fine di AIDS
Sarebbe anche la 'Fine di AIDS' così vicino che abbiamo potuto predice a 2030?

Vendere gatto da Hare? Fine di AIDS 2030? Come? A che prezzo? E per coloro che ...

Fine dell'AIDS per 2030 di Benjamin Ryan

Come gli slogan anticipando la fine del AIDS guadagno epidemia popolarità, scettici temono che tali promesse sono vuote e un ambizioso irrealistico, e che il mancato rispetto in ultima analisi, ostacolare gli sforzi per combattere l'HIV.

L'idea di se per data per la fine dell'AIDS

L'idea è nata in una cella a Washington, DC Charles King, che dirige il Housing Works, Una struttura di servizio sull'AIDS a New York City, è stato bloccato per diverse ore lungo con il direttore esecutivo del Treatment Action Group in Mark Harrington. I due attivisti veterani avevano commesso il suo ultimo atto di disobbedienza civile, la parte anteriore della Casa Bianca durante la Conferenza Internazionale sull'AIDS a luglio 2012. In attesa che il tempo passi, hanno preso deplorando quello che hanno visto come la natura inefficace dell'amministrazione Obama nelle strategie nazionali per l'AIDS, la quale, il re crede ", è una strategia per mantenere l'epidemia, non finisce di esso."

Ma cosa succede se potessero trovare un modo per porre fine all'epidemia, almeno un kit per il test su scala più piccola? New York sembrava agitata dalla possibilità. Non solo le tendenze principali epidemiologici nello stato muovendo nella giusta direzione, così come una riprogettazione in attesa del suo programma Medicaid che avrebbe liberare fondi che potrebbero essere spesi in modi nuovi e creativi. Inoltre, la piena attuazione della legge Affordable Care è stato quello di aprire nuovi orizzonti nella lotta contro l'HIV.

Avanzando entro giugno 2014: Governatore Andrew Cuomo ha annunciato il piano ambizioso della sua amministrazione a "porre fine alla epidemia di AIDS a New York." L'idea è quella di "piegare la curva" e ridurre il numero di persone che vivono con il virus nello Stato Empire per la prima volta in tre iniziative principali: migliorata la diagnosi di HIV e il link alle cure, una migliore ritenzione per coloro che ricevono la cura con terapia antiretrovirale (ARV) espanso, e una spinta per mettere newyorkesi con comportamenti a rischio a Truvada (tenofovir / emtricitabina) come profilassi pre-esposizione (PrEP).

La leadership del re riuscì a portare numerosi partiti per una riunione, compresi i gruppi LGBT, organizzazioni di servizi di AIDS, aziende farmaceutiche, il settore della sanità pubblica e il governo dello stato, naturalmente. All'arrivo il fiore all'occhiello della fine dell'AIDS, questi gruppi sono venuti in linea con le forze che lavorano su scala ancora più grande sulla strada verso un obiettivo ambizioso. Ciò include l'amministrazione Obama, il Programma congiunto delle Nazioni Unite sull'HIV / AIDS (UNAIDSIn inglese), e il Fondo Globale per la lotta all'AIDS, la tubercolosi e la malaria. Negli ultimi anni tutte queste entità hanno cercato di porre fine, non per quanto riguarda l'epidemia e si sono impegnati a raggiungere l'obiettivo con un fervore e un ottimismo che non si vedeva da metà 1990 quando è stata introdotta la terapia antiretrovirale combinata per l'HIV.

Questo entusiasmo che alcuni occhi sono cauti, ma con ostilità sincero. Gli scettici temono che tali grandi promesse cadranno a terra, lasciando i donatori una volta entusiasmato e altre parti interessate disillusi per chiudere i loro portafogli e volgere lo sguardo ad altre preoccupazioni.

In un lungo elenco maledisse i server di posta elettronica interni alla vigilia della Conferenza Internazionale sull'AIDS a luglio Melbourne, ex studente di ACT UP, Gregg Gonsalves, invocato la retorica della fine di AIDS come "uno strano sforzo utopico "e" un miraggio in seguito leader in malo modo "per le reali difficoltà di trattare con la crisi globale di AIDS in questo.

Waafa M. El-Sadr, MD, Master in Sanità Pubblica, direttore dell'organizzazione in ICAP salute globale presso la Columbia University, ha guidato un gruppo di tre persone che ha pubblicato un editoriale sulla rivista Scienza 11 nel mese di luglio dal titolo "End of AIDS: Pubblicità contro Speranza. "L'articolo sostiene che le campagne che promettono" il successo imminente "nella battaglia contro l'AIDS", possono essere percepite come le campagne che minimizzano le sfide che rimangono, con conseguente rimozione di risorse e la conseguente rinascita di 'controllo' assunto la malattia. "

Vecchi strumenti, una nuova scoperta, una nuova speranza

In ogni caso, le campagne per porre fine alla epidemia sono stati in aumento ultimamente. Il movimento ha ricevuto maggiore impulso scientifico maggio 2011 quando sono stati annunciati i risultati del famoso studio HPTN 052. Per la grande gioia della grande comunità internazionale sull'AIDS, lo studio ha dimostrato che gli ARV tagliato il rischio di coppie eterosessuali stato mescolato in 96 cento. Anthony S. Fauci, MD, direttore del National Institute of Allergy e Malattie infettive ha scritto un editoriale in Scienza che è uscito nel luglio dello stesso anno in cui dice entusiasta: ". Abbiamo finalmente scientificamente convalidati metodi di prevenzione che funzionano in modo chiaro, suggerendo che la fine della pandemia è possibile" Trattamento come la prevenzione (TASPIn inglese) è diventato un faro di speranza.

Intorno novembre 2011, l'allora Segretario di Stato, Hillary Clinton, ha parlato delle nuove iniziative per una "generazione libera di AIDS", che rimase la pietra angolare di amministrazione globale strategico di Obama in materia di AIDS. Il carburante alla base di questo sforzo sono le tre "modi di prevenzione" di Fauci, ognuno dei quali è stato scientificamente dimostrato di ridurre il rischio di trasmissione dell'HIV: trattamento dell'HIV Espanso, la circoncisione maschile volontaria medico (che riduce il rischio di trasmissione HIV dagli uomini alle donne in 60%) e il trattamento delle madri sieropositive per prevenire la trasmissione da madre a figlio del virus (MTCT, In inglese). Inoltre, ci sono molto vecchie strategie di test per l'HIV e la consulenza e la distribuzione di preservativi.

In 1º dicembre 2011, Giornata Mondiale dell'AIDS, sia il presidente Barack Obama e il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon anche fatto inviti specifici per porre fine a causa dell'AIDS.

Il dialetto ha avuto un "effetto a catena". Adottando queste lingue nelle loro strategie di relazioni pubbliche sono stati gruppi come amfAR, la Fondazione per la Ricerca sull'AIDS, che spesso parla di una fine di AIDS nei loro campi di raccolta fondi. C'è anche la Whitman-Walker SaluteL'organizzazione di servizi in AIDS Washington, DC, che ha recentemente cambiato il suo nome a piedi per l'AIDS (AIDS WalkIn inglese) per "Walk the fine del HIV" (The Walk to End HIV, In inglese). La campagna pubblicitaria questo evento si chiama "The End of the Road" (Il Finish Line, In inglese).

A UNAIDS ha fatto appello più specifici a "porre fine alla epidemia di AIDS come una minaccia pubblica" per 2030, un obiettivo condiviso e sostenuto dal Fondo Globale.

Tutto ciò porta la questione: "Che cosa è la" fine di AIDS "?

"A un estremo ci sarebbero più persone nel mondo vivono con l'HIV, e dall'altra parte ci sarebbero più persone nel mondo vivono con malattia avanzata a causa dell'HIV, che significa AIDS", dice El-Sadr. "Tra questi due estremi, c'è tutto il resto."

Regolazione del messaggio

In definitiva, la slogan sono circa l'arte della vendita, indipendentemente dal fatto che ci stanno ricordando che "Coke è tutto" o "Solo tu puoi prevenire gli incendi sulle foreste". Per quanto riguarda i campi di vista di AIDS, sloganAnche se più nebuloso o illusoria del suo significato attuale, è tipicamente orientata ad interessi di coloro firma controlli o aprendo le politiche necessarie porte (o non chiude, a seconda dei casi può essere). Poi, naturalmente, c'è il comportamento del pubblico in generale, che, scosso dalla efficacia del messaggio, può contribuire a porre fine alla epidemia (o forse un favore politico si rendono conto proprio o no, di essere proattivi). Questo campo considerare anche quali strumenti il ​​gruppo di lavoro con il slogan hanno o aspettano di avere a vostra disposizione. Pertanto, ogni definizione di "fine AIDS" è limitata dalla particolare approccio di ciascuna entità nel raggiungimento di questo obiettivo.

Secondo Kevin Frost CEO di amfAR, raggiungere la fine di AIDS sarà un "viaggio molto, molto lungo e richiede strumenti che francamente ancora non abbiamo. Richiede un vaccino, che richiede una cura, e richiede un numero di cose che semplicemente non esistono. "

Questa posizione si inserisce con un focus centrale degli sforzi di amfAR che è la cura per l'HIV. Il messaggio raccolta di fondi senza scopo di lucro suggerisce che il sostegno questa ricerca porterà alla fine di AIDS. La strategia ha funzionato: mentre altri gruppi di battaglia AIDS in tutto il paese hanno visto la loro diminuzione dei fondi, amfAR è raddoppiata nel corso dei sette anni il mandato di Frost, che egli attribuisce a quanto successo tale messaggio aspirazionale risuona in sostenitori amfAR.

La definizione di un termine per l'AIDS, gelo dice: "Credo che l'obiettivo dovrebbe essere quello di sradicare completamente questa malattia. E proprio come il vaiolo, credo che si può fare. "

Nel frattempo, UNAIDSIl Fondo Globale, e l'amministrazione Cuomo di New York sono, ciascuno per sé, nella sua chiara posizione che abbiamo gli strumenti per porre fine alla epidemia di AIDS e che questo ordine avremmo visto molte persone vivono una vita più lunga e sano con l'HIV.

I vari soggetti interessati che contribuiscono a modellare i dettagli del piano dello stato di New York hanno due riferimenti che sperano di raggiungere nel prossimo futuro e che si dice aiuterà annunciare l'arrivo di un termine per l'epidemia di AIDS.

Il primo obiettivo è quello di ridurre il numero 75% delle nuove infezioni in stato di 3,000 2012 per 750 in 2020. Considerando che 150.000 persone nello stato di New York vivono con l'HIV, questo sforzo potrebbe finire la "velocità di trasmissione" cento 2 annuale 0,5 cento e probabilmente causare il restringimento dell'epidemia nello stato. L'altro riferimento allo stato del progetto è quello di ridurre il numero di newyorkesi positivi test per l'HIV e che quindi ricevono una diagnosi di AIDS entro due anni 10 cento al 5 cento, anche intorno 2020.

Più chiarezza obiettivi e maggiore nel senso preciso della fine dell'epidemia di AIDS a New York sono di emergere come i dettagli sono forgiate nella preparazione della proposta di bilancio del governatore nel mese di gennaio.

Il piano di UNAIDS è girato intorno a un paio di obiettivi per l'epidemia globale di HIV. Il primo è quello di avere 90 per cento delle persone che vivono con il virus a conoscenza della loro stato, 90 per cento di questo gruppo ARV e 90 per cento di questo gruppo ha raggiunto una carica virale non rilevabile - tutto intorno 2020. (Il che significa 72 per cento della popolazione globale di HIV sarebbe completamente soppresso virus.) Questo, secondo un modello matematico, dovrebbe mettere il mondo in un obiettivo, circa 2030, giù 90 per cento delle nuove infezioni - a 200.000 all'anno - e una riduzione dell'80 per cento nei decessi correlati all'AIDS rispetto ai dati 2010. Mentre Gonsalves in particolare scopre difetti nella mancanza di più specifici UNAIDSVi è, infatti, in altri progetti.

Frost è critica del concetto di UNAIDS la fine di AIDS, dicendo: "Se si prende il concetto di UNAIDS e sostituire la parola 'polio' per 'AIDS' si potrebbe sostenere che si finisce con la poliomielite. E da questa definizione, si può sostenere che si può essere giusto, dal momento che 'terminare un'epidemia' e 'debellare una malattia' sono diverse. Ma con HIV, la definizione di UNAIDS riflettono la mia [posizione] che una definizione che lascia migliaia di persone che vivono con l'HIV, ma solo non morire di malattia non riflette ciò che una persona per la strada potrebbe interpretare ciò che "end AIDS."

Non prestare attenzione all'uomo dietro la tenda

Ma possono queste grandi obiettivi da raggiungere in verità, e entro il termine promesso? Prendere obiettivo dell'amministrazione Obama di una generazione libera AIDS. Nelle parole di Hillary Clinton, l'espressione significa che "virtualmente nessun bambino è nato con il virus. Poiché questi bambini diventano adolescenti e adulti, sono a rischio molto più basso di contrarre l'infezione di quanto lo sarebbero oggi grazie ad una vasta gamma di strumenti di prevenzione. E se ottengono l'HIV, hanno accesso alle cure che aiuta a impedire loro di sviluppare l'AIDS e passare il virus ad altri. "

Quattro anni dopo l'annuncio del piano, questa visione si sta già dimostrando illusoria. Uno degli obiettivi iniziali di gestione è stato quello di realizzare uno zero madre a figlio trasmissioni a 2015. Ma, come del 2001 2013 abbiamo visto un calo del 60 cento nell'incidenza annuale di MTCT, su 500,000 200,000 per la tendenza è l'appello di vasta portata a zero il prossimo anno. Inoltre, la battaglia di investimento americana contro l'epidemia globale in stallo ampiamente da 2011. Il bilancio del presidente per il Piano di Emergenza per l'AIDS Relief, che include i contributi al Fondo globale, era in 6,725 miliardi di quattro anni fa ed è stimato a 6, 756 miliardi di dollari di oggi. Il bilancio proposto per 2015 è 6, 403 miliardi.

L'amministrazione Obama è anche colpevole di gravi cadute logiche di fare promesse sulla fine di AIDS. Durante il discorso alla Giornata Mondiale della 2013 dell'AIDS, il Segretario di Stato John Kerry ha proclamato che una generazione libera AIDS era "a portata di mano". Ma secondo le sue numerose impostazioni spiegate dal suo predecessore, il generazione libera non sarà nato fino a quando la trasmissione madre-figlio è praticamente debellata; e un tempo, e richiederà due decenni sono passati in modo che questi bambini crescono e si muovono a tutti gli altri riferimenti.

"Devi avere un ottimo spettacolo da vedere" la libera generazione di AIDS, dice sarcasticamente Mitchell Warren, direttore esecutivo di AVAC.

Riferendosi a HIV obiettivi di trattamento UNAIDS a 2020, Warren dice: "Io sono a favore di essere audace e audace, ma essere là di ciò che possiamo aspirare, per dire che siamo in 72 cento della soppressione virale mondiale in meno di un decennio non è, credo, un obiettivo realistico. Voglio qualcosa che sia possibile, ma ambizioso. "

In confronto, solo 28 per cento degli americani che vivono con l'HIV hanno soppressione virale completa. Nell'editoriale di El-Sadr per ScienzaLei ei suoi co-autori sottolineare che nei paesi di basso e medio reddito, solo 34 cento delle donne e 17 cento degli uomini con HIV hanno accesso alle cure.

Warren si occupa della contabilità di queste promesse. Come ho detto al [amministratore delegato UNAIDS] Michel Sidibé e altri [la Conferenza internazionale sull'AIDS] a Melbourne, 'Nessuno di voi hanno ancora il tuo lavoro intorno 2030', ricorda. "Questo è qui per 16 anni. Chi voglio dare la colpa quando non ha colpito il bersaglio? ".

Metti un sorriso

Secondo Kent Buse, PhD, consulente senior per il direttore esecutivo e responsabile di orientamenti politici strategici UNAIDS, Le sue decisioni ad adottare tali strategie di campagna impressionante per la fine di AIDS si è verificato nel contesto delle forze gratificanti chiesto una pausa nella malattia e raccogliere fondi programmi delle Nazioni Unite. Inoltre, dato l'ambiente economico austero, i critici dicono UNAIDS dovrebbero essere trasferiti alla Organizzazione Mondiale della Sanità. Nel frattempo, l'interesse pubblico in HIV scemato, naturalmente, come pochi ha visto la malattia come una domanda pressionadora. Così, in una torsione ironica, convincere il mondo che l'AIDS non è finita, se necessario, parlare di come lei potuto fine, ricordando in tal modo la gente comune della minaccia sempre presente.

"AIDS hanno bisogno di conservare e mantenere una certa visibilità", dice Buse ", e anche nel settore sanitario vediamo AIDS in qualche misura essere spinto da malattie non trasmissibili e la copertura universale in materia di salute. E questo non vuol dire che pensiamo che questo è un gioco di zero a zero. "

"Noi pensiamo che se non attuiamo questo tipo di linguaggio che ci verranno ignorati", dice del slogan la fine di AIDS. "Penso che la risposta all'AIDS ragionevolmente stata senza precedenti in termini di progressi che sta ottenendo. E dobbiamo continuare a raccontare questa storia di continuare ad attrarre investimenti. "

Il direttore esecutivo del Fondo Globale, Mark Dybul, MD, dice che attraggono investimenti delle nazioni richiede una finezza che è informato dalle tendenze epidemiologiche e modelli matematici ed è, di fatto, sostenuto dalle organizzazioni storiche nella lotta contro la malattia.

"Se dici 'AIDS è finita e possiamo andare,' questo è un problema", ha detto Dybul. "Se stai dicendo che siamo su un percorso ormai, siamo davvero a un punto di svolta in cui abbiamo la possibilità di arrivare alla fine dell'epidemia - un'epidemia, non eliminare l'HIV, ma per arrivare al livello più bassa endemia - che è ragionevolmente attraente per i donatori. Dire che pagheremo per questo il 75 prossimo, 100 anni e dire che non c'è alcuna uscita non è molto interessante per la mobilitazione delle risorse. "

Per quanto riguarda la "bassa endemia" HIV Dybul ha detto comunità di ricerca mondiale sta ancora risolvendo questi dettagli.

E per quanto riguarda il punto di flesso, e il punto Buse Dybul al modello in cui si afferma che un modello di attacco rapido e la condizione può dirigere immediatamente la tendenza alla diminuzione. Attendere fino a pochi anni per espandere sforzi, e il sacco di tempo, denaro e sforzo necessario per ottenere lo stesso risultato sarà molto maggiore.

Nel frattempo, la fazione di New York si sente particolarmente sicuri che il messaggio di fine dell'AIDS risuona tra le persone e che gli sforzi si riveleranno di successo, in ultima analisi.

"Penso che questa conversazione [sulla fine dell'AIDS] realmente eccita la gente", ha dichiarato Dan O'Connell, direttore dell'Istituto AIDS presso il Dipartimento di Salute di New York Stato. "Se lo fai in un certo contesto dove c'è un punto nel cielo e non è realistico, sarà sicuramente ottenere qualche risposta negativa e la gente sarà preoccupato del fatto che si sta tentando di esagerare qualcosa. Ma penso che dove siamo a New York è perfettamente possibile fare ciò che abbiamo detto che faremo. "

"Mi vedo questo come un momento decisivo", spiega Charles King of Housing Works"E mi sento un grande senso di responsabilità. Perché la verità è che io onestamente credo che se lo stato di New York in realtà attuare un piano che otterrà la curva a zero, ci sarà aprendo la strada ad altri Stati a fare lo stesso. E se non riusciamo, e questo è solo un slogan e nessuno di approfittare di questo, saremo probabilmente a calci movimento negli Stati Uniti per almeno un decennio. E se essere lungo fino a quando un altro governatore fare un passo avanti e dire 'Oh, sì, possiamo "

Traduzione Rodrigo Pelegrini

Informazioni aggiunte su 22 / 04 / 2018:

E con il link che segue, vedrai che io, Cláudio Souza, Cerco di mantenere la coerenza in ciò che riporto, soprattutto con possibilità di guarigione e scriverò un post sul fatto che tengo il mio carrello, quello che mi muove, terzo, sulla discesa, senza "Datti da fare e datti una scossa"

tag:

Sì, questa è la mia foto! Mia nipote mi ha chiesto di mettere questa foto sul mio profilo! .... Ho avuto qui una descrizione di me che una persona ha descritto come "irriverente". Questo è davvero un modo eufemico per classificare ciò che era qui. Tutto quello che so è che una "ONG", che occupa un edificio di storia 10 ha collaborato con me, e ho i log del tempo partenariato, che era un altro vampirismo perché per ogni popolo 150 che escono del mio sito, cliccandoci sopra, c'era, in media, uno che arrivava. QUANDO SONO STATO ENTRATO E INSERITO

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

L'ultimo da quando:

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Caricare Vai a inizio pagina
%d Bloggers come questo: