UNAIDS: possiamo porre fine al virus HIV, ma solo se ci rifiutiamo di quasi tutte le persone

Sei dentro Iniziazione => HIV => UNAIDS: possiamo porre fine al virus HIV, ma solo se ci rifiutiamo di quasi tutte le persone
HIV
Sarebbe l'azione della causa della lipodistrofia HIV?

red ribbon Il Programma congiunto delle Nazioni Unite sull'HIV / AIDS, UNAIDS, ha varato un piano ambizioso che mira a porre fine alla epidemia di HIV in 2030. Questa strategia, che ha avuto inizio questa estate, richiede 90% delle persone che vivono con l'HIV sono diagnosticati, che 90% di quelli diagnosticati sono sotto trattamento (81% del totale) e il 90% di quelli in trattamento (72,9%) raggiunge carica virale non rilevabile. UNAIDS afferma che senza un programma così ambizioso, il numero di persone che vivono con l'HIV in tutto il mondo crescerà inesorabilmente, semplicemente perché la maggior parte delle persone che già vivono con l'infezione al momento. Solo con il trattamento per ottenere quasi il livello universale sarà possibile sopprimere la carica virale e rendere le persone non infettive in un modo che ottiene un effetto significativo sulla salute pubblica, sostiene UNAIDS.

Questo fornisce la prova per indicare che questo ambizioso obiettivo è raggiungibile. Alcuni paesi, ricchi e poveri, in quanto si stanno avvicinando questo livello di copertura, dal Rwanda, dove l'incidenza di HIV (il tasso di nuove infezioni) è scesa a una frazione dei valori precedenti, Australia e Regno Unito, dove attualmente 62 % di tutte le persone che vivono con l'HIV sono in terapia antiretrovirale e hanno una carica virale sotto 50 copie / ml, secondo due relazioni; 68% degli uomini gay nel Regno Unito hanno raggiunto la soppressione virale, un valore prossimo alla meta UNAIDS.

scritta hiv parola con preservativi

Come mostrato in l'ultimo rapporto sanità pubblica in Inghilterra (PHE), il fattore che impedisce che possa raggiungere l'obiettivo di UNAIDS è che ancora non ci sono molte persone più vulnerabili alle infezioni di fare il test lo screening, compresi screening regolare. Il grosso problema nel Regno Unito è in gruppi eterosessuali di persone con alta prevalenza, persone soprattutto neri che continuano a fare meno spesso di screening, e che vengono diagnosticati tardi rispetto agli uomini omosessuali, i lavoratori del sesso, le persone che fanno uso di droghe per iniezione e altri gruppi vulnerabili. La nota PHE che ciò è dovuto in parte al fatto che le persone eterosessuali hanno una minore probabilità di frequentare le cliniche di salute sessuale che fanno proiezioni per l'infezione da HIV: infatti, ammettono non c'è modo di stabilire quanti test di screening sono i professionisti assistenza sanitaria di base più ricercato dalla popolazione eterosessuale e con quale frequenza.

Commento: Il presente documento campagna ha sostituito il solito documento con una panoramica della epidemia globale UNAIDS utilizzato per lanciare sul World AIDS Day. Rafforza l'idea che gli obiettivi dapprima impossibile raggiungere possono essere realizzati in molti luoghi. Tuttavia, ammette anche che solo 60% dell'effetto desiderato verrà dal trattamento generale e la soppressione virale: il resto dovrà venire da migliorate le misure di prevenzione. Si accetta anche che in alcune parti del mondo, come la Russia e l'Europa orientale, la probabilità di raggiungere questo è ridotto - di solito perché le persone più bisognose di trattamento dell'HIV sono quelli che sono più discriminati dal sistema sanitario

Immagini simili

Pubblicazioni correlate

Commenta e socializza. La vita è migliore con gli amici!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Questo sito utilizza i cookie e si può rifiutare questo uso. Ma potresti ben sapere cosa viene registrato in consonanza con il nostro politica sulla privacy