale del sistema nervoso periferico [presentando tassi significativi di nuovi casi di neuropatia periferica] nel presente studio.

Per esempio, hanno scoperto che "la neuropatia periferica tasso più elevato si è verificato in un gruppo relativamente piccolo di persone (persone 50) che avevano [utilizzati in precedenza HAART, ma aveva interrotto questi trattamenti]".

I motivi dell'interruzione non sono stati rivelati. Questi partecipanti avevano, in molti casi, un basso numero di cellule CD4 perché non erano sottoposti a trattamento.

In parte, i nuovi casi di neuropatia periferica nel gruppo di persone che avrebbero potuto essere causa di trattamento per l'HIV. Così, il team di ricerca ha pubblicato il seguente avviso:

"A causa della probabilità che 30% di 40% di persone affette da HIV di ART negli Stati Uniti non mantenga una soppressione virologica duratura.

La neuropatia periferica è una minaccia maggiore se il trattamento per l'HIV non è ben rispettato

A causa del trasferimento del servizio sanitario, della scarsa aderenza e di altri fattori, i nostri risultati suggeriscono che la neuropatia periferica è un problema persistente e in crescita ".

I ricercatori hanno osservato che i partecipanti che non avevano mai avuto ART e che avevano un conteggio di CD4 relativamente alto avevano meno probabilità di sviluppare neuropatia periferica. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che il loro sistema immunitario ha subito livelli minimi di degradazione.

I ricercatori hanno anche scoperto che i seguenti fattori potrebbero mettere i partecipanti ad un elevato rischio di sviluppare neuropatia periferica:

  • Uso di sostanze psicotrope - Le persone con una storia di uso / abuso di oppiacei hanno maggiori probabilità di sviluppare successivamente neuropatia periferica.

  • La malattia - I partecipanti nei quali l'infezione da HIV è diventata più grave durante lo studio (tempo di) hanno avuto maggiori probabilità di sviluppare neuropatia periferica.

  • Genere - Le donne hanno maggiori probabilità di sviluppare neuropatia periferica rispetto agli uomini. Questa diagnosi dovrebbe essere analizzata in un'altra analisi, ma potrebbe essere correlata a fattori biologici e genetici, fattori ormonali o sociali e psicologici, come l'uso di sostanze psicoattive e alla fine la depressione.

Il dolore, la depressione e neuropatia periferica

persona pensare al suicidio. Spero che lei non prende questa decisione funesta

I pensieri suicidi sono comuni a me a causa del dolore neuropatico (I Claudius so dichiarare)

I ricercatori hanno osservato che le persone colpite da "intersezione oppioidi / depressione" subito un peggioramento nello sviluppo della neuropatia periferica. Sospettano che i percorsi utilizzati dalle cellule cerebrali di comunicare tra di loro sono affetti da dipendenza (vedi nota alla fine di questo articolo) e la "sovrapposizione di percorsi neurologici" che trattano il dolore.

Hanno notato che precedenti ricerche avevano già scoperto che "indipendentemente dalla causa sottostante / dolore e depressione sottostanti si rinforzano l'un l'altro". Hanno anche sottolineato che la depressione altera il cervello e che gli stimoli che normalmente non sono dolorosi possono essere vissuti come dolore persone depresse. E 'possibile che nelle persone con una storia di dipendenza o uso di sostanze psicotrope, alterano o travisare "percorsi del cervello" rendere le persone più vulnerabili a sperimentare il dolore, in particolare quando il cervello riceve e cerca di elaborare i segnali provenienti dai nervi che sono disfunzionali a causa di neuropatia periferica.

L'era moderna e neuropatia periferica
computer e Homo erectus in ginocchio davanti a lui
Ha solo Homo Erectus si inginocchiava davanti a un computer? O siamo tutti in ginocchio davanti a lui?

I risultati della nostra epoca sono importanti, e sottolineati neuropatia periferica correlate a fattori di rischio sono diversi da quelli di altri tempi.

Ad esempio, in passato, l'alto indice glicemico e la sola presenza di diabete di tipo 2 tra persone sieropositive hanno agito come cofattori per lo sviluppo di neuropatia periferica. Tuttavia, nel presente studio non ha trovato alcuna relazione a questi fattori. Parte della ragione di questo è che solo una piccola percentuale di soggetti soffriva di diabete di tipo 2 (8%).

Inoltre, altre volte, l'uso di farmaci "d" è un fattore importante nello sviluppo della neuropatia periferica. Oggi, però, "Drug d" sono raramente utilizzati, e anche nei casi in cui sono stati rimossi dal trattamento in questo studio, quindi, il suo uso non era correlata allo sviluppo della neuropatia periferica.

In generale, droga e alcol sono cofattori importanti per lo sviluppo della neuropatia periferica. Ciò si verifica in parte perché alcol può essere tossico ai nervi e perché impoverisce i nutrienti del corpo (ad esempio vitamine B), che sono necessari per le cellule nervose. Tuttavia, i ricercatori non hanno trovato l'uso di alcol associato a neuropatia periferica in questo studio.

Ricerche future su analgesia e dolore legati alla neuropatia periferica dell'HIV

La neuropatia periferica può causare angoscia, disabilità e ridotta qualità della vita. vida. I ricercatori hanno affermato che "il dolore neuropatico può essere [schiacciante] in termini di gravità"; inoltre, la neuropatia periferica a volte può scomparire o andare in remissione “spontaneamente o come esito del trattamento e può anche verificarsi nuovamente in un secondo momento. "Questo fatto sottolinea l'importanza di studiare la neuropatia periferica.

I ricercatori suggeriscono che gli studi futuri sono necessari per affrontare le strategie per aiutare a prevenire l'insorgenza di neuropatia periferica, in particolare tra le persone ad alto rischio di questa complicanza, come le persone che fanno uso di oppioidi o che soffrono di depressione.

Tradotto da Inglese a Portoghese del Brasile, con il supporto della tecnologia babylon Claudio Souza e recensito da l'Amato M. *. M. in 02 / 04 / 2015 l'originale:

Predittori di neuropatia periferica HIV-correlata in epoca moderna

La mia triste visione

Claudio(Nota il Sito Web sieropositivi Editor: soffro di molto grave neuropatia periferica e mai fatto uso di oppioidi nella mia vita e ad essere onesti, non consumare alcol fuori dei giorni festivi dalla fine degli anni e il mio consumo di alcol annuale è riassunta in due bottiglie, metà tipo pinta di malzebier e nella mia storia, non vi è un uso efficace di marijuana (che è anche consigliato per alleviare il dolore delle persone con neuropatia periferica, così come l'alleviamento del dolore " malattia terminale "come c6ncer) costantemente fino a quando ero un po 'più anni 21 e ho sentito il primo" calcio nel ventre "della mia prima figlia (grazie Vivian), che mi ha portato ad un nuovo stato di coscienza in cui la paternità e l'uso di droghe è diventato incompatibile. Tuttavia, come ho già detto, io soffro di neuropatia periferica e si vede una sorta di appello drammatico nel testo DOLORE IN PAZIENTI HIV POSITIVI;

Lo so solo io

Tuttavia, in un lontano passato, ho preso DDI, l'ironicamente chiamato "Videx", che aveva circa le dimensioni di una tavoletta "Fruit Salt ENO" che non ha avuto fizz quando è stata messa in acqua e tutto ciò che potevo fare era masticarlo fino a quando non potrei ingoiarlo, e perderei il conto delle volte che ho vomitato con esso, o lo sciolgo in acqua o succo d'arancia; il grosso problema è che al fine di generare un accettabile livelli sierici di questa "medicina" per una buona biodisponibilità era necessario per mantenere un pre e post-digiuno un'ora senza mangiare nulla, non l'acqua, e solo il diavolo avrebbe potuto inventare una forma di tortura più grande di questo! Inoltre, ho sofferto di depressione quindici anni fa, forse è ancora un tempo più lungo e questo può essere stato sì, e mi dispiace molto ammetterlo, uno dei modi per impiantare la neuropatia periferica in me ...!

Questa traduzione può essere ripubblicata solo con l'espressa autorizzazione del traduttore.

In caso contrario, potrebbero essere adottate misure protettive

Risorse

Il dolore neuropatico e intorpidimento - Guida pratica alla HIV droga Effetti collaterali

Chiedi agli esperti: neuropatia periferica - Il lato positivo

-Sean R. Hosein

http://www.catie.ca/en/catienews/2015-03-31/predictors-hiv-related-peripheral-neuropathy-modern-era

REFERENZE:

  1. Snider WD, Simpson DM, Nielsen S, et al. Complicazioni neurologiche della sindrome da immunodeficienza acquisita: analisi dei pazienti con 50. Annals of Neurology. 1983 Oct;14(4):403-18.
  2. Malvar J, Vaida F, CF Sanders, et al. Predittori di nuova insorgenza del dolore neuropatico distale in individui affetti da HIV nell'era della terapia antiretrovirale di combinazione.Dolore. 2015 Apr;156(4):731-9.
  3. Keltner JR, Fennema-Notestine C, Vaida F, et al. HIV-associata dolore neuropatico distale è associato con i più piccoli della materia grigia corticale cerebrale globale.Journal of Neurovirology. 2014 Jun;20(3):209-18.
  4. Keltner JR, Vaida F, Ellis RJ, et al. La qualità della vita correlata alla salute "benessere" nel dolore neuropatico distale dell'HIV è più fortemente associata alla gravità della depressione che all'intensità del dolore. 2012 lug-ago; 53 (4): 380-6.
  5. Ellis RJ, Rosario D, Clifford DB, et al. Alta prevalenza continua e impatto clinico negativo della neuropatia sensoriale associata al virus dell'immunodeficienza umana nell'età della terapia antiretrovirale di combinazione: lo studio CHARTER. Archives of Neurology.2010 May;67(5):552-8.
  6. Kallianpur AR, Jia P, Ellis RJ, et al. La variazione genetica del metabolismo del ferro è associata al dolore neuropatico e alla gravità del dolore nei pazienti con infezione da HIV in terapia antiretrovirale. PLoS One. 2014 21 agosto; 9 (8): e103123.
  7. Badiee J, Moore DJ, Atkinson JH, et al. Ideazione suicida a vita e tentativo sono comuni tra gli individui sieropositivi. Journal of Affective Disorders. 2012 Feb;136(3):993-9.

Questa informazione è stata fornita da CATIE (canadese AIDS Scambio di informazioni sul trattamento). Per ulteriori informazioni, contattare CATIE al numero 1.800.263.1638 o info@catie.ca.

Il credito devono figurare su qualsiasi ripubblicazione on-line, con un link alla pagina originale sul sito CATIE:

Questo contenuto è stato originariamente pubblicato dal CATIE, fonte del Canada per l'HIV e l'epatite C informazioni.

Un po 'di più per la tua lettura

Una persona ha già detto qualcosa !!! E tu, sarai lasciato fuori!?

Hi! La tua opinione è sempre importante. hai qualcosa da dire? È qui! Domande? Possiamo iniziare qui!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Automattic, Wordpress e Soropositivo.Org e io facciamo tutto quanto in nostro potere per quanto riguarda la tua privacy. E stiamo sempre migliorando, migliorando, testando e implementando nuove tecnologie di protezione dei dati. I tuoi dati sono protetti e io, Claudio Souza, lavoro su questo blog 18 ore o giorno per, tra le altre cose, garantire la sicurezza delle tue informazioni, poiché conosco le implicazioni e le complicazioni delle pubblicazioni passate e scambiate. Accetto l'informativa sulla privacy di Soropositivo.Org Conosci la nostra politica sulla privacy

%d Bloggers come questo: