L'infezione da HIV è un fattore di rischio indipendente per l'ictus

Immagine predefinita
AVC

AVC

A Infezione da HIV è collegato a un rischio molto maggiore di ictus, secondo una ricerca condotta in Nord America, pubblicata in un'edizione elettronica di Journal of acquisiti Sindromi da immunodeficienza.

L'associazione tra l'infezione con il virus dell'AIDS e ictus è rimasto un livello significativo, dopo alcuni studi e opzioni di controllo del male. I fattori che sono legati alla infezione da HIV, la carica virale dimostrato di essere il fattore più importante di tutti.

La possibilità di una corsa maggiore parallelo al livello crescita della carica virale, suggerendo che il controllo improprio conseguenze virali e infiammatorie e immunologiche inerenti a questo fattore può aumentare il rischio vascolare rischio / cervello.

Al giorno d'oggi, è risaputo che il virus dell'immunodeficienza umana è associato ad un aumentato rischio di malattie cardiovascolari. Nonostante questo, l'effetto trombogenico dell'HIV non è ancora chiaro e tutto è nel campo delle teorie; tuttavia, esiste il rischio.

Era quello di ottenere una misura migliore questo link per gli scienziati di Boston ha delineato uno studio che ha confrontato il tasso di incidenza di ictus in 4 308 le persone che vivono con l'HIV tra 2005 e 2007 e 32 000 persone sieronegative come gruppo di controllo per l'analisi.

C'era un'ampia prevalenza di fattori di rischio di ictus nelle persone con HIV, come ipertensione, diabete, abitudini al fumo malsane, cardiomiopatie, malattia della valvola cardiaca sinistra e insufficienza coronarica.

132 AVC è stato notato nelle persone con HIV e 782 in persone che non portano il virus. L'Indice era 5.27 per mille pazienti / anno tra le persone sieropositive e 3.75 per mille pazienti / anno nelle persone non sieropositive.

Da questa analisi ricercatori hanno dimostrato l'infezione da HIV è collegato ad un guadagno di circa 40 rischio di ictus% (UR = 1.40; 95% CI, 1.17-1.69, p <0.001).

E anche tenendo conto dei fattori di rischio tradizionali hanno mitigato questo valore, il rischio di ictus è rimasto notevolmente alta in persone che vivono con il virus dell'immunodeficienza umana (HIV) (HR = 1.21, 95% CI, 1.01-1.46, p = 0.046 ).

"Il fumo e l'ipertensione erano fattori di rischio con una maggiore prevalenza tra le persone con HIV e significativamente associati con l'ictus", sottolineano gli autori dello studio. "Questi fattori possono quindi essere obiettivi di importanti interventi con la comunità sieropositivi.

Questo legame tra l'infezione da HIV e aumento del rischio di ictus, è stato più significativo per le donne (HR = 2.16; 95% CI, 1.53-3.04, p <0.001) che negli uomini (HR = 1.18; 95% IC, 0.95-1.47, p = 0.14).

Inoltre, il rischio aggravato di ictus in persone sierologicamente positive verso i virus è stato più limitato ai più giovani (da 18 a 49 anni). A titolo di esempio, gli individui sieropositivi di età compresa tra gli anni 18 e 29 avevano un quattro volte più alto rischio rispetto a quelli che non portano il virus nella stessa fascia di età utilizzato per il controllo (ARR = 4.42; 95% CI, 1.56-11.09).

Il ruolo dell'HIV come fattore di rischio per l'ictus può essere molto più pronunciato nei giovani, prima che i fattori di rischio legati all'età comincino a giocare un ruolo importante in questo quadro, scrivono gli autori dello studio.

Per quanto riguarda l'analisi dei fattori specificamente correlati all'infezione da HIV e il suo peso reale nel rischio di ictus, questo ha dimostrato che la carica virale aumentava la durata dell'ictus (p = 0.001).

D'altra parte, la durata prolungata della terapia antiretrovirale (il famoso cocktail) (p <0.001) e una carica virale inferiore a 400 copie / ml (p = 0.008) ha ridotto significativamente tale rischio.

Dimostriamo così una nuova scoperta: il rischio di ictus è ampliato nelle persone con HIV in relazione ai pazienti nel gruppo di controllo, e che questo rischio rimane relativistico dopo l'introduzione del peso dei fattori di rischio tradizionale, concludono i ricercatori.

L'associazione osservata tra virus e ictus dovrebbe far sì che i caregiver e gli operatori sanitari vedano l'HIV come un fattore di rischio plausibile per, in poche parole, un ictus, e ulteriormente abbassare la soglia per un maggiore intervento aggressivo, con l'obiettivo di ridurre il rischio della trippa del sistema vascolare, del rischio coronarico e del rischio di ictus, soprattutto nelle donne e nei giovani - Gruppi normalmente non tipizzati per il rischio trattato in questo studio.

Riferimento

CF Chow et al. Confronto tra l'incidenza di ictus ischemico in Pacientes con infezione da HIV e non infetti nel sistema sanitario degli Stati Uniti. J all'acquisi immunitario Defic SYNR, edizione onine. DOI: 10.1097 / QAI.0b013e31825c7f24, 2012.

Michael Carter

Traduçãopara il portoghese del Portogallo:

GAT - Gruppo portoghese di trattamenti di attivisti in materia di HIV / AIDS

Adeguamento al portoghese del Brasile: Claudio Santos de Souza


Se puoi, supporto








Abbiamo molti progetti da fare, ma non abbiamo le risorse.

D'altra parte, abbiamo i nostri costi operativi, che non sono pochi.

Se ti piace questo lavoro, puoi aiutarlo e lo vuoi, fallo da Pay Pal

Se vuoi saperne di più su di noi e su chi e cosa stai aiutando, questo link mostra qualcosa di tutto e si apre in un'altra scheda!

O un deposito in questo account:

[Bws_popular_posts]

In nessun'altra intervista sono stato trattato così bene e non sono mai stato in un'intervista in cui non si sono verificati problemi, ad eccezione di Astrid e Erotika di MTV

Puoi cercare alcune ONG che conosco a San Paolo

Annunci

Related posts

HIV può essere rimosso dai loro nascondigli di farmaco antitumorale che possono aiutare nella lotta contro l'AIDS

Cláudio Souza 1 / 4 del secolo Vivere con l'HIV

La criminalizzazione di HIV - Una breve storia in una piccola città

Cláudio Souza 1 / 4 del secolo Vivere con l'HIV

Primo editoriale di seropositivo.org

Cláudio Souza 1 / 4 del secolo Vivere con l'HIV

Prevenzione e riduzione del danno con AIDES Support Association

Cláudio Souza 1 / 4 del secolo Vivere con l'HIV

Numero di infezioni da HIV si stabilizza, Onu

Cláudio Souza 1 / 4 del secolo Vivere con l'HIV

Sieropositivi. Il immunizza Amore? Sempre più giovani contratto l'HIV

Cláudio Souza 1 / 4 del secolo Vivere con l'HIV

Lascia un tuo commento

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Questo sito utilizza i cookie e si può rifiutare questo uso. Ma potresti ben sapere cosa viene registrato in consonanza con il nostro politica sulla privacy

%d Bloggers come questo: