Sesso sicuro da malattie sessualmente trasmissibili

Sesso sicuro da malattie sessualmente trasmissibili Sono estremamente pericolosi e possono causare problemi che vanno dall'infertilità nelle donne alla mancanza di erezione negli uomini all'AIDS. Queste sono malattie sessualmente trasmissibili - malattie a trasmissione sessuale. In questa guida imparerai di più su ciascuno di essi e su come prevenirli: BOCCIA PATRICIA Quando l'AIDS entrò in gioco all'inizio del 80, divenne presto la malattia infettiva più pericolosa e mortale. All'epoca si riteneva che il virus dell'HIV si diffondesse solo attraverso i rapporti sessuali tra omosessuali e l'iniezione di tossicodipendenti. E l'AIDS è diventato parte dell'elenco delle malattie a trasmissione sessuale (MST). Oggi i dati sono spaventosi: circa 40 milioni di persone sono infette in tutto il mondo, secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS). E il gruppo a rischio non è più limitato agli omosessuali, iniettando tossicodipendenti e riceventi di sangue. Cioè, chiunque non usi il preservativo durante il rapporto sessuale rischia di essere contaminato. La prova di ciò è il numero crescente di donne sposate e monogame che sono sieropositive, ma se le statistiche includono sempre più persone che si considerano fuori pericolo, che dire delle altre malattie sessualmente trasmissibili che esistono da secoli? La verità è che oggigiorno non viene data loro molta importanza. Quasi nessuno oggi pensa di proteggersi dalla sifilide e dalla gonorrea. Ma credetemi, le malattie sessualmente trasmissibili raggiungono oltre 340 milioni di persone in tutto il mondo. L'OMS sottolinea che mentre l'HIV contamina circa un milione all'anno, la sifilide attacca tre milioni e mezzo; Gonorrea 25 milioni; papillomavirus genitale (HPV), 30 milioni e clamidia 120 milioni. Ancora più importante, a differenza dell'AIDS, queste malattie possono essere curate e completamente controllate. Ma i numeri rivelano: sebbene ben informati, le persone, compresi i giovani, si rilassano sempre di più, come se non potessero mai essere la prossima vittima.AIDS433 1.000 casi sono già stati identificati nel paese DEFINITIONA sta per Sindrome da immunodeficienza acquisita. La sindrome è l'associazione di vari sintomi che consentono di identificare una malattia. L'immunodeficienza è il principale indebolimento del sistema immunitario. Acquisito perché è stato contratto. È causato dal virus dell'HIV, un retrovirus che attacca il sistema immunitario FASI Nella prima fase la persona è sieropositiva, ma non ha sintomi. Nella fase intermedia compaiono linfonodi ingrossati, diarrea, perdita di peso, tosse, dolore muscolare, febbre e imperfezioni della pelle. Nel più grave, ci sono le cosiddette malattie opportunistiche, come il turbeculose e l'herpes, e le infezioni che minano il sistema immunitario. Senza trattamento, l'80% delle persone infette raggiunge lo stadio finale della malattia DIAGNOSTICA Due esami del sangue confermano la malattia. Sierologia HIV e conta delle cellule CD4. Nel primo, c'è la presenza di anticorpi contro l'HIV. In tal caso, il corpo è stato contaminato, nel secondo vengono conteggiate le cellule CD4. Se in numero molto basso, il quadro dell'AIDS è considerato serio. Il risultato negativo indica anche che la persona non ha anticorpi rilevabili del virus dell'AIDS durante l'esame. Se c'è esposizione al rischio del virus dell'AIDS, il test HIV dovrebbe essere ripetuto dopo 6 mesi (ovviamente evitando l'esposizione ai rischi durante questo periodo). Questo è il tempo impiegato dal corpo per produrre anticorpi dopo l'infezione. Un risultato positivo indica che una persona è infettata dall'HIV e può trasmetterla ad altri, ma ciò non significa che abbia l'AIDS: COME LO OTTIENI quando l'HIV entra in contatto diretto con sangue, sperma o secrezioni vaginali. dove entra il virus. Il sesso anale è il più rischioso perché le mucose dell'ano e del retto sono molto fragili. Il sesso orale è a rischio se c'è eiaculazione nella bocca del partner o se la donna ha le mestruazioni e il partner ha mal di bocca. Il bacio sulla bocca rappresenta un rischio solo se c'è sanguinamento di denti o gengive, ma fino ad oggi nessun caso di trasmissione del bacio è stato scientificamente provato. Aghi, siringhe e strumenti appuntiti come una pinza per manicure devono essere individuali o ben sterilizzati: una singola goccia di sangue che penetra nella pelle è sufficiente per causare l'AIDS. COME TRATTAMENTO La combinazione di vari farmaci è l'opzione più efficace per prevenire le repliche dell'HIV. La terapia antivirale singola è raccomandata per un massimo di un anno. Quindi perde la sua efficacia. AZT, ddl e ddc sono anche i farmaci più comunemente usati e ricercati. La terapia combinata ha un obiettivo chiaro: migliorare l'efficacia complessiva del trattamento in qualsiasi fase della malattia Alcuni medici raccomandano anche l'uso di questi farmaci da parte di persone asintomatiche sieropositive che hanno una diminuzione delle difese corporee. Il cocktail non finisce qui, gli esperti in parallelo prescrivono sostanze come quelle che hanno il ruolo di inibire un enzima prodotto dal virus e principalmente responsabile della sua moltiplicazione. Inoltre, esiste un'altra potente arma: gli immunomodulatori. Hanno la funzione di ricostruire o stimolare il sistema di difesa del corpo. VACINASE Attualmente sono in fase di studio oltre venti vaccini sperimentali per l'HIV. Alcuni sono preventivi per le persone non infette per proteggerli se esposti al virus. Altri sono terapeutici per interrompere il processo della malattia. Ma ci sono ostacoli: il primo è che l'AIDS viene trasmesso solo tra umani. Quindi è difficile continuare la ricerca iniziale. Un altro problema è la grande fase di latenza dell'HIV, perché la persona può essere asintomatica per più di dieci anni, il che rende più lungo il periodo di valutazione dei vaccini. Un altro fattore che ostacola anche è il Diversità dell'HIV, che varia geneticamente in base alla regione geografica. E infine un problema più serio: testare il vaccino in persone sane Gonorrea Ci sono 1 1,5 milioni di casi della malattia nel paese DEFINIZIONE Chiamata anche blenorragia, la malattia è causata dal batterio Gonococco. Causa l'infezione dell'uretra - il canale urinario - così come la cervice. In precedenza era noto come riscaldamento. Il nome strano ha a che fare con il classico sintomo del problema: bruciore nel canale urinario e minzione dolorosa. Nelle femmine, un altro segno classico della malattia è lo scarico giallastro. Se l'infezione non viene trattata correttamente, porta alla sterilità nel 60% dei casi. Questo perché infiamma le tube di Falloppio e la cavità uterina COME PEGARE Tutte le modalità sessuali, comprese quelle orali e anali. Il rischio di trasmissione sessuale è dell'90%. Di solito, cinque giorni dopo la contaminazione, appare la malattia. Ci sono persone (quasi il 40% dei casi) che hanno i batteri e nessun segno della malattia. Queste persone possono trasmettere l'animale allo stesso modo COME TRATTANO I medici possono indicare una delle diverse opzioni antibiotiche. Il trattamento dura da 10 a 15 giorni. Ma i sintomi scompaiono entro 24 ore. Pertanto i medici avvertono i pazienti di non abbandonare le medicine. Altrimenti, la malattia migliora, dà una tregua e può tornare con forza maggiore. Un'altra linea guida è che il partner sottopone anche i test per vedere se è infetto, anche se non ha sintomi. Ci sono 685 migliaia di casi della malattia in Brasile cresta di gallo o condiloma acuminata) nella vagina, nella vulva, nella cervice, nell'ano, nella testa del pene e nella mucosa della bocca. Esistono più di tipi 100 HPV. Pertanto, alcune persone hanno varie manifestazioni, mentre altre non hanno sintomi. Tali ferite possono ferire e prudere o no .. COME OTTENERLO Il sesso è la forma principale di trasmissione dell'HPV. Ma i medici non escludono la possibilità attraverso il contatto con lenzuola, biancheria intima, dispositivi ginecologici contaminati, bagni pubblici o vasche da bagno in hotel e autostrade che non sono stati adeguatamente disinfettati. Questo perché alcune modalità HPV hanno una lunga vita fuori dal corpo. Uno studio condotto presso 2003 presso l'Università della California, negli Stati Uniti, ha rilevato l'HPV nel 20% delle giovani vergini 467 che hanno partecipato al sondaggio. Il lavoro indica che l'HPV può effettivamente sopravvivere in luoghi diversi e contaminare con un semplice contatto con la pelle. Le donne e gli uomini che fanno sesso senza usare il preservativo sono gli obiettivi preferiti del virus. Vale anche la pena ricordare che la malattia è associata a cancro cervicale, del pene e dell'ano: 3% delle persone infette è a rischio di sviluppare il cancro in queste regioni.Un altro recente studio condotto negli Stati Uniti ha dimostrato che 95 Il% delle donne con carcinoma cervicale aveva il virus. COME TRATTAMENTO IT Il trattamento mira a rimuovere la lesione e non il virus. I medici usano diversi metodi di distruzione dei tessuti feriti: bisturi elettrico, laser, ghiaccio e acidi. Una volta eliminate le verruche o le micro ferite, il virus viene rimosso insieme. Oltre al trattamento sono indicati: ● Mantenere l'igiene locale ● Non graffiare la regione interessata per non diffondere la malattia ● Non provare mai i rimedi casalinghi ● Trattare anche il partner. Si stima che l'herpes abbia 640 mille casi di malattia in Brasile DEFINIZIONE L'herpes è un malattia causata da due tipi di virus: Herpes simplex virus 1 e Herpes simplex virus-2. Il primo è più associato a lesioni orali (sulle labbra). Il secondo sono le lesioni genitali (vagina, ano, cervice e pene). Ma ciò non significa che chiunque abbia l'herpes genitale sia esclusivamente HSV-2. Potrebbero esserci entrambi i tipi di virus nel corpo. Dopo circa 10 giorni di contaminazione, compaiono piccole vesciche sui genitali o sulla bocca che pruriscono molto. Si rompono in ferite dolorose che scompaiono spontaneamente entro dieci giorni. COME RAGGIUNGERARLO La fascia di età più comune per l'infezione da HSV è tra 20 e 29 anni tra persone sessualmente attive di entrambi i sessi. Ma la trasmissione può avvenire anche attraverso percorsi non sessuali, come il bacio e il contatto diretto con la ferita di un portatore. Il virus rimane nel corpo per sempre e quando le difese del corpo diminuiscono, i sintomi ricompaiono. Sia l'herpes genitale che labiale si verificano più frequentemente nella stagione estiva, a causa della probabile diminuzione dell'immunità causata dai raggi ultravioletti. Altre situazioni che possono causare la ricaduta del virus sono le mestruazioni, lo stress e le infezioni respiratorie COME FUNZIONA Sfortunatamente, non esiste un trattamento efficace che possa fermare il virus. Ciò che si può ottenere è ridurre, attraverso la consulenza medica, il periodo di manifestazione delle lesioni: si stima che la clamidia o il linfogranuloma venereo abbiano più di 1 milioni e 800 migliaia di casi della malattia nel paese DEFINIZIONE Malattia causata da un batterio - a Chlamydia trachomatis. Viene incubato nel corpo per tre a 30 giorni. Successivamente, compaiono lievi ferite della pelle sui genitali che rimangono per circa sei settimane. Quindi appare un'acqua all'inguine che può rompersi e causare un ascesso sul posto. Nelle donne la vulva aumenta di volume. Negli stati avanzati, sia nei maschi che nelle femmine, il sangue è presente nelle feci perché i batteri entrano nel flusso sanguigno e raggiungono l'intestino. COME OTTENERE SOLO Sessualmente (anche durante il sesso orale) in fasi della malattia, incluso il periodo di incubazione COME FUNZIONA I medici prescrivono antibiotici che dovrebbero essere assunti per circa dieci giorni. È anche importante drenare le acque per liberare l'area purulenta. Nel sito della ferita i medici iniettano farmaci che agiscono come antisettici per pulire bene la regione.Sifilide ha circa 900 1.000 casi di malattia nel paese DEFINIZIONE Questo è un STD causato dal batterio Treponema pallidum. La sifilide colpisce principalmente i giovani tra 15 e 24 anni e di ogni estrazione sociale. Ricorda che il corpo umano non ha difese contro Treponema, quindi qualsiasi contatto con un corriere della malattia significa essere infetto. COME ARRIVARE DAL SESSO, CONTATTO DIRETTO CON LESIONI APERTE, TRASFUSIONE DI SANGUE E PLACENTA . Il cancro duro è il primo stadio della sifilide. È una lesione con una base indurita, con presenza di secrezione chiara e liquida che può verificarsi nelle grandi labbra, vagina, clitoride, perineo e cervice nelle donne e nel glande e prepuzio negli uomini. La lesione insorge nei genitali da 10 a 30 giorni dopo il contagio. Non fa male, non prude, non brucia e non ha odore. Questa ferita scompare da sola dopo circa 10 giorni. Dopo alcune settimane compaiono chiazze rossastre su palmi e suole, che scompaiono nel giro di poche settimane. La sifilide si immerge in un profondo silenzio che può durare per anni, ma poi ritorna in pieno vigore e può causare la morte. È importante ricordare che la sifilide può essere superata in una qualsiasi delle fasi: COME È FATTO Il farmaco più importante è la penicillina, che deve essere somministrata solo sotto controllo medico. Per le persone allergiche a questa sostanza, ci sono altre opzioni che il medico può indicare. Dopo circa cinque giorni tutti i sintomi si attenuano, ma il trattamento deve essere continuato per almeno sei mesi fino alla scomparsa di tutti i batteri e si ritiene che le candidature abbiano almeno 3 / 4 nelle donne che hanno o avranno un episodio di candidosi nella vita. DEFINIZIONE Infezione causata dai funghi. In 90 il% dei casi si verifica a causa della Candida albicans. Sebbene sia correlato alle malattie sessualmente trasmissibili, la Candida di solito esiste nella vagina e vive in armonia con altri vari tipi di microbi. In determinate circostanze questo equilibrio si spezza e i funghi proliferano oltre il normale, causando infezioni e diventando trasmissibili COME RAGGIUNGERLO Quando i funghi diventano infettivi, vengono trasmessi sessualmente attraverso l'uso di asciugamani e saponi contaminati. Ma la malattia è anche associata a problemi come diabete, stress, chirurgia, leucemie e altre patologie che indeboliscono il sistema immunitario e sbilanciano la coesistenza di funghi. Nel caso delle donne, l'infezione presenta una secrezione simile a quella cagliata, nonché un intenso prurito, arrossamento della vagina e della vulva e minzione bruciante. Al momento delle mestruazioni, i sintomi peggiorano molto e l'atto sessuale diventa doloroso. Se non trattata correttamente la candidosi diventa cronica. Quando un uomo viene infettato, si verifica un'infiammazione che provoca gonfiore nella testa del pene e nel prepuzio (pelle che copre il glande). C'è anche arrossamento e intenso prurito. Molti uomini non hanno sintomi ma sono contaminati perché i funghi sono altamente trasmissibili COME TRATTARE Esistono vari farmaci orali e topici che possono essere utilizzati, ma sempre sotto controllo medico. Il trattamento dura tra dieci e 20 giorni. Quando una donna o un uomo hanno un partner stabile, viene fatto un trattamento per entrambi per prevenire la reinfezione. 20 Modi per evitare le malattie sessualmente trasmissibili IN DONNE. Usa i preservativi in ​​tutti i tipi di rapporti sessuali. 2. Ridurre il numero di partner. 3. Non consentire la penetrazione se la vagina o l'ano non sono ben lubrificati. 4. Mantenere una corretta igiene della vagina e dell'ano. 5. Esamina da sé la vagina e la vulva mensilmente. 6. Convincere anche il partner stabile a esaminarsi. 7. Non avere contatti con le ferite e le verruche di altre persone. 8. Indossa biancheria intima di cotone che permetta all'area della vagina di essere ariosa. 9. Non rimanere a lungo con indumenti bagnati da spiaggia, piscina o palestra. 10. Non prendere in prestito asciugamani, biancheria intima e lenzuola. 11. Visita il ginecologo ogni sei mesi. 12. Fai il Pap test ogni sei mesi. 13. Convinci il partner a visitare regolarmente un urologo. 14. Convincere il partner a non abbandonare il trattamento per una malattia a trasmissione sessuale. 15. Consultare un ginecologo non appena appare qualsiasi tipo di secrezione nella vagina. 16. Vedi il ginecologo ogni volta che c'è dimissione e dolore durante il rapporto sessuale. 17. Intensificare gli esami ginecologici di routine in caso di gravidanza, fumare, usare pillole contraccettive o IUD (dispositivo intrauterino). 18. L'assunzione di vitamine antiossidanti aiuta il sistema immunitario a combattere i microbi. 19. Mantenere una dieta sana e ridurre l'assunzione di zucchero (i batteri adorano le sostanze dolci). 20. Evita il costante esaurimento fisico ed emotivo NEGLI UOMINI 1. Usa i preservativi in ​​tutti i tipi di rapporti sessuali. 2. Ridurre il numero di partner o partner. 3. Non mantenere la penetrazione se la vagina o l'ano del partner non sono ben lubrificati (il pene può presentare microlesioni - porte per i microbi). 4. Mantenere una corretta igiene del pene. 5. Esegui l'autoesame del pene e dell'inguine ogni mese. 6. Convincere anche il partner fisso ad esaminare se stesso. 7. Non avere contatti con le ferite e le verruche di altre persone. 8. Indossa biancheria intima di cotone che consenta di ventilare il pene. Non rimanere per lunghi periodi in costume da bagno bagnato, piscina o palestra. 10. Non prendere in prestito asciugamani, biancheria intima e lenzuola. 11. Visita l'urologo o il medico di fiducia ogni sei mesi. 12. Effettuare esami di sierologia preventiva per le malattie sessualmente trasmissibili principali. 13. Convinci il partner a visitare regolarmente il ginecologo. 14. Convincere il partner a non abbandonare il trattamento per una malattia a trasmissione sessuale. 15. Vedi un urologo non appena appare qualsiasi tipo di secrezione nel pene. 16. Consulta un medico ogni volta che senti dolore durante il rapporto o l'erezione. 17. Intensifica gli esami di routine se sei un fumatore o se bevi molto alcol. 18. Assumi vitamine antiossidanti che aiutano il sistema immunitario a combattere i microbi. 19. Mantenere una dieta sana e ridurre l'assunzione di zucchero (i batteri amano le sostanze dolci). 20. Evita il costante stress fisico ed emotivo. Fonti: AMAURY MENDES JR, GINECOLOGOLOGIA E SESSOLOGIA PER LA SOCIETÀ BRASILIANA DI STUDI SULLA SESSUALITÀ UMANA. JOSÉ BENTO DE SOUZA, GINECOLOGO E OBSTETRA ALL'OSPEDALE ISRAELITE ALBERT EINSTEIN, DI SÃO PAULO. JOÃO CARLOS MANTESE, GINECOLOGO E DIRETTORE DELL'OSPEDALE PÉROLA BYINGTON, DI SÃO PAULO. THOMAZ BASTOS, GINECOLOGO
[wpforms id = "168676 ″ title =" false "description =" false "]% MCEPASTEBIN%