La discriminazione legge che criminalizza di sieropositivi e dei loro effetti

Immagine predefinita
AIDS nei tribunali pregiudica

La legge che criminalizza la discriminazione nei confronti delle persone sieropositive e i loro effetti pratici sul miglioramento della qualità della vita delle persone con HIV e AIDS

Il 3 giugno 2014, le persone con HIV e AIDS subiscono una grande vittoria con la pubblicazione della legge, firmata dal presidente Dilma Rousseff, che criminalizza qualsiasi forma di discriminazione nei confronti delle persone sieropositive nella società.

La legge sanzionata prevede che tutti gli atti di discriminazione nei confronti dei portatori di HIV siano severamente puniti. I reati di discriminazione nei confronti delle persone sieropositive sono stati classificati e pubblicati nella Gazzetta ufficiale federale per garantire i diritti essenziali delle persone con HIV / AIDS.

Secondo la nuova legge sulla criminalizzazione, chiunque commenta qualsiasi tipo di discriminazione o pregiudizio nei confronti delle persone con AIDS può ricevere una pena che va da uno a quattro anni di carcere. Gli atti considerati discriminatori comprendono la segregazione, il rifiuto o la cancellazione dell'iscrizione di studenti sieropositivi in ​​scuole, università, centri diurni e tutti gli altri tipi di istituti di istruzione a qualsiasi livello di istruzione, in istituzioni pubbliche e private.

La legge criminalizza anche il rifiuto di lavoro e di lavoro per le persone che vivono con l'HIV, il licenziamento o il licenziamento di professionisti che hanno la malattia, la discriminazione sul posto di lavoro o a scuola, la divulgazione della condizione delle persone con pazienti affetti da HIV o AIDS, tutto atti che offendono la dignità delle persone sieropositive e il rifiuto dell'assistenza sanitaria in ospedali, cliniche, uffici e altri istituti sanitari.

La legge è già in vigore e promette di cambiare la realtà delle persone con pazienti affetti da HIV e AIDS garantendo il diritto a un trattamento dignitoso ed equo per tutte le persone, indipendentemente dalle loro condizioni di salute.

Che cosa può cambiare con la nuova legge?

Il nuovo regolamento brasiliano criminalizza i principali atti di discriminazione che affliggono la società brasiliana. La legge è un tentativo di promuovere l'inserimento efficace delle persone sieropositive nella società, nel mercato del lavoro e in ambienti di istruzione e formazione professionale. L'obiettivo è porre fine una volta per tutte all'emarginazione che affligge i malati di AIDS da molti anni in Brasile e promuovere la reale consapevolezza della popolazione sulla malattia.

Secondo la legge, i brasiliani che dimostrano qualsiasi comportamento pregiudizievole nei confronti delle persone affette da HIV saranno soggetti a pene detentive e multe. Da ora in poi, tutti i tipi di discriminazione sono soggetti a severe punizioni a norma di legge.

La creazione della legge

La legge che criminalizza tutte le forme di discriminazione nei confronti delle persone che vivono con l'HIV nella società è stata proposta dall'ex senatore Serys Slhessarenko, di PT do Mato Grosso. La regola è stata approvata dai politici e sanzionata dal presidente Dilma Rousseff.

Prima di essere approvata e pubblicata dal governo, la legge è stata ampiamente discussa ed è stata analizzata per 11 anni. Nonostante il ritardo nel passare la legge, la misura è già considerata una vittoria e, d'ora in poi, le persone sieropositive hanno una base legale per far valere i propri diritti e combattere qualsiasi forma di discriminazione.

Lo standard è valido per l'intero territorio nazionale e riguarda tutti i brasiliani e gli stranieri che sperimentano qualsiasi tipo di atteggiamento pregiudizievole in Brasile.

Gli effetti pratici della legge

Dalla pubblicazione della nuova legge, il 3 giugno 2014, rappresentanti di organizzazioni non governative, membri della società civile e del settore sanitario e pazienti sieropositivi hanno discusso dei possibili effetti pratici della legge. La legislazione è considerata un progresso importante e uno strumento efficace per combattere i pregiudizi nella società brasiliana.

Molte persone hanno criticato la necessità di una politica specifica per porre fine al pregiudizio e punire la discriminazione, ma la legislazione deve essere vista come un modo per alleviare le varie ingiustizie e barriere che sono state storicamente imposte alle persone sieropositive, come la segregazione e la limitazione dell'HIV / AIDS. opportunità di sviluppo personale e professionale.

Ovviamente, la discriminazione era già intollerabile in tutti i settori della società, ma era necessario uno strumento per legittimare la lotta delle persone sieropositive contro le più svariate forme di pregiudizio ancora esistenti. In pratica, la nuova legge garantisce il diritto della persona sieropositiva ad accedere al lavoro, alla salute e all'istruzione di qualità.

La legge è stata creata per eliminare ogni forma di discriminazione e ingiustizia nell'ambiente di lavoro, nelle istituzioni educative, nell'ambiente accademico, nel servizio pubblico e nell'assistenza sanitaria in Brasile. Lo scopo principale di questa legislazione è quello di fare spazio alle persone con il virus dell'AIDS affinché abbiano una dignità convivenza nella società, senza alcuna limitazione o mancanza di rispetto per i diritti fondamentali di ogni cittadino.

L'influenza della legge sul mercato del lavoro

Per molto tempo, le persone che vivevano con l'HIV hanno sperimentato uno stigma sociale, specialmente nel mercato del lavoro. I casi di licenziamento ingiusto quando ai lavoratori è stato diagnosticato il virus dell'HIV non erano rari. La mancanza di informazioni sulla malattia, in molti casi, ha portato le aziende a una posizione di pregiudizio.

Ora, con la nuova legge, le aziende devono trattare le persone sieropositive e qualsiasi altro lavoratore o individuo. Con ciò, la persona infetta dal virus dell'AIDS non sarà più limitata alle attività che non offrono opportunità di crescita e sviluppo professionale, e non saranno inoltre interrotte durante i colloqui di lavoro.

La legislazione offrirà ai professionisti sieropositivi maggiori possibilità di miglioramento e occupazione nelle posizioni di leader nel mercato del lavoro e garantirà una routine più giusta nella pratica professionale. Oltre a garantire condizioni di lavoro dignitose, la legge deve anche porre fine alla falsa idea che le persone sieropositive debbano essere trattate diversamente nell'ambiente professionale.

Le aziende che non rispettano i requisiti legali saranno soggette a sanzioni e multe per i responsabili e i rappresentanti.

Gli effetti positivi della legge in Brasile.

Il Programma delle Nazioni Unite per l'HIV e l'AIDS ha mostrato che il numero di nuove infezioni da virus è aumentato di circa l'11% in Brasile tra il 2005 e il 2013. Il Brasile è contro diverse nazioni del mondo in cui i casi di HIV sono cadendo ogni anno.

Di fronte a questo scenario, è necessario disporre di meccanismi legali per proteggere e sostenere le persone sieropositive. Con l'approvazione della legge, il paese inizia a muoversi verso l'uguaglianza e i diritti garantiti per coloro che soffrono della malattia e hanno bisogno di cure dignitose in tutti gli ambiti della società.

La nuova legislazione brasiliana inizia anche ad allinearsi con le determinazioni delle Nazioni Unite, le Nazioni Unite, che stabiliscono che i diritti umani devono essere rispettati in tutte le circostanze. Attualmente, il Brasile ha più di 700 mila persone che vivono con il virus dell'HIV. Sono persone che meritano rispetto e sostegno in tutte le aree della vita sociale e professionale.

La legge deve aggiungere benefici alle azioni e alle campagne già condotte in Brasile per garantire i diritti delle persone sieropositive. Il meccanismo dovrebbe anche servire da strumento per la consapevolezza e l'integrazione sociale.

Risultati attesi con nuova legge

La nuova legge brasiliana rappresenta sicuramente un progresso importante nella discussione sul ruolo delle persone sieropositive nella società. È necessario che le persone possano assumere l'AIDS senza paura o tabù, in modo che la malattia sia trattata correttamente e possa essere vista come una condizione che non impone limiti.

Le persone sieropositive possono vivere in modo sano con il monitoraggio medico e con i medicinali già esistenti. Mantenendo un comportamento adeguato e la sorveglianza della salute, le persone con il virus HIV e i pazienti con AIDS possono vivere con persone che non hanno la malattia, senza offrire alcun tipo di rischio.

È necessario che le persone comprendano che l'AIDS non è più una malattia che pone fine alla qualità della vita e alle possibilità di essere felici. I trattamenti esistenti sono efficaci e contribuiscono in modo definitivo affinché le persone sieropositive possano svolgere tutte le loro funzioni nella società.

La legge che criminalizza la discriminazione nei confronti delle persone sieropositive sarà fondamentale per punire le azioni sbagliate e pregiudizievoli che si verificano ancora nel mercato del lavoro e nella vita sociale delle persone con la malattia. Con una visione più globale dello stato delle persone sieropositive e un meccanismo che protegge i diritti di queste persone, il Brasile sarà in grado di evolversi in molti aspetti.

La legislazione apre un mondo di possibilità per le persone sieropositive in termini di istruzione e sviluppo professionale, garantendo che possano sostenersi e vivere normalmente. Con questa legge in vigore, saranno puniti tutti i casi di mancanza di rispetto e offesa morale nei confronti del portatore del virus, un fatto che aprirà lo spazio per ulteriori discussioni sui diritti dei pazienti.

D'ora in poi, il rifiuto delle persone sieropositive nelle scuole, nelle aziende, negli ospedali e in altri ambienti collettivi termina. Qualsiasi persona con il virus che si sente segregato o umiliato sarà in grado di chiedere giustizia per giustificazione morale. La legge si applica anche ai casi di rifiuto dell'assistenza sanitaria.

Entità, ONG e movimenti per i diritti umani celebrano questo risultato e credono che la legge avrà un'importante efficacia nel contesto brasiliano. Il fatto che il Brasile abbia una legge specifica per punire la discriminazione dimostra già una certa maturità in relazione alla causa delle persone sieropositive e indica un percorso per il progresso di diverse questioni rilevanti per la vita sociale dei malati di AIDS.

La nuova legge dovrebbe eliminare diversi pregiudizi e stimmi che coinvolgono le persone sieropositive dagli anni '1980, quando l'epidemia della malattia ha iniziato a diffondersi più chiaramente. Un punto che dovrebbe iniziare a cambiare immediatamente è l'idea errata e preconcetta che l'AIDS è legato solo agli omosessuali e alle persone coinvolte nella prostituzione. L'AIDS è una malattia che può colpire chiunque e che deve essere trattata in condizioni dignitose.

Si spera che la nuova legislazione brasiliana possa porre fine a rappresentazioni negative, pregiudizi e discriminazioni che coinvolgono ancora il mondo delle persone sieropositive. La legge è certamente un forte strumento di difesa per le persone con il virus, in quanto garantirà diverse punizioni per coloro che praticano la discriminazione e comporterà solide vittorie giudiziarie per le persone sieropositive.

La politica è chiaramente finalizzata all'inclusione sociale delle persone sieropositive e dovrebbe iniziare ad avere effetti positivi nei prossimi anni, ponendo fine alla discriminazione, alla segregazione e a qualsiasi forma di vincolo per i malati di AIDS.

Con le leggi consolidate a favore delle persone sieropositive e con una politica pubblica che privilegia sempre più la distribuzione gratuita dei farmaci antiretrovirali nella rete sanitaria, il Brasile sarà in grado di progredire in termini di promozione della parità e della qualità della vita delle persone sieropositive nel paese. .

Ora, deve esserci una vera mobilitazione della società civile affinché la legge sia messa in pratica in tutti gli stati del Brasile, e affinché ci sia una rapida prova di tutti i casi di pregiudizio e discriminazione nei confronti delle persone con HIV / AIDS; è necessario criminalizzare, la discriminazione conta effettivamente contro l'HIV. La nuova legge può anche essere basata sulla colpa di coloro che praticano atti discriminatori, ma richiede anche che la dignità di ogni cittadino sia rispettata, indipendentemente dalle loro condizioni di salute e, pertanto, soddisfa ciò che predica e determina e la Costituzione brasiliana , che è una condizione di pari diritti e doveri per tutte le persone.

Il Brasile ora ha una legislazione che criminalizza la discriminazione. Il prossimo passo è quello di sterminare il pregiudizio velato e lo stigma che ancora perseguitano la vita quotidiana delle persone sieropositive nel paese.

Inoltre, il Brasile ha anche bisogno di trasparenza per affrontare questioni delicate, come il fatto che le aziende assumano i propri medici per le malattie infettive per trovare professionisti con il virus. Abbiamo ancora molta strada da fare per eliminare la discriminazione e, pertanto, è essenziale che tutti i casi siano indagati e processati affinché la legge possa essere messa in pratica e affinché i colpevoli siano adeguatamente puniti e condannati.

È anche importante notare che la nuova legge brasiliana punisce casi molto specifici di discriminazione, ma contribuisce comunque affinché le persone possano denunciare le loro esperienze negative in cerca di risarcimento per le ingiustizie e i danni morali e materiali subiti.

Direttore sieropositivi del Sito Web Nota: Una legge che ccriminalizza la discriminazione nei confronti delle persone sieropositive è un dispositivo legale importante che funge da "freno morale" per le persone che discriminano, spesso crudelmente, le persone che vivono con l'HIV o l'AIDS perché, ora possiamo contare su una legge per sostenerci.

Se sei un utente di Natura Acquista con noi

Questo è un lavoro fatto con amore, dedizione, cura e un primo senso di responsabilità! Genera costi e spese!

Sostieni questo link https://www.natura.com.br/?consultoria=claudiosouzaebeleza

E proprio sotto un modulo dove puoi inviarmi un messaggio!

Dona $ 10,00 Dona $ 50,00 Dona $ 100,00

, Blog soropositivo. Org
Se puoi e vuoi, ti preghiamo di aiutare
, Blog soropositivo. Org

E non era entro un "fuso orario di conforto"! Questa è una storia che solo io devo raccontare!

Sono stato il primo individuo, un CPF, non un CNPJ a, tra virgolette, "Slap my face"!

Nonostante tutto quello che ho vissuto, tutto ciò è accaduto in un periodo ancora turbato dal pregiudizio e, sì, c'erano dei prezzi da pagare.

La valuta è sempre stata quella dell'esclusione sociale e ho persino esitato a continuare o no!

Il grande "IT" di tutto ciò è che senza questo lavoro, non mi sarebbe rimasto altro che il tempo libero e certamente non lo sosterrei. Ho bisogno di essere produttivo.

Siamo Borg!

Se non annoiato dalle ore vuote, almeno dal suicidio a causa dell'assoluta mancanza di scopo che la mia vita avrebbe avuto e della terribile impressione di parassitosi che mi avrebbe colpito. Quindi, non potevo smettere.

Ho avuto l'opportunità di realizzare molte cose e, d'altra parte, ho perso diverse opportunità per fare di più, con una portata più profonda e migliore.

Non tutto è come desiderato. Lascia che piova (Guilherme Arantes)!

Ad ogni modo, se hai la possibilità di sostenere, finanziare, anche se solo minimamente questo progetto, ecco i fatti:

, Blog soropositivo. Org
Questo è l'unico blog "Still ON LINE" ad aver ricevuto questo premio e questa consacrazione. Il blog che ha raggiunto lo stesso status era Solidariedaids, di Paulo Giacommini. Sfortunatamente non riesco a trovare il collegamento e la comunicazione questo ed è molto difficile
, Blog soropositivo. Org
Blog unico on line Trattando questo tema per aver ricevuto questo premio dalla giuria accademica

, Blog soropositivo. Org

Letture consigliate su questo blog

Hi! Ragazzi, grazie per essere arrivato così lontano! La tua attenzione e interesse è il nostro più grande interesse, lavoriamo qui, io e Mara, per informarti, facciamo chiarezza in alcuni punti nebulosi di "tutto questo".

Tuttavia, ci mancano risorse finanziarie.

Se ti piace il lavoro, se sei in grado di aiutare e vuoi aiutare, spesso il costo di una sciocca quotidianità per noi farà sicuramente la differenza perché, lo sappiamo, il colibrì, che trasporta acqua sulla punta di il tuo becco farà la differenza nello sforzo di spegnere l'incendio boschivo!

Pensaci!

Di seguito sono riportate alcune risorse per facilitare il supporto!

Suggerimenti di lettura

2 Sembra che qui stia iniziando un dibattito! unirsi

Hai qualcosa da dire? Dillo!!! Questo blog è meglio con te !!!

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

Automattic, Wordpress e Soropositivo.Org e io facciamo tutto ciò che è in nostro potere per quanto riguarda la tua privacy. E stiamo sempre migliorando, migliorando, testando e implementando nuove tecnologie di protezione dei dati. I tuoi dati sono protetti e io, Cláudio Souza, lavoro su questo blog 18 ore al giorno per garantire, tra le altre cose, la sicurezza delle tue informazioni, poiché conosco le implicazioni e le complicazioni delle pubblicazioni passate e scambiate qui Accetto l'informativa sulla privacy di Soropositivo.Org Conosci la nostra politica sulla privacy

WhatsApp WhatsApp Us