Per molte persone sieropositive, la legge sulla trasmissione dell'HIV è "debole e non uniforme".

Immagine predefinita
AIDS AIDS nei tribunali HIV Sesso Sesso orale e fatti Sesso orale Qual è il rischio? Sessualità Papilloma virus umano

Molte persone sieropositive che vivono in Inghilterra hanno una comprensione limitata di questa legge che li mette a rischio di essere perseguiti per la trasmissione dell'HIV o con una sopravvalutazione dei loro obblighi legali, secondo una piccola ricerca qualitativa pubblicata on line nella pagina principale di Journal of Family Planning and Reproductive Health Care (Journal of Family Planning and Reproductive Health Care, in free translation).

Diverse persone in Inghilterra e Galles sono state condannato per trasmissione involontaria di HIV durante il sesso consensuale (chiamato "trasmissione irresponsabile"). In parole povere, ciò si verifica quando un individuo sa di avere l'HIV, fa sesso con qualcuno che non è a conoscenza del proprio stato di infezione e tuttavia non adotta misure per ridurre i rischi di trasmissione dell'HIV, e quindi il virus viene trasmesso. avanti.

, Blog soropositivo. OrgIn Inghilterra e Galles (ma non in Scozia, dove la legge è più completa) una condanna è possibile solo dopo la trasmissione del virus HIV. La prevenzione della trasmissione dell'HIV è quindi un modo efficace per prevenire l'azione penale. Inoltre, un individuo che si è sforzato di impedire la trasmissione, attraverso l'uso di preservativi o (seguendo specifici consigli medici) mantenendo una carica virale non rilevabile, potrebbe avere meno probabilità di essere processato da un tribunale per avere Comportamento "irresponsabile", anche se si verifica la trasmissione.

Allo stesso modo, la divulgazione o informazioni preliminari sullo stato dell'HIV potrebbero avere benefici legali in caso di trasmissione del virus. Se si può dimostrare che un partner sessuale ha avuto rapporti sessuali con qualcuno che sapeva essere sieropositivo, la Corte sarà incline a vedere che esiste il consenso al rischio di contrarre l'HIV.

Si raccomanda agli operatori sanitari di parlare ai loro pazienti delle implicazioni legali della trasmissione dell'HIV. La British HIV Association (BHIVA) - British Association for HIV, in free translation - e la British Association for Sexual Health and HIV (BASHH) - British Association for Sexual Health and HIV, in free translation - hanno pubblicato un comunicato con alcune indicazioni su come procedere in tali casi.

Le persone che vivono con l'HIV comprendono la legge?

In questo studio, 33 persone in attesa di appuntamenti medici in una grande clinica della città di Manchester hanno risposto a un questionario stampato. Usando domande aperte, agli intervistati è stato chiesto di descrivere la propria comprensione su vari argomenti, con parole proprie. I temi centrali di queste risposte sono stati analizzati qualitativamente.

Mentre la maggior parte degli intervistati erano uomini gay di etnia bianca e britannica, dieci erano eterosessuali, cinque erano donne e sette erano africani.

Agli intervistati è stato chiesto: “Capisci le questioni legali relative alla trasmissione dell'HIV in Inghilterra e Galles? Considera in particolare alcune circostanze in cui è contro la legge sulla trasmissione dell'HIV e sul modo in cui la legge tratta le persone che trasmettono l'HIV ”.

Pochi intervistati sono stati in grado di descrivere la legge con ragionevole precisione.

La maggior parte degli intervistati aveva una scarsa comprensione della materia. Mentre francamente alcuni hanno dichiarato di non avere "alcuna idea" della legge, altri sembravano avere fiducia nelle proprie conoscenze, ma in realtà avevano una comprensione incompleta. Ciò potrebbe mettere alcune persone a rischio di persecuzione.

D'altra parte, diversi intervistati hanno sopravvalutato l'onere della legge sulle persone con HIV. Ad esempio, un uomo ha detto: "Capisco che è illegale trasmettere l'HIV", quando, in realtà, è illegale in determinate circostanze. Allo stesso modo, un altro pensiero affermava che: "È illegale fare sesso non sicuro quando sai di essere sieropositivo". Sebbene ciò dipenda da un'efficace trasmissione dell'HIV e dal fatto che l'individuo si sia rivelato sieropositivo. Alcuni intervistati hanno pensato che il crimine sarebbe stato un omicidio o un tentativo di omicidio, piuttosto che gravi lesioni fisiche.

I ricercatori hanno notato che quando gli individui sopravvalutano il modo in cui la legge limita il proprio comportamento o la natura della punizione, può contribuire a sentimenti di stigmatizzazione ed emarginazione.

Ci sono state spiegazioni sulla legge che spesso ha portato alla descrizione di pratiche sessuali specifiche (in particolare il sesso senza preservativo), alla divulgazione dello stato dell'HIV e alla natura della relazione tra partner sessuali.

Alcuni hanno suggerito che è un dovere rivelare che sono sieropositivi a certe persone che non sono partner sessuali, mentre altri intervistati hanno ritenuto che la divulgazione potesse dipendere dal tipo di relazione. (ndr: rischiare di soffrire, se non altro un rifiuto, e, in uno dei peggiori scenari, _ denuncia_ ...)

"Non è chiaro cosa sia rivelare e la legge, e se ci sia (in particolare) una differenza tra incontri casuali e attività sessuale con un partner regolare ".

"È essenziale rivelare la tua situazione prima di entrare in una relazione."

Piuttosto che considerare l'assoluto rischio di trasmissione, alcuni intervistati sembravano valutare la necessità di divulgazione in base alla longevità o all'importanza della relazione, con obblighi nei confronti di un partner regolare, che è più forte che nelle relazioni con partner occasionali.

Gli intervistati hanno spesso descritto la propria posizione etica, piuttosto che una chiara descrizione della legge.

"Sento immorale sapere che ho l'HIV e trasmetterlo"

“Non è una buona idea trasmettere il tuo HIV a persone innocenti. Passarlo ad altri è crudele ”

Numerosi intervistati hanno citato diritti e responsabilità. Tuttavia, i diritti e le responsabilità descritti erano sempre quelli dell'intervistato, della persona che conviveva con l'HIV. C'era poca menzione dell'HIV negativo, i partner sessuali che hanno una certa responsabilità nel prevenire l'infezione da HIV.

Cosa dovrebbero fare i medici?

Come notato sopra, BHIVA e BASHH hanno pubblicato una dichiarazione di posizione con una guida su come i medici dovrebbero descrivere la legge ai pazienti e su come i medici dovrebbero comprendere i loro doveri etici.

Tuttavia, mentre lo studio è stato condotto in una clinica in cui questo argomento è stato discusso con tutte le persone di nuova diagnosi e con tutti i pazienti nuovi alla clinica, molti degli intervistati non avevano alcun ricordo del fatto che una simile discussione avesse avuto luogo. Questo è stato motivo di preoccupazione per i ricercatori. "È possibile che i dati siano stati raccolti in un luogo in cui vi è un sovraccarico di informazioni e che la comprensione della legge dovrebbe essere trattata più come un processo che come un evento", commentano.

Inoltre, hanno osservato che il modo in cui gli intervistati comprendevano la legge e la trasmissione dell'HIV era fortemente influenzato dalle proprie prospettive socioculturali - come credenze religiose o opinioni su comportamenti appropriati con un partner sessuale - meno che dai fatti di prospettiva legale e giudiziaria.

“Questo ha posizioni importanti sull'approccio dei clinici quando discutono della legge con i pazienti e forse spiega perché molti partecipanti non si sentono di averne discusso., Blog soropositivo. Orgla legge con i clinici, nonostante il fatto che queste discussioni siano registrate secondo la politica clinica ”commentano gli autori. “A causa delle pressioni del tempo e del desiderio di non angosciare le persone in clinica, i fatti relativi all'accusa possono essere presentati alle persone che vivono con l'HIV senza riferimento al loro comportamento sessuale e senza la propria percezione di colpa e responsabilità. Anziché segnalare fatti e attendere che qualcuno digerisca le informazioni, è necessario affrontare questi problemi in modo più ampio "

I ricercatori suggeriscono quindi che il dibattito in corso sulla legge consente alle persone che vivono con l'HIV di capire la legge considerando le proprie prospettive socioculturali.

riferimenti

Phillips M & Schembri G. Narrazioni dell'HIV: misurazione della comprensione dell'HIV e della legge nei pazienti HIV positivi. Journal of Family Planning and Reproductive Health Care, pubblicato online prima della stampa, 2015.

Per ulteriori informazioni sull'HIV e sul diritto penale

Ci sono le risorse informative del NAM (organizzazione internazionale per la lotta all'AIDS) per le persone affette da HIV che includono una scheda informativa semplice e illustrata: Trasmissione e legge e sulla legge e informazioni più dettagliate nella risorsa Vivere con l'HIV.

Traduzione: Márcio Catanho - Bachelor of Arts / Traduttore e correttore di bozze.

Contatti: mrcatanho@hotmail.com. 085- 88797627.

Roger Pebody, pubblicato il 21 gennaio 2015.

Nota dell'editore: gli estratti che ho considerato, a prima vista, come rilevanti, sono quelli che ho evidenziato, in un modo o nell'altro; è importante valutare che il massimale affronta un problema in Inghilterra e che, qui in Brasile, le cose (sic) devono ancora essere dibattute ed è importante rafforzare i canali del terzo settore, che, a rigor di termini, ha affrontato la lotta per i diritti delle persone convivere con l'HIV o l'AIDS e riflettere, meglio, su ciò che è buono e ciò che è male per noi, in quanto esseri umani e la responsabilità di ciascuno rispetto alla cura di se stessi nel campo della legge, degli obblighi e delle responsabilità e il diritto di ogni persona alla salute, all'informazione, al consenso e di chi ci fidiamo ... Inoltre, è necessario cercare di sapere come verranno trattati i casi in cui esiste un rischio di trasmissione verticale, poiché in alcuni paesi dell'Africa, le donne hanno evitato di trattarsi per non essere accusate infettare i propri figli durante il parto in luoghi in cui, come in Brasile, non esistono mezzi per prevenire e persino impedire la trasmissione in un costante processo di stigmatizzazione per le persone sieropositive

Come promesso segue il testo e il link, che si apre in un'altra scheda del browser: AIDS e legalità trattenuti; di seguito, un po 'di più sui tuoi diritti

Se sei un utente di Natura Acquista con noi

Questo è un lavoro fatto con amore, dedizione, cura e un primo senso di responsabilità! Genera costi e spese!

Sostieni questo link https://www.natura.com.br/?consultoria=claudiosouzaebeleza

E proprio sotto un modulo dove puoi inviarmi un messaggio!

Dona $ 10,00 Dona $ 50,00 Dona $ 100,00

, Blog soropositivo. Org
Se puoi e vuoi, ti preghiamo di aiutare
, Blog soropositivo. Org

E non era entro un "fuso orario di conforto"! Questa è una storia che solo io devo raccontare!

Sono stato il primo individuo, un CPF, non un CNPJ a, tra virgolette, "Slap my face"!

Nonostante tutto quello che ho vissuto, tutto ciò è accaduto in un periodo ancora turbato dal pregiudizio e, sì, c'erano dei prezzi da pagare.

La valuta è sempre stata quella dell'esclusione sociale e ho persino esitato a continuare o no!

Il grande "IT" di tutto ciò è che senza questo lavoro, non mi sarebbe rimasto altro che il tempo libero e certamente non lo sosterrei. Ho bisogno di essere produttivo.

Siamo Borg!

Se non annoiato dalle ore vuote, almeno dal suicidio a causa dell'assoluta mancanza di scopo che la mia vita avrebbe avuto e della terribile impressione di parassitosi che mi avrebbe colpito. Quindi, non potevo smettere.

Ho avuto l'opportunità di realizzare molte cose e, d'altra parte, ho perso diverse opportunità per fare di più, con una portata più profonda e migliore.

Non tutto è come desiderato. Lascia che piova (Guilherme Arantes)!

Ad ogni modo, se hai la possibilità di sostenere, finanziare, anche se solo minimamente questo progetto, ecco i fatti:

, Blog soropositivo. Org
Questo è l'unico blog "Still ON LINE" ad aver ricevuto questo premio e questa consacrazione. Il blog che ha raggiunto lo stesso status era Solidariedaids, di Paulo Giacommini. Sfortunatamente non riesco a trovare il collegamento e la comunicazione questo ed è molto difficile
, Blog soropositivo. Org
Blog unico on line Trattando questo tema per aver ricevuto questo premio dalla giuria accademica

, Blog soropositivo. Org

Letture consigliate su questo blog

Hi! Ragazzi, grazie per essere arrivato così lontano! La tua attenzione e interesse è il nostro più grande interesse, lavoriamo qui, io e Mara, per informarti, facciamo chiarezza in alcuni punti nebulosi di "tutto questo".

Tuttavia, ci mancano risorse finanziarie.

Se ti piace il lavoro, se sei in grado di aiutare e vuoi aiutare, spesso il costo di una sciocca quotidianità per noi farà sicuramente la differenza perché, lo sappiamo, il colibrì, che trasporta acqua sulla punta di il tuo becco farà la differenza nello sforzo di spegnere l'incendio boschivo!

Pensaci!

Di seguito sono riportate alcune risorse per facilitare il supporto!

Suggerimenti di lettura

Una persona ha già detto qualcosa !!! E tu, sarai lasciato fuori!?

Hai qualcosa da dire? Dillo!!! Questo blog è meglio con te !!!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Automattic, Wordpress e Soropositivo.Org e io facciamo tutto ciò che è in nostro potere per quanto riguarda la tua privacy. E stiamo sempre migliorando, migliorando, testando e implementando nuove tecnologie di protezione dei dati. I tuoi dati sono protetti e io, Cláudio Souza, lavoro su questo blog 18 ore al giorno per garantire, tra le altre cose, la sicurezza delle tue informazioni, poiché conosco le implicazioni e le complicazioni delle pubblicazioni passate e scambiate qui Accetto l'informativa sulla privacy di Soropositivo.Org Conosci la nostra politica sulla privacy

WhatsApp WhatsApp Us