Immagine predefinita
Células cd4

Possibile cura dell'HIV sembra essere in vista, anche se lontano.

Scienziati negli Stati Uniti che lavorano su un farmaco per l'AIDS hanno affermato di aver trovato indizi importanti su come l'HIV si "mimetizza" per impedire al sistema immunitario di eliminarlo completamente dal corpo dell'HIV-positivo dopo averlo soppresso nel sangue da farmaci che prepara il cocktail

Bambini sieropositivi che mostrano la lotta contro l'AIDS ciclo
Bambini che mostrano il nastro rosso, simbolo della lotta contro l'AIDS, una campagna di sensibilizzazione sul tema dell'HIV / AIDS in occasione della Giornata mondiale dell'AIDS a Kolkata 1 dicembre di 2014. Il mondo ha finalmente colpito l'inizio della fine dell'AIDS pandemico che ha infettato e ucciso milioni di persone negli ultimi 30 anni, secondo un importante gruppo di lotta contro l'HIV. I dati delle Nazioni Unite mostrano che in 2013, 35 milioni di persone vivevano con l'HIV, 2,1 milioni di persone erano state recentemente infettate dal virus e su 1,5 milioni di persone sono morte per complicazioni di AIDS. Indubbiamente, è stata l'Africa e l'Africa subsahariana a soffrire maggiormente dell'HIV e dell'AIDS. Foto: REUTERS Rupak De Costa, Moraes.

Il virus di sonno, e muta per sfuggire alla rilevazione da parte del sistema immunitario, è stato il enigma nella ricerca della cura dell'AIDS.

Ora, la buona notizia è che, grazie a esperimenti di laboratorio sul sistema immunitario, si stanno trovando un modo per monitorare il virus e sradicarla, con entusiasmo Robert Siliano.

La ricerca, pubblicata sulla rivista Nature, descritta come "kick-and-kill", è stata il fulcro della ricerca nell'ambiziosa campagna di questa guerra 33 sull'AIDS durata un anno.

HIV, che causa l'AIDS, è nascosto nelle cellule CD4 TNoto anche come "celle di memoria", uno dei componenti del sistema immunitario dopo l'infezione da antiretrovirale essere invertito, è la conclusione dello studio.

Notando che, una volta che la terapia viene interrotta, il virus recupera. Lo studio ha detto il focus della terapia in grado di espellere il virus con farmaci potenti ed eliminare, in modo che l'HIV è stato "costretto" a lasciare il loro nascondiglio e tornò a circolare nel sangue.

Mentre 40 milioni di vite sono state perse negli ultimi tre decenni, con 78 milioni di persone infette da HIV (NdT: Questi dati sono l'autore del testo), Ogni anticipo è un grande salto nella cura delle malattie come l'AIDS.

Lo studio

Durante lo studio, il team ha analizzato il sangue di persone sieropositive 25, distribuiti in modo che 15 li inizia la terapia antiretrovirale non appena sono stati diagnosticati, e altri dieci nella diffusione dell'infezione ed è diventato cronico.

Coloro che sono stati rapidamente iniziata la terapia riuscito a fermare la riproduzione del virus e non consentire sue mutazioni.

D'altra parte, coloro che hanno ricevuto farmaci antiretrovirali più tardi "permesso" che l'HIV soffrono numerose mutazioni, formando una "comunità" con vari ceppi, generando quello cheInstallazione elettrofisiologici ai neuroni record in campioni di cervello chiamare "fuga mutazioni" che erano rilevabili alle "sentinelle del sistema immunitario".

Rendendosi conto che poco dopo la sospensione di farmaci antiretrovirali il virus 'contro-attaccato "e restituito ad agire nei pazienti in questione, lo studio si è concentrato sulla terapia" Kick-and-kill "(calci e uccidendo in traduzione libera) a "calcio" il virus con farmaci potenti ed eliminare in modo che il virus è stato "costretto dalle cellule infette."

Considerando che a causa quaranta milioni (stime) sono stati persi a causa dell'AIDS e dato un universo stimato a circa trenta milioni di persone sono sieropositive o convivono con l'AIDS (Nota del traduttore: queste cifre sono il risultato di stime dell'autore di questo studio) in cuiOgni passo in avanti, per quanto piccolo possa sembrare, è un grande salto!

Soluzione in vista per Positivi

Chiave e puzzle pezzi d'oro - 3d rendere illustrazioneLo scopo della ricerca è quello di andare verso una possibile soluzione al problema centrale di eliminare definitivamente l'HIV dal corpo di queste persone, ha detto il capo scienziato. I nostri risultati suggeriscono che se riusciremo a eliminare l'HIV dal suo nascondiglio, avremo vinto metà della battaglia, ha detto Robert Siliciano, professore di biologia molecolare alla Johns Hopkins School of Medicine, nel Maryland.

Trovato "piscine virus latenti" che portano le mutazioni che rendono l'HIV virtualmente invisibile alle cellule del sistema immunitario umano.

Ma siamo quasi sicuri di disarmarlo, anche quando il virus esce dal nascondiglio e sfugge al rilevamento del sistema immunitario, ha concluso Siliano.

Nella loro ricerca, gli scienziati hanno esposto cellule immunitarie non infette senza il virus; alcuni sono stati esposti all'HIV e hanno subito una mutazione, mentre altri sono stati esposti al virus conservato, o, come dicono gli scienziati, "selvaggi". Quelli che non sono stati esposti al virus sono stati eliminati 61 cento dcellule infette. Ma quelli con il sistema immunitario le cellule infette da HIV mutanti risposto male, eliminando solo 23 cento di cellule infette, un cattivo risultato.

"E 'come il sistema imunitlógico aveva perso la sua capacità di individuare e distruggere il virus; Tuttavia, le cellule killer T CD4 sono ancora in grado di riconoscere una parte diversa del virus, una parte che non soffre le mutazioni nella proteina HIV, risvegliando una risposta immunitaria naturale, Siciliano ha detto in un comunicato stampa.

Sharon Lewin, direttore di infezione e immunità Institute di Doherty, in Australia, ha dimostrato di essere entusiasti i risultati e le implicazioni di questo studio.

Lo studio ha evidenziato la necessità di un ulteriore impulso al sistema immunitario di eliminare il virus dal corpo espulso dal serbatoioNoto studioso.

La ricerca continua nella ricerca di soluzioni.

Tradotto da CSS dalla cura originale per l'AIDS in vista come gli scienziati inutilizzano i metodi per neutralizzare la droga evitando l'HIV

el guapoNota dell'editore di Seropositive Web Site: si noti che il risultato migliore ha eliminato solo un poco più del 60% delle cellule infettate dall'HIV non mutante e questo sicuramente non rappresenta la cura dell'AIDS; solo una speranza per il futuro. Ci vorranno ancora anni di ricerche per trovare una soluzione (o soluzioni raggruppate) che elimina completamente l'HIV dall'ospite infetto e che l'esperienza riportata qui è stata realizzato con il controllo di laboratorio clinicoe non vi è alcuna prospettiva di questo per questa procedura prima della fine di questo decennio o successivo, e il preservativo è ancora l'opzione migliore quando si tratta di prevenzione dell'HIV.

Annunci

Pubblicazioni correlate

Commenta e socializza. La vita è migliore con gli amici!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Soropositivo.Org, Wordpress.com e Automattic fanno tutto ciò che è alla nostra portata per quanto riguarda la tua privacy. Puoi saperne di più su questa politica in questo link Accetto l'informativa sulla privacy di Soropositivo.Org Leggi tutto in Informativa sulla privacy

Informativa sui cookie e sulla privacy
WhatsApp WhatsApp Us
Hai bisogno di parlare? Ci sono tre persone qui che forniscono servizi di volontariato nei loro mezzi.